Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


CONTENUTO dei VACCINI  - 1
(ingredienti dei vaccini)
- Vaccines and their ingredients 
NON ESISTONO VACCINI SICURI, ne' PULITI.... - Tutti quanti sono TOSSICI per gli esseri Viventi,
anche perche con l'iniezione si ...bypassano le principali barriere immunitarie (pelle e mucose) ....
....inserendo tossine nella microcircolazione dei tessuti dei muscoli...cioe' direttamente nel sangue !

 

CONTENUTO dei VACCINI  (ingredienti dei vaccini) 
- Per il contenuto ed i Danni della Vitamina K1, vedi QUI +
Analisi della Vitamina K1 (sintetica)


Continua in: Contenuto dei Vaccini-2
  + Contenuto dei Vaccini (tratto da Wikipedia, che pero' e' solo parte della verita'....)
+ PRODUZIONE VACCINI ed altro....  + Ingredienti dei Vaccini + :https://archive.is/www.levaccinazioni.it
Studio/ricerca Francese sul contenuto dei Vaccini
https://www.facebook.com/notes/vaxxed-a-revolution-for-choice/vaccine-ingredients/20861474287945
http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1756

Audizione del 24/01/2019, alla Camera del Parlamento Italiano, da parte della Commissione Vaccini, della Associazione Corvelva, che ha effettuato le analisi di laboratorio sui vaccini in Commercio, scoprendo tutte le porcherie inserite in essi....
 


44 Vaccini analizzati fate attenzione a cosa contengono ! (US)
45 Vaccini analizzati in Italia, guardate cosa contengono !

Altre analisi di alcuni Vaccini
ECCIPIENTI (Tossine) contenuti nei Vaccini + Eccipienti nei Vaccini - CDC - PDF
Tavole dei componenti dei Vaccini:
http://www.hopkinsvaccine.org/components.htm
+ Da Corvelva  -  Contenuto dei vaccini (analisi)
 

VACCINI - GERMANIA: FIALE ANALIZZATE ed appare  UNA VERITÀ SCIOCCANTE !

Sono stati donati migliaia di euro ad una società no-profit di Herrenberg, nelle vicinanze di Stoccarda, denominata AGBUG e.V. per ricercare gli elementi contenuti nei vaccini attuali.

In origine, si intendeva indagare i vaccini per il loro contenuto di mercurio, ma andando avanti, l’associazione ha poi chiesto di estendere le indagini a tutti gli elementi ricercabili.

A questo scopo sono state inviate 16 differenti fiale di vaccini al laboratorio clinico ed ambientale Micro Trace Minerals, con sede in Germania, fondato nel 1975, che opera nel campo dell’analisi dei minerali e dei metalli tossici.

 

AGBUG ha ora pubblicato i risultati del primo lotto sul suo sito web (vedasi figura 1) 

I 16 vaccini analizzati sono: 

Afluria 2015/16 [vaccino antinfluenzale],

Bexsero [vaccino antimeningococco sierogruppo B, soggetto a monitoraggio addizionale],

Cervarix [vaccino bivalente antipapillomavirus umano],

Gardasil [vaccino quadrivalene antipapillomavirus umano],

Gardasil 9 [vaccino 9-valente antipapillomavirus umano],

Hexyon [nuovo vaccino esavalente, soggetto a monitoraggio addizionale] ,

Influvac 2016/2017 [vaccino antinfluenzale],

Menjugate [vaccino antimeningococco sierogruppo C] ,

Menveo [vaccino antimeningococco coniugato sierogruppo A, C,
W135 e Y+Neis-Vac C [vaccino antimeningococco sierogruppo C],

Prevenar 13 [vaccino antipneumococco 13-valente],

Rotarix [vaccino antirotavirus],

Rotateq [vaccino antirotavirus],

Synflorix [vaccino antinfluenzale],

Tetanol Pur [vaccino antitetanico],

Tetanus Impfstoff Mérieux [vaccino antitetanico]

AGBUG e. V. ha pubblicato da qualche giorno i risultati sul suo sito web.

8 febbraio, 2017:
Tutti i risultati dei 16 vaccini investigati sono riassunti 
in una sola pagina (qui lo schema completo)

 

Una prima valutazione (8 febbraio 2017) evidenzia quanto segue:

Tutti i 16 vaccini verificati contengono piccole tracce di mercurio.

Otto dei 16 vaccini contengono piccole tracce di nichel.

Sei dei 16 vaccini contengono piccole tracce di arsenico.

15 di 16 vaccini contengono piccole tracce di uranio.
Tutti i 16 vaccini contengono piccole tracce di alluminio, anche se non dichiarato.


Gardasil, Gardasil 9 e Synflorix, contengono il doppio di alluminio di come indicato.

Il contenuto di alluminio nei cosiddetti vaccini inattivati è da 1000 a 6000 volte superiori al limite per l’acqua potabile.

Tutti questi vaccini analizzati in Germania dimostrano ancora una volta che siamo in presenza di farmaci inquinati sui quali i controlli di sicurezza sono quanto meno insufficienti.

Le domande sono ora molteplici e la voglia di chiarezza è sempre più grande.

Quali danni causano queste sostanze in persone allergiche?
In che modo gli effetti patogeni delle sostanze contenute nei vaccini agiscono ( sappiamo benissimo che agiscono in maniera sinergica tra loro) ?

Perché queste sostanze patogene sono incluse in tutti i vaccini ?

Non dimentichiamo che diversi medici e scienziati hanno sottolineato la tossicità dell’alluminio sul nostro sistema immunitario eppure, lo iniettiamo nei nostri figli , sottoponendoli a vaccinazione dove il medesimo è presente in tracce.
Ovviamente la controparte continua a sostenere l’assoluta non tossicità di tali elementi grazie alla loro presenza in micro parti.

Questo vale anche per gli individui immunocompromessi ?

Fonte: vacciniinforma.it

I contaminanti dei DNA contenuti nei vaccini a batteri o virus, possono essere integrati nel DNA umano e quindi anche nei geni dei bambini ed adulti...

Link dal sito ufficiale CDC ove sono riportati i contenuti dei vaccini (aggiornato a febbraio 2015) 

https://www.pharmaexcipients.com/news/vaccine-excipient-media-summary/
 

SVIZZERA 2018: analizzato Vaccino MPR.... hanno trovato un enzima risalente alle cellule di pollo che può derivare dalla presenza del virus della leucosi aviaria o di altri retrovirus:
 https://thevaccinereaction.org/2018/11/virus-enzyme-found-in-mmr-vaccine/

Italy - 2018 - L'associazione italiana CORVELVA per la libertà di vaccinazione, ha testato (analizzato)  il vaccino INFANRIX ed in particolare e' stata sorpresa del risultato - The Italian association, CORVELVA for freedom of vaccination tested the vaccine INFANRIX and was particularly surprise of the result:
https://www.corvelva.it/speciali-corvelva/analisi/vaccingate-initial-results-on-infanrix-hexa-chemical-composition.html
Stessa cosa per il vaccino PRIORIX - Same thing for the PRIORIX vaccine:
https://www.corvelva.it/speciali-corvelva/analisi/vaccinegate-priorix-tetra-analysis-2nd-step-update.html
Ecco i dati in questi PDF: 
CORVELVA-Metagenomic-analysis-report-on-Priorix-Tetra + Corvelva-Vaccinegate_Initial_results-on-Infanrix_Hexa-chemical-composition + CORVELVA-Study-on-the-chemical-composition-profile-of-Infanrix-Hexa + Vaccinegate_Priorix_Tetra-analysis_2nd- step-update

CORVELVA e le sue analisi sui Vaccini: State attenti a quei vaccini. C'è tutto, non quel che serve
Mesi di prove e controprove, poi la risposta dei controlli cofinanziati dall'ordine biologi. Manca la rosolia in quello che dovrebbe debellarla. Dna umano e diserbanti nell'altro - 23 Dicembre 2018

L’idea era nata durante la scorsa legislatura per i lavori della commissione parlamentare di inchiesta sull’uranio impoverito. Vero che i casi di malattia e morte di tanti nostri militari avevano relazione evidente con le condizioni di impiego sugli scenari delle missioni.

Ma c'era anche un'altra condizione comune fra tutti quei casi:
per essere inviati in Afghanistan piuttosto che in Libano o in Iraq e in tutti gli scenari delle missioni di pace, i nostri militari venivano sottoposti a una quantità impressionante di vaccinazioni.
E a qualcuno - fra cui l'attuale presidente dell'ordine dei biologi (che allora era parlamentare) Vincenzo D'Anna era venuto un dubbio: non poteva essere anche in quelle vaccinazioni la causa dell'insorgenza di quei mali ?
Il dubbio dovrebbe essere la strada di indagine maestra per ogni uomo di scienza. In epoca di guerra di religione sulle vaccinazioni obbligatorie, anche quella semplice ipotesi da verificare sembrò scandalosa. Poco conta che D'Anna, come in genere tutti i biologi, non sia affatto un no vax. Anzi, era ed è convintissimo sulla utilità e l'efficacia dei vaccini.
E in effetti l'indagine proposta non aveva caratteristiche ideologiche, ma lo scopo di escludere l'ipotesi ad esempio di una partita di vaccini non prodotta a regola d'arte. C'è voluto del bello e del buono per trovare qualcuno disposto ad effettuare quei controlli indipendenti sui vari lotti delle più comuni vaccinazioni.
Ma alla fine qualcuno c'è stato. Ed alcuni laboratori indipendenti del Nord Est Italia per mesi e mesi hanno effettuato analisi e controanalisi di laboratorio, più volte ripetute su lotti diversi dello stesso vaccino quando insorgevano anomalie di qualsiasi tipo.

In alcuni casi la prova scientifica ha dato l'esito che ci attenderebbe: vaccini prodotti a regola d'arte.
 In altri no. Per due di questi i risultati delle analisi biologico-genomiche (i cui referti sono in possesso de Il Tempo) sono stati clamorosi. E preoccupanti, perché i campioni prelevati da diversi lotti tutto sembravano meno che essere confezionati secondo le regole. In un caso, quello del vaccino da impiegare per morbillo, rosolia, parotite e varicella, si è rilevata la totale assenza degli antigeni del virus della rosolia.
Quegli stessi lotti sarebbero quindi stati utilizzati per migliaia di vaccinazioni inutili, perché in assenza dell'antigene necessario chiunque sia stato vaccinato può prendersi la rosolia esattamente come non avesse mai visto un vaccino. Nel secondo referto di laboratorio analisi e contro analisi che riguardavano un vaccino multivalente per non contrarre fra l'altro difterite, tetano, pertosse ed epatite B, è stata rilevata la presenza di sostanze che non dovevano esserci (ad iniziare dal dna umano) e sia pure in dosi microscopiche potenzialmente dannose per la salute dell'uomo.
Questi clamorosi risultati oltre ad essere pubblicati su riviste scientifiche internazionali (Nature), porteranno a un esposto che verrà presentato all'Agenzia italiana del Farmaco, alla sua madre europea Ema, ai Nas dei carabinieri e alle competenti procure della Repubblica.
Non essendo scienziati abbiamo chiesto quindi al presidente dell'ordine dei biologi, D'Anna, di spiegare in maniera comprensibile anche a tutti i consumatori il preoccupante risultato di quelle analisi.

Il Tempo- Lei è presidente dei biologi italiani.
Devo farle la domanda di rito: sarà mica uno di quegli estremisti no vax ?
D'Anna- Io? No, assolutamente. Come tutti i biologi credo nella utilità delle vaccinazioni, sono un pro-vax.
E non è manco a tema l'utilità o meno dei vaccini in queste analisi di laboratorio. L'indagine è stata sulla qualità della realizzazione dei prodotti messi in commercio, non sull'efficacia o meno teorica del vaccino.

Il Tempo- E i risultati di queste analisi quali sono stati?
D'Anna- Hanno rilevato decine di impurità in più lotti. E al momento sono state individuate 43 sostanze improprie, nel senso che lì non si sarebbero dovute trovare.

Il Tempo- Improprie? Cioè?
D'Anna- Anticrittogamici, diserbanti, glisofato, antibiotici, antimalarici...

Il Tempo- La fermo. Non sono uno scienziato. Se mi dice diserbanti capisco che non dovrebbero esserci. Ma se mi cita gli antibiotici, le chiedo perchè: non devono esserci in un vaccino?

D'Anna- No, un antibiotico non deve stare in un vaccino. Un antimalarico neppure. Come un erbicida. Si è trovata alle analisi tutta una serie di inquinanti che lì non dovrebbero esserci..

Il Tempo-In quantità minuscole, spero...
D'Anna- Certo, parliamo di nanogrammi, di nanoparticelle. Ma tenga presente che non si tratta di sostanze ingerite, ma iniettate, assorbite e in alcuni casi (ad esempio l'alluminio) non smaltibili. Ma non è nostro compito accertare né la nocività, né la tossicità dei materiali.
Però da quelle analisi è venuto fuori altro. Come l'assenza del virus della rosolia, che in sé potrebbe configurare una frode in commercio, perché migliaia di bambini che si sono vaccinati con quel lotto non sarebbero coperti verso la rosolia. E poi sono state rilevate quantità improprie di Dna fetale...

Il Tempo- Dna fetale?
D'Anna- Sì, perché i virus vengono fatti replicare per fare le dosi occorrenti su materiale fetale da aborto, oppure su uova di galline. Ed è per quello che trovi i diserbanti o il glisofato, gli anticrittogamici e gli antiparassitari...

Il Tempo- Ma in un vaccino non dovrebbero esserci quelle tracce per quanto minuscole, no?
D'Anna- Certo che non devono esserci...

Il Tempo- E non c'è stato un esame pubblico di laboratorio su quelle dosi?
D'Anna- Lei l'ha visto? Ne conosce i risultati? Purtroppo c'è una aporìa giuridica: i test sul prodotto finito non sono obbligatori per il produttore. Li dovrebbero fare le strutture statali che proteggono la salute dei cittadini. Ma io non le ho mai viste.
Anche perché qualsiasi risultato è tenuto segreto un po' come la ricetta della Coca Cola, per evitare che qualche concorrente copi la formula industriale di produzione del vaccino.

Il Tempo- Ma se nei laboratori di Stato fossero emersi i clamorosi risultati che stiamo citando, che cosa sarebbe accaduto?
D'Anna- Avrebbero dovuto chiamarsi il produttore dei vaccini e chiedere spiegazioni. Certo dovrebbero chiedere come fanno ad esserci gli anticorpi della rosolia se non c'è l'antigene ?
Per quanto riguarda il vaccino per tetano, difterite etc... non sono stati trovati quattro distinti tossoidi (che sono antigeni proteici) come dovrebbe essere, ma una sola macromolecola fatta da queste quattro proteine denaturate (quelle del tetano, difterite, etc...) dalla presenza di un conservante come la formaldeide. Questa macromolecola precipita al fondo della provetta e attaccata con tripsina non risponde...

Il Tempo- Qui seguirla diventa difficile. Vado al sodo: non dovrebbe accadere così in quei vaccini. Questo mi vuole dire?
D'Anna- Esatto. Dovrebbero esserci le quattro proteine dei vaccini previsti che se attaccate con tripsina dovrebbero sciogliersi. Questo non accade, e quindi nella macromolecola non ci sono solo proteine. Faremo un esposto all'Aifa e all'Ema per capire se sono a conoscenza di queste cose.

Il Tempo- Nei primi lotti di vaccini doveva esserci la rosolia e non c'è. E mi è chiara l'inutilità. Capisco meno le conseguenze della macromolecola in questi altri vaccini...
D'Anna- Primo: anche tutto fosse lecito ed innocuo al minimo bisognerebbe informarne le autorità ed i cittadini che usano i vaccini. Secondo: in questi vaccini è stato riscontrato un numero significativo di peptidi (cioè frammenti corti di sequenze di aminoacidi) di origine batterica, probabilmente provenienti da batteri avventizi che contaminano le colture. A questi si aggiungono 65 sostanze chimiche contaminanti, 35% note, (finora abbiamo replicato i risultati su un solo lotto, l’unico disponibile tramite le farmacie su tutto il territorio italiano da oltre un anno), di cui 7 sono tossine chimiche, anche questi composti devono essere confermati nella struttura da uno studio con standard di controllo.

Il Tempo- Quindi?
D'Anna- Quindi bisogna che le agenzie ripetano queste analisi, facciano i controlli e rendano pubblici sia i risultati che il loro giudizio. Noi faremo la nostra parte. Ad esempio il prossimo 25 gennaio a Roma dove abbiamo organizzato un grande convegno dal titolo «Vaccinare in sicurezza» con la partecipazione di scienziati italiani, tra i quali Giulio Tarro da poco insignito negli Usa del premio di miglior virologo, e stranieri. Le analisi fatte serviranno anche ad alimentare il dibattito scientifico.

"Devo sottolineare una cosa importante una volta per tutte:
Corvelva non sta facendo un controllo per il rilascio del lotto e non ha richiesto di utilizzare metodiche validate per le analisi dei lotti, come invece devono fare i produttori, i laboratori accreditati e l'ISS. Quella che si sta conducendo è una semplice indagine che si fa nella fase iniziale dello sviluppo di un vaccino, cioè di screening". 
Loretta Bolgan, farmacologa esperta di vaccini risponde ad Aifa, l'Agenzia del Farmaco che, dopo le rivelazioni scioccanti de Il Tempo sui vaccini (in cui manca la rosolia in quello che dovrebbe debellarla, e ci sono dna umano e diserbanti nell'altro) 
[LEGGI L'ARTICOLO] ha sostenuto che i lotti "incriminati" erano tutti a posto dopo averli testati [LEGGI L'ARTICOLO] 

La dottoressa Bolgan, laureata in Chimica e tecnologia farmaceutica, risponde all'Agenzia del farmaco che - dopo la denuncia sui due lotti incriminati in commercio - ha replicato di averli testati.
La Bolgan ha conseguito un  dottorato di ricerca in Scienze farmaceutiche, è attuale consulente scientifico lg 210, ONB e Corvelva per le analisi dei vaccini. Inoltre è stata consulente nell'ultima commissione parlamentare d'inchiesta sui militari.

"Devo sottolineare una cosa importante una volta per tutte:
Corvelva NON sta facendo un controllo per il rilascio del lotto e NON ha richiesto di utilizzare metodiche validate per le analisi dei lotti, come invece devono fare i produttori, i laboratori accreditati e l'ISS. Quella che si sta conducendo è una semplice indagine che si fa nella fase iniziale dello sviluppo di un vaccino, cioè di screening. AIFA non può richiedere metodi accreditati per il rilascio del lotto, perché sarebbero necessari anni per validarli, e fuori del nostro proposito che non è quello di diventare un ente certificatore del rilascio dei lotti, tanto più che non vengono utilizzate le metodiche previste in farmacopea europea per le analisi dei vaccini, ma metodiche di ultima generazione, non ancora acquisite in farmacopea per questo scopo". 

"Ritengo del tutto evasiva ai nostri quesiti la gravissima affermazione di non prendere in considerazione i risultati presentati perché non revisionati dalla comunità scientifica... i metodi sono già riportati nella letteratura allegata ai report, e comunque qui stiamo parlando di non conformità che esulano dalla valutazione come ricerca scientifica perché hanno un impatto sulla salute pubblica. Spesso vengono ritirati medicinali dal mercato perché non conformi e non mi risulta che sia richiesta alcuna pubblicazione, si ritirano i campioni e si analizzano. Punto". 

"Quanto al fatto che l’EMA abbia risposto a luglio 2018 faccio presente che l’EMA ha sottolineato che è di competenza dell’AIFA rispondere alle nostre domande per quanto riguarda il Priorix tetra perchè di registrazione nazionale.
E l’AIFA risponde non con i dati analitici fatti sui lotti e studi di sicurezza alla mano (visto che come da loro asserito i controlli sono già stati effettuati dai produttori, dai laboratori accreditati, pagati dai produttori, e dall’ISS spero non pagati anche questi dai produttori), ma dicendo che l’EMA ci ha già risposto e che non prenderanno in considerazione i nostri dati finchè non pubblicheremo.
Direi che qui la questione prima che scientifica è di sicurezza per la salute, e se da un lato le pubblicazioni sono in corso e seguiranno l’iter ortodosso per le peer review, dall’altro non è eticamente corretto aspettare la pubblicazione con peer review quando c’è anche il solo sospetto che un farmaco di largo utilizzo, somministrato su popolazione pediatrica sana e anche malata alla nascita, possa arrecare un danno per la salute".

"Faremo anche le analisi di secondo livello con ulteriori standard di controllo sulle analisi chimiche e proteiche, ma era comunque necessario mettere a conoscenza i destinatari delle vaccinazioni anche dei risultati delle analisi di primo livello quindi preliminari, chiedendo a chi ha l’onere della prova sulla qualità, sicurezza ed efficacia di rispondere !".


L'Aifa, quei vaccini erano tutti a posto
L'Agenzia del farmaco sostiene di avere testato i lotti in commercio. Insorge come sempre Roberto Burioni. La verità ?
La stabiliranno i Nas e i giudici - 25 Dicembre 2018

 

Egregio Direttore,
in merito all'articolo intitolato "Analisi choc su due lotti di vaccini"
[LEGGI QUI L'ARTICOLO] pubblicato il 23 dicembre 2018 a sua firma sul suo giornale, AIFA precisa quanto segue:

I vaccini, come tutti i medicinali, devono rispettare gli standard di produzione previsti dalle autorità nazionali e internazionali che ne garantiscono l'elevata qualità e riproducibilità. In assenza di tali requisiti, nessun vaccino può essere autorizzato e immesso in commercio.

Le autorità preposte effettuano controlli durante tutto il ciclo produttivo del vaccino. Inoltre, prima della distribuzione sul mercato, ogni singolo lotto è sottoposto a un ulteriore doppio controllo effettuato, in modo indipendente, sia dall’azienda produttrice che da una rete internazionale di laboratori accreditati, a loro volta controllati da altri enti (in Italia l'Istituto Superiore di Sanità). Solo i lotti che superano positivamente tali controlli possono essere commercializzati.

I metodi di analisi utilizzati per verificare la qualità dei vaccini e la presenza di eventuali contaminanti devono essere certificati e conformi alle procedure e ai requisiti condivisi a livello europeo e internazionale sulla base delle conoscenze scientifiche disponibili. Per garantire il necessario rigore scientifico ed essere validati, i risultati di queste analisi devono essere verificabili e replicabili.

Le informazioni al momento rese disponibili da Corvelva non presentano questi requisiti e quindi non forniscono dati utili per una valutazione scientifica. Infatti non sono stati resi noti i laboratori interessati e il tipo di certificazione eventualmente in loro possesso, la validazione dei metodi e gli standard utilizzati nelle analisi condotte.

Si fa inoltre presente che l'Agenzia Europea dei Medicinali ha già fornito a Corvelva nell’agosto 2018 chiarimenti in merito alle procedure di controllo sulla qualità dei vaccini a cui non si fa alcun riferimento nell'articolo pubblicato.
By Roberto Burioni, vedi qui, info su chi e', e cosa fa...., questo signore: http://www.mednat.org/ministero_informato3.htm
 

Risposta dell'autore dell'articolo del il Tempo:
Prendo atto delle considerazioni di Aifa e non discuto i controlli effettuati dall'Istituto superiore della Sanità.
Naturalmente prima di scrivere ho acquisito referti e relazioni tecniche delle analisi da parte di due laboratori e sono in possesso di tutte le loro certificazioni. Non sono pubbliche né in mio possesso invece quelle che dovrebbero rassicurare.
Il tema, di cui ho accennato come si può fare sui social con il professore Roberto Burioni e i suoi sostenitori, non riguarda come mi sembrava palese la validità o meno dei vaccini ma il fatto che - per ragioni che ignoro - possano esserci in giro lotti o campioni di lotti in qualche modo contraffatti e magari inefficaci pur non essendo dannosi per la salute.
Basterebbe ripetere quelle analisi con tutti i metodi che ritenete più opportuni e ogni dubbio sarebbe sciolto. Essendo stati annunciati dall'ordine dei biologi esposti anche alla magistratura e ai Nas a cui ovviamente saranno allegate tutte le documentazioni di cui sopra. Attenderemo le loro indagini per capire se erano fatte male le analisi di laboratorio che noi abbiamo riportato o se invece ci sono in commercio alcuni lotti vaccinali "fallati".
La giustizia per quanto lenta lo è meno della non sempre disinteressata e indipendente comunità scientifica.
By Franco Bechis - f.bechis@iltempo.it  - Tratto da: iltempo.it

Commento: ESTENDIAMO IL CONCETTO "CONTROLLO"
Nella sezione "
Difetti di qualità" del sito AIFA troviamo un elenco dei farmaci ritirati dal commercio dal 2016 al 2018.
Spulciando bene, ci vuole un attimo di pazienza, si noterà come praticamente tutti i lotti ritirati lo siano stati su segnalazione volontaria della ditta produttrice......
Badate bene, è una cosa normalissima che ciò avvenga ed è lodevole che venga comunicato in maniera tempestiva un difetto di produzione anche se questo avviene dopo l'immissione in commercio... ma ripensando alle parole di Mazzei, Capo Ufficio Stampa
AIFA, come è possibile se "prima della distribuzione sul mercato, ogni singolo lotto è sottoposto a un ulteriore doppio controllo effettuato, in modo indipendente, sia dall’azienda produttrice che da una rete internazionale di laboratori accreditati" comunque quasi la totalità dei ritiri avvenga per VOLONTARIA segnalazione della ditta produttrice e dopo l'immissione in commercio ?

CORVELVA È SU "NATURE"
"Scienziati italiani protestano per il finanziamento delle indagini sulla sicurezza dei vaccini", così titola l'articolo apparso oggi sulla più prestigiosa rivista scientifica mondiale Nature. 
Corvelva da una parte e la scienza dall’altra, sembrerebbe, ma così non è. 
La realtà è molto semplice, da una parte dei professionisti che dicono sostanzialmente di "fidarci delle industrie, private, farmaceutiche", dall’altra dei genitori che hanno deciso di non fidarsi, approfondire, ricercare e confutare o confermare.
Una piccola anticipazione delle analisi Corvelva sull’Infanrix Hexa che pubblicheremo entro breve: se noi ci fossimo fidati ciecamente della “scienza”, ci sarebbe bastata la versione ufficiale, la spiegazione di cosa è una tossina batterica e di come venga privata del potere tossico ma non di quello immunogeno, permettendole comunque di conservare la sua capacità d'indurre la produzione di anticorpi. 
Sapendo questo, e sapendo che l’esavalente Infanrix Hexa è composto soprattutto da tossoidi, all’interno del vaccino in questione ci saremmo aspettati di trovare proprio questi.

Gli antigeni presenti nel vaccino sono sei: i tossoidi del tetano, difterite e pertosse, gli antigeni D dei tre virus della poliomielite, le proteine ottenute mediante ingegneria genetica per l’epatite B e i polisaccaridi dell’haemophylus legati chimicamente al tossoide del tetano come carrier.
Per formare i tossoidi è necessario un trattamento con formaldeide e glutaraldeide che dovrebbe consentire di eliminare la tossicità mantenendo integra la loro capacità di stimolare anticorpi protettivi contro le tossine originali.
Ció che ci aspettavamo di trovare erano i tre tossoidi e gli altri antigeni non modificati, separabili tra loro e digeribili dagli enzimi specifici per le proteine.
Ció che è stato invece trovato è un vero e proprio polimero, insolubile e indigeribile, l'insieme degli antigeni legati chimicamente tra loro. 
Questa macromolecola non è stata in alcun modo riconosciuta dalle banche dati delle proteine, e quindi di fatto risulta essere un composto solido di struttura chimica sconosciuta.
La solubilità delle proteine e la possibilità di digerirle (cioè tagliarle in piccoli frammenti peptidici) sono le due caratteristiche che ci permettono non sono di studiarle con le metodiche per l’analisi delle proteine ma anche sono un requisito necessario per l’interazione con il sistema immunitario, con la formazione di anticorpi protettivi, perchè se la struttura di una proteina viene modificata profondamente rispetto a quella originale anche gli anticorpi che si formano sono completamente diversi da quelli che sono in grado di attaccare gli antigeni originali che causano le malattie.

Poichè questo polimero che abbiamo incontrato, mix di antigeni, non è solo diverso dal punto di vista della conformazione spaziale ma soprattutto è chimicamente diverso, possiamo affermare che non siamo in presenza di antigeni simili a quelli originali ma a composti con tossicità ed efficacia non note ed imprevedibili.
Tornando ai due pilastri che ci hanno fatto iniziare questo percorso di analisi e ribadendo il concetto espresso alla rivista Nature: noi stiamo indagando l’efficacia e la sicurezza dei vaccini e in realtà ci risulta difficile capire come sia possibile affermare che questo ammasso di proteine chimicamente modificate sia in grado di formare anticorpi protettivi contro le sei malattie per le quali si vaccina e ci risulta ancora più difficile capire come possa essere stabilito che questo ammasso non sia tossico nei neonati visto che si tratta di ben 6 antigeni neurotossici legati insieme.
Esavalente Infanrix hexa, per la metodica da noi commissionata, lascia enormi dubbi sia sulla sua efficacia che sulla sua sicurezza… 
Noi assicuriamo una cosa: non ci fermeremo.
Corvelva Staff
P.S. quando pubblicheremo i prossimi risultati, questione di ore, invieremo come sempre copia al Prof. Lanfranchi e Palù, stelle della prestigiosa Università di Padova.
-  
http://www.corvelva.it/speciali-corvelva/corvelva-e-su-nature.html

CORVELVA scrive: "Abbiamo continuato le indagini, sia chimiche che biologiche, sul Priorix Tetra, quadrivalente contro morbillo, rosolia, parotite e varicella.
All’interno del vaccino Priorix Tetra della GlaxoSmithKline sono stati rilevati:
Proteobacteria, vermi Platyhelminthes e Nematoda, altri 10 virus a ssRNA, Microviridae (virus batterici o fagi) e numerosi retrovirus tra cui retrovirus endogeni umani e aviari, virus aviari, virus dell’immunodeficienza umana e virus dell’immunodeficienza delle scimmie (frammenti che se inseriti in banca dati rilevano essere frammenti del virus dell’HIV e del SIV), virus murini, virus dell’anemia infettiva del cavallo, virus della malattia linfoproliferativa, Rous sarcoma virus. Altri virus come alphaendornavirus ed epatite b virus, virus del lievito."
QUI, download of 2nd Report of Priorix Tetra genomic analysis..
https://drive.google.com/open?id=1mufQ9Ueoph4T4BufJ71M6v95KvOfhXAw

CORVELVA: RELAZIONE TECNICA, ANALISI MALDI-TOF, RELATIVA al COMPOSTO INSOLUBILE PRESENTE nel VACCINO INFANRIX HEXA
Ricordate la macromolecola che abbiamo trovato nell'Infanrix Hexa ? Quella che era indigeribile, e che non eravamo stati in grado di identificare ?
Ecco il resoconto della sua analisi "MALDI-TOF" (metodologia chiamata in causa dai critici dell'uso della tripsina).
Il risultato, in parole povere, ci dice che la macromolecola è una sorta di "buco nero" o spugna, che assorbe tutto ciò con cui entra in contatto. Non è stato possibile "dividerla" né identificarne alcun contenuto.
Le conclusioni:
Dalle analisi eseguite non è stato possibile identificare il composto ma rilevare alcune proprietà chimico-fisiche su cui porre attenzione:
1 - Insolubilità del composto in mezzi polari;

2 - Potenziale capacità del composto di aggregare e sequestrare composti presenti nella soluzione di natura organica;

3 - Composto non volatile anche se irraggiato con la luce laser del MALDI. 
Significa che il composto è ad alto peso molecolare e costituito da un’unica grossa macromolecola apolare. 
Le caratteristiche su menzionate sono tipiche di diversi composti tra cui
1 - Resine funzionalizzate  
2 -  Composti macromolecolari a conformazione alterata, aggregata e ritentiva (insolubili con elevata resistenza alla digestione es: PRIONI). (NdR: probabilmente ingegnerizzati/preparati appositamente, nei laboratori di Big Pharma)

Questo è quanto, ricordiamo che questa sostanza è stata trovata all'interno del più comune ed utilizzato esavalente per l'età pediatrica, in altre parole viene iniettato nei neonati obbligatoriamente......
https://www.corvelva.it/it/speciale-corvelva/vaccinegate/relazione-tecnica-analisi-maldi-tof-relativa-al-composto-insolubile-presente-nel-vaccino-infanrix-hexa.html

ESPOSTO - Tribunale: Contenuto Vaccini, Corvelva 2018
7 vaccini analizzati in laboratorio specializzato e relativo Esposto in tribunale
CORVELVA-Esposto-Analisi-Procura-di-Roma.pdf - Google Drive

Commento:
Era scontato che sulle analisi di Corvelva, arrivassero attacchi e tentativi denigratori.
Mentre
Ema e Aifa si rimpallano la risposta imbarazzate, la gentaglia si avvale di teste d'ariete che attaccano e qualche giornale li rimbalza. come il Foglio, il peggiore giornale probabilmente della storia italiana, fazioso come pochi, pagato dai cittadini. 
Le coraggiose analisi di Corvelva vengono opportunamente fatte con metodologie che non sono le solite per analizzare i vaccini, al fine di capirci di più su cosa c'è dentro; così come grazie al microscopio di Montanari e Gatti, abbiamo avuto altre importantissime informazioni, mai smentite.
Allora la prima risposta è arrivata dallo specialista  Enrico Bucci. (qui abbiamo anche un chimico, in realtà debunker o troll). non chiedono spiegazioni, non vogliono capire, attaccano, è la loro specialità. Ma non conoscono i vaccini e lo pseudoscienziato forza la mano, fa un errore, estrapolando un dato. Dice che il test fatto con la tripsina (enzima) non è valido perché  l'alluminio presente nel vaccino inibisce la digestione triptica del composto. Chi l'ha mai detto ?
Alluminio come adiuvante serve per esaltare l'efficacia degli antigeni stimolando  la risposta immunitaria; lo studio che viene citato a prova riguarda l'Alzheimer, dove nell'abstract si afferma che "l'alluminio può essere un candidato per giocare un ruolo dismetabolico nell'inibire l'attività proteolitica delle serine proteasi tripsina e alfa-chimotripsina..."E' davvero poco, noi sappiamo da tempo che mercurio e alluminio possono squilibrare il sistema nervoso cerebrale, inibendo non solo la tripsina ma molte altre funzioni enzimatiche. Sono convinto che alluminio vaccinale non annulla direttamente la tripsina. potrebbe farlo solo quando rompendo l'informazione elettrodinamica coerente (è questo che fa) del sistema linfatico, compromette nel piccolo infante le mucose linfatiche intestinali inibendo lo scambio enzimatico naturale nell'intestino, squilibrando la formazione del precursore tripsinogeno pancreatico e dell'intero microbiota.
Piuttosto nelle analisi di Corvelva c'è un finale molto preoccupante. cambiando metodo (ricerca DeNovo), vengono rilevate sequenze peptidiche (frammenti di aminoacidi) che messe in un motore di ricerca, potrebbero essere potenzialmente attribuite per similarità strutturale a proteine del mondo batterico. Sono 19, funghi, muffe che dovrebbero stare nel suolo, streptomiceti, batteroidi, e altro......Questi vaccini non sono Scienza.... SONO solo TOSSINE pericolose !

REAZIONI AUTOIMMUNITARIE con i VACCINI
- http://autoimmunityreactions.org/

VACCINEGATE: LETTERA APERTA al MINISTRO GIULIA GRILLO - 30/01/2019

 

Egregio Ministro Grillo

Le scriviamo dopo aver ascoltato le sue parole, da lei pronunciate in risposta alle domande che le venivano poste da un genitore al termine della conferenza stampa presso la Presidenza della Regione Abruzzo (https://goo.gl/iibGd2), ma anche a dichiarazioni di identico tenore da lei rese al QuotidianoSanità (https://goo.gl/Pdtqev) in data 23 gennaio 2019.

Lei, Ministro, in entrambe le occasioni ha sentenziato che alle nostre analisi sarebbe stata data una risposta "punto per punto" da parte di AIFA.

 

Ebbene, se nella prima occasione abbiamo pensato ci potesse essere stato un fraintendimento, oggi sentendo di nuovo le stesse affermazioni ci siamo posti il dubbio se lei si riferisca o meno alla medesima risposta da noi ricevuta dall'Agenzia del farmaco. Infatti, vede, la risposta - l'unica - che noi abbiamo ricevuto da AIFA in data 18 gennaio 2018 (https://goo.gl/kTybgW) - risposta da noi inoltrata il giorno stesso (https://goo.gl/Pk3cdj) - è ben lontana dal rispondere "punto per punto" ai nostri interrogativi (né tantomeno alle analisi stesse). Anzi a dirla tutta risponde ad una sola delle numerose email da noi inviate, sia al suo Ministero che ad AIFA e ISS, man mano che ricevevamo i report dei laboratori.

 

Pur ringraziando AIFA del cortese riscontro (da Lei peraltro mai pervenuto) abbiamo subito sottolineato e fatto sapere al mittente che la stragrande maggioranza degli interrogativi da noi posti non ha trovato alcun tipo di risposta, ed i pochi punti contenuti nella loro email riguardano una difesa dell'impianto formale delle autorizzazioni e dei controlli ma non contengono alcun chiarimento, ad esempio: sul contenuto di DNA umano e non; sulla presenza di virus avventizi; sui contaminanti chimici noti e su quelli non noti e così via.

Inoltre, AIFA risponde solo in merito ad uno dei vaccini da noi analizzati, il Priorix Tetra, omettendo completamente qualsiasi riferimento agli altri.

 

Siamo pertanto a scriverle per sapere se per caso ci siamo persi noi qualche comunicazione o se invece lei abbia ricevuto qualche comunicazione di cui noi non siamo stati destinatari; in tal caso vi chiediamo pubblicamente di metterci a parte di tali documentazioni.

Per completezza alleghiamo il link al quale può consultare tutta La corrispondenza tra la nostra associazione e l'ente AIFA, tutte le analisi da noi svolte e tutto il materiale collegato. 

Nella speranzosa attesa di un suo cortese riscontro in merito, siamo a porgere i nostri migliori saluti

By Associazione Corvelva - Documentazione allegata: https://goo.gl/erP9Fg

Se in alcuni vaccini c’è DNA in abbondanza, è plausibile che possa favorire lo sviluppo di autoimmunità.
Come già segnalato, il lupus eritematoso è una malattia autoimmune multifattoriale e complessa, che secondo la letteratura scientifica è statisticamente associata anche alle vaccinazioni. Anche per questo le analisi fatte da Corvelva e sostenute da ONB  (Ordine Nazionale Biologi) non possono essere ignorate dalle autorità "competenti", meglio dire in-sanitarie.... 
vedi - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/29031481/?i=2&from=dna autoantibodies vaccination
 

 

vedi qui Quantita' di Alluminio nel vaccino di uso pediatrico:  Esavalente
CONFRONTO TRA la QUANTITA' di ALLUMINIO nella PRIMA DOSE di Esavalente e quella ASSUNTA IN 1 GIORNO dal LATTANTE MEDIANTE LATTE MATERNO o FORMULATO - vedi anche: INFANRIX HEXA
Ecco le analisi con microscopio elettronico del vaccino INFANRIX EXA .....
vedi: SITOGRAFIA = 5000 volte di piu'.....!...poi ci sono i richiami successivi e gli altri vaccini che lo contengono !

Metalli tossici nei Vaccini ! legge Italiana che li regolamenta:

Sintesi delle sostanze vaccinali iniettate nella microcircolazione di un Bambino, ragazzo, adulto:
Nell'attuale programma nazionale sui vaccini (US ed altre nazioni), nei primi 6 anni di vita il bambino riceve i seguenti ingredienti vaccinali:
-
17.500 mcg 2-fenossietanolo (insetticida)
- 5.700 mcg di alluminio (una nota neurotossina)
- Quantità sconosciuta di siero bovino fetale (sangue di vitello abortito)
- 801.6 mcg formaldeide (cancerogeno, agente imbalsamatore)
- 23.250 mcg di gelatina (macinato di carcasse di animali)
- 500 mcg di albumina umana (sangue umano, portatore di patologie dai donatori)
- 760 mcg di L-glutammato monosodico (causa obesità e diabete)
- Quantità sconosciute di cellule MRC-5 (feti di bambini umani abortiti)
- Oltre 10 mcg di neomicina (antibiotico, sconsigliato ai neonati)
- Oltre 0,075 mcg di polimixina B (antibiotico con gravi effetti collaterali)
- Oltre 560 mcg di polisorbato 80 (cancerogeno)
- 116 mcg di cloruro di potassio (utilizzato in iniezione letale per spegnere il cuore e smettere di respirare)
- 188 mcg fosfato di potassio (agente fertilizzante liquido, puo' produrre aritmie cardiache mortali, gastroenteriti e malfunzioni renali)
- 260 mcg di bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio)
- 70 mcg di borato di sodio (borace, infiammante, irritante per pelle e mucose, utilizzato per il controllo degli infertili - sterilità nei primati maschi)
- 54.100 mcg di cloruro di sodio (sale da cucina)
- Quantità sconosciute di citrato di sodio (additivo alimentare, decalcificatore)
- Quantità sconosciute di idrossido di sodio (pericolo ! Corrosivo)
- 2.800 mcg di fosfato di sodio (tossico per qualsiasi organismo)
- Quantità sconosciute di sodio fosfato monobasico monoidrato (tossico per qualsiasi organismo)
- 32.000 mcg di sorbitolo (da non iniettare, specie nei neonati...)
- Streptomicina da 0,6 mcg (antibiotico: nefrotossicità, riduzione della sensibilità uditiva (danno cocleare), vertigini, riduzione dell’equilibrio per danno vestibolare, blocco neuromuscolare, esantemi)
- Oltre 40.000 mcg di saccarosio (zucchero di canna, meglio evitarlo ai bambini)
- 35.000 mcg di proteine ​​del lievito (fungo NON iniettabile !)
- 5.000 mcg di urea (rifiuti metabolici da urina umana)
- Altri residui chimici
From the book, "What The Pharmaceutical Companies Don't Want You To Know About Vaccines"
- By Dr Todd M. Elsner
- vedi anche: http://gestis-en.itrust.de/

Nanoparticelle nei vaccini (Studio di conferma PDF)
Contenuto dei vaccini: studio su particelle e sostanze del Lab. ANSM (France)

Nei Vaccini immessi i microchips con la nanotecnologia

http://loveforlife.com.au/content/09/09/15/microchip-implants-ready-be-used-swine-flu-vaccines-chip-located-tip-needle
PDF dei Componenti, Eccipienti dei Vaccini (2016) - Tratto da US: www.vaccinesafety.edu
Eccipienti dei vaccini, PDF, tratto da Pediatrics

Contenuto dei Vaccini
Aluminium - Calf serum - Fetal bovine serum - Formaldehyde - Hydrolyzed gelatin - Lactose - Monosodium glutamate (MSG) - Neomycin - Phenol - Streptomycin - Sucrose - Thimerosal (49.9% Mercury) - Yeast - MRC-5 cells: DNA and protein (aborted fetal tissue cells), e molto altro...e ....

MOLTI VACCINI sono anche IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...oltre a trovarvi in essi, anche parti di questo metallo sintetico. cosa avviene ai metalli introdotti nei corpi viventi (umani ed animali) con i vaccini o con gli alimenti, se vengono irradiati anch'essi...e c osa possono produrre, solo DANNI !
vedi: la prova dello studio nel PDF

Per la Produzione dei Vaccini  gli Addetti che lavorano nella loro produzione, si servono di TUTE SPECIALI e di  una SERIE NORME di ESTREMA SICUREZZA, per smaltire i RIFIUTI RADIOATTIVI DERIVANTI dalla PRODUZIONE dei VACCINI, le aziende incaricate si servono di un RIGOROSO PROCEDIMENTO di SMALTIMENTO per EVITARE un PERICOLO CONTAMINAZIONE NUCLEARE !.... senza la RADIAZIONE alcuni Vaccini non funzionano...
e poi li iniettano nei Neonati, Bambini, ragazzi, adulti ed anziani....
Per INOCULARE un VACCINO RADIOATTIVATO in un NEONATO di 2 MESI, BASTANO SOLO POCHI SECONDI, USANDO DEI SEMPLICI GUANTI di  LATTICE ! 


I vaccini a DNA, ormai sono attuali e propinati a tutti i bambini, per modificare il loro DNA = che divengono AUTOMI
!
I vaccini a DNA rappresentano la prossima generazione di vaccini che vi attende.
Non si tratta più di stimolare la risposta anticorpale del ricevente con degli antigeni OGM o con i virus vivi attenuati ma di farlo diventare direttamente un produttore di antigeni agendo direttamente sul suo genoma.
Leggete bene la testimonianza di Catherine Shanahan, MD, un medico di famiglia certificato, oggi in pensione, con oltre venti anni di esperienza clinica e formazione aggiuntiva in biochimica e genetica, che affronta la questione:
"...Recentemente ho sentito parlare di una nuova biotecnologia per realizzare vaccini a DNA. Il pensiero di farlo mi fa raggelare il sangue.
Ciò di cui stanno parlando è trasformare le persone in organismi geneticamente modificati.
I vaccini regolari inoculano i riceventi con le stesse proteine a cui sarebbero comunque esposti, se infetti dal virus in questione. I vaccini a DNA agiscono invece modificando il nostro DNA, cambiandoci a livello cellulare.
I vaccini a DNA trasportano il DNA nel nucleo della cellula muscolare stessa, costringendola a produrre proteine virali, potenzialmente per il resto della tua vita.
Secondo il biochimico indiano Neeraj Kumar, "l'immunostimolazione prolungata porta a un'infiammazione cronica", potenzialmente a una grave malattia autoimmune come il lupus o la miastenia grave..." Neeraj Kumar: "...
In altre parole, potresti sviluppare una grave malattia autoimmune sulla falsariga del lupus, o potenzialmente anche un disturbo neurologico come la miastenia grave.
Mentre è vero che le malattie infettive come la malaria e la tubercolosi sono diffuse e pericolose per la vita e una nuova tecnologia che potrebbe aiutare a difendersi meglio da loro sarebbe gradita, io per primo non ho interesse a registrarmi per diventare un prodotto OGM della Inovio Corporation.
Guarda i primi due minuti dell'intervista del Dr. Joseph Kim, CEO di Inovio Corp, e decidi tu stesso se si preoccupa maggiormente della sicurezza o dei profitti..
" Shanahan, C., “Humans as GMO’s? New Vaccine Technology Alters Our DNA” Dr. Cate, December 16, 2009.

http://drcate.com/humans-as-gmos-new-vaccine-technology-alters-our-dna/

Un nuovo adiuvante vaccinale, l'oligonucleotide 1018, contenente delle sequenze CpG (citosina-fosfo-guanina) non metilate è, di fatto, nient'altro che DNA sintetico. È già stato approvato per essere usato nei vaccini per l'epatite B in sostituzione dell'antigene HBsAg associato con i sali di Alluminio. Di seguito, uno studio di valutazione.

PS.: questa tecnologia basata sull'impiego degli oligonucleotidi, è già all'avanguardia nel settore delle armi biologiche.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27718183/
Il miglior vaccino è quello che non è stato mai somministrato....

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

Eccipienti inclusi nei vaccini statunitensi, per vaccino 
Oltre agli antigeni della malattia indeboliti o uccisi (virus o batteri), i vaccini contengono quantità molto piccole di altri ingredienti - eccipienti o mezzi di comunicazione. 
Alcuni eccipienti sono aggiunti a un vaccino per uno scopo specifico.                                                       
Questi includono: 
- Conservanti, per prevenire la contaminazione. Ad esempio,
thimerosal (mercurio). 
- Coadiuvanti, per aiutare a stimolare una risposta immunitaria più forte. Ad esempio,
sali di alluminio
- Stabilizzatori, per mantenere il vaccino potente durante il trasporto e lo stoccaggio. Ad esempio, zuccheri o gelatina. 
- Altri sono tracce residue di materiali che sono stati utilizzati durante il processo di produzione e rimossi.
Questi includono: Materiali di coltura cellulare, utilizzati per coltivare gli antigeni del vaccino. Ad esempio, proteine dell'uovo, vari terreni di coltura (es.: Hela = cellule cancerogene). 
- Ingredienti inattivi, usati per inattivare virus e tossine. Ad esempio, la
formaldeide (cancegogeno).
-
Antibiotici, usati per prevenire la contaminazione da batteri. Ad esempio, la neomicina. 

La seguente tabella elenca tutti i componenti, diversi dagli antigeni, mostrati nel foglietto illustrativo del produttore (PI) per ciascun vaccino. Ognuno di questi PI, che può essere trovato sul sito web della FDA contiene una descrizione del processo di produzione del vaccino, inclusa la quantità e lo scopo di ogni sostanza. Nella maggior parte dei PI, questa informazione si trova nella Sezione 11: "Descrizione".

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

VACCINI e le LINEE CELLULARI FETALI - ATTACCO alla GENETICA UMANA
? - 20 luglio 2017
Sugli effetti collaterali dei «farmaci pediatrici» chiamati vaccini non ci sono dubbi se non nei cervelli di quelle persone profondamente analfabete e ignoranti che si informano tramite la televisione e i giornali, e da parte di quel mondo scientifico e corrotto collegato a doppia mandata con le lobbies della chimica e farmaceutica.

Moltissimi autori, ricercatori e medici onesti intellettualmente descrivono che la causa degli effetti avversi starebbe non tanto nella parte antigenica (virale o batterica che sia), quanto negli adiuvanti e conservanti usati dalle industrie: sostanze neurotossiche (sali di alluminio e mercurio, ecc.), cancerogene (formaldeide, ecc.), antibiotici, ecc.

Tutto estremamente corretto. Ma forse c’è dell’altro… I vaccini contengono sostanze molto meno note - perché coperte dall’inviolabile segreto industriale - che si nascondono dietro sigle e/o acronimi e che potrebbero giocare invece un ruolo prioritario nell’eziologia di gravissime e incurabili patologie, per non parlare dell’inquietante modifica della genetica umana… Le sostanze in questione sono: MRC-5, WI-38 e Vero.

 

Ecco le informazioni riportate dai bugiardini delle rispettive società produttrici.

 

VACCINO INFANRIX HEXA

Nel vaccino esavalente prodotto dalla Glaxo contro difterite, tetano, epatite-B, poliomielite, pertosse e haemophilus influenzae tipo B:

«prodotto da cellule di lievito (S. cerevisiae) tramite tecnologia del DNA ricombinante»; «propagato in cellule VERO».

 

VACCINO M-M-R VAXPRO

Nel vaccino trivalente prodotto dalla Sanofi Pasteur contro morbillo, parotite, rosolia:

«prodotto su cellule embrionali di pollo»; «prodotto su fibroblasti di polmone diploidi umani WI-38».

 

VACCINO PRIORIX

Nel vaccino quadrivalente prodotto dalla Glaxo contro morbillo, parotite, rosolia, varicella:

«coltivato in colture di cellule embrionali di pollo»; «coltivato in cellule diploidi umani MRC-5».

 

VACCINO PROQUAD

Nel vaccino quadrivalente della Sanofi Pasteur contro morbillo, parotite, rosolia, varicella:

«prodotto su cellule embrionali di pollo»; «prodotto su fibroblasti di polmone diploidi umani WI-38»; «prodotto su cellule diploidi umani MRC-5».

 

VACCINO PENTAVAC

Nel vaccino pentavalente prodotto dalla Sanofi Pasteur contro difterite, tetano, pertosse, polio, haemophilus influenzae tipo B:

«adsorbito su alluminio idrossido»;

«prodotto su cellule VERO».

 

Per far crescere i ceppi virali usati poi nei vaccini, le corporation necessitano di un terreno di coltura rappresentato da cellule umane o animali o entrambe assieme (pollo e uomo).

Vediamo adesso nel dettaglio cosa rappresentano e soprattutto cosa nascondono le sigle:

VERO, WI-38, MRC-5.

 

Innanzitutto è interessante sapere che tutti e tre i brevetti di queste linee cellulari sono nelle mani della ATCC®, la più importante e sconosciuta organizzazione mondiale che si occupa di risorse e materiali biologici.

Lavora fin dal 1925 sulla produzione, conservazione e vendita di microrganismi (tra cui fermenti e probiotici) e linee cellulari.

La sede nei primi anni di attività dell’azienda era presso l’Istituto McCormick a Chicago, poi si trasferì all’università di Georgetown a Washington e ora si trova a Manassas in Virginia vicino all’Istituto nazionale di salute americano.

 

WI-38  (Winstar Institute 38, numero ATCC®, CCL-75) La sigla WI-38 indica cellule diploidi umane.

Cellule fibroblastiche polmonari di un feto femmina svedese abortito dopo 3 mesi di gestazione perché la famiglia riteneva di avere già troppi figli.

La linea cellulare isolata la prima volta da Leonard Hayflick e Paul Moorhead nel 1964 è stata ampiamente utilizzata nella ricerca scientifica, con applicazioni che vanno dalla creazione di importanti teorie nella biologia molecolare alla produzione di molti tipi di vaccini anti-morbillo+parotite+rosolia, anti-varicella e anti-herpes zooster.

Dagli anni Sessanta ad oggi continuano ad utilizzare questa linea cellulare. Com’è possibile? A spiegarlo è la stessa ditta produttrice: la crescita di queste cellule è stata fatta aumentare grazie all’aggiunta di un fattore di necrosi tumorale (TNF alfa).

 

MRC-5  (Medical Research Council 5, numero ATCC®, CCL-171) Ancora più inquietante è il brevetto della linea cellulare MRC-5 sempre prodotto dalla ATCC.

Si tratta di cellule polmonari prelevate da un feto maschio abortito di 14 settimane da una mamma di razza caucasica, ma in questo caso ci sono anche altre informazioni aggiuntive.

Questa linea è stata preparata e sviluppata da J. Jacobs nel 1966 partendo dalle cellule espiantate di feto di una donna di 27 anni inglese ricoverata in manicomio.

Lo specifica il report pubblicato su «Nature»: «non cellule oncogene, non malattie familiari, feto espiantato da una donna per cause psichiatriche»!

«Taken from a 14-week male foetus removed for psychiatric reasons from a 27 years old woman».

 

VERO  (numero ATCC®, CCL-81)

Le cellule VERO non sono di origine umana ma animale: derivano dai reni di una scimmia verde africana (Chlorocebus).

Scoperte per la prima volta il 27 marzo 1962 dalla Chiba University in Giappone.

La linea cellulare che ancora oggi si usa è quella ottenuta dopo il 93° passaggio di crescita cellulare al Laboratorio di Virologia Tropicale dell’Istituto nazionale malattie infettive della medesima università il 15 giugno 1964.

Il problema anche in questo caso è molto serio perché la rivista scientifica americana «Cancer Research» ha fornito evidenze sulla presenza di un virus della scimmia, denominato SV40, nei tumori cerebrali umani (gliomi) e nei campioni di sangue e sperma di individui sani.

Questo virus presente nelle scimmie, dove sembra essere innocuo, come può aver saltato la specie e infettato l’uomo? Sono state inventate le teorie più bizzarre che ovviamente si commentano da sole: dal consumo alimentare di carne di scimmia, ai rapporti sessuali tra africani e la povera bestia.

La risposta necessita di uno sforzo mentale e una fantasia meno eccessivi: vaccinazioni!

Molti ricercatori e scienziati ne sono convinti, come il professor Mauro Tognon, biologo e genetista dell’Università di Ferrara: «È noto dal 1960 che SV40 fu trasferito all’uomo mediante le vaccinazioni anti-polio eseguite su scala planetaria durante il periodo 1955-63. Durante quel periodo nei soli Stati Uniti d'America 98 milioni di individui, vaccinati con le antipolio, furono infettati con SV40».

Nel sito ufficiale della ATCC che produce le cellule VERO, è riportato che tra le varie suscettibilità ai virus, c’è anche il SV40…

 

HIGH FIVE CELLS™ (Numero catalogo B85502) Queste linea cellulare fu sviluppata dall’Istituto Boyce Thompson per la ricerca di piante di Ithaca, NY.

Le High Five™ sono cellule di origine animale estrapolate dall’ovaio di un insetto: la falena Trichoplusian ni.

Le cellule High Five™ sono la scelta migliore per via dell’alto numero di espressione proteica, e in questo substrato vengono coltivati i virus vaccinali come quelli dell’HPV, il Papilloma Virus umano.

Nel sito della società Thermo Fisher Scientific viene anche riportato il costo di queste cellule.

Il costo di 3x106 (3 milioni) di cellule è di 1122 euro.

Nel sito ufficiale viene specificato che questa linea cellulare va manipolata con molta attenzione. «Maneggiare come materiale al alto rischio, contenimento di Livello 2 di Biosicurezza. Questo prodotto contiene Dimethyl Sulfoxide (DMSO), un materiale pericoloso» …

 

COSA SUCCEDE INOCULANDO DNA UMANO ?

Alcuni dei virus citati sono ospite-specifici e per sopravvivere creano stretti legami con le cellule in cui penetrano. Quando un virus matura e si divide, acquisisce alcuni frammenti del DNA delle cellule che lo ospitano e se viene utilizzato per preparare un vaccino porta con sé frammenti del DNA delle cellule su cui è stato coltivato (in questo caso DNA fetale umano).

Poiché il nuovo DNA virus/cellula-fetale è almeno in parte della stessa specie del destinatario del vaccino (razza umana), nel momento in cui il DNA virale modificato viene a contatto col DNA umano del soggetto che ha ricevuto il vaccino, si verifica la cosiddetta ricombinazione omologa del DNA (un processo che avviene spontaneamente solo all’interno di una stessa specie).

Si vengono così a formare cellule con un DNA virus/cellula-fetale/vaccinato che possono venire riconosciute come estranee scatenando una risposta immunitaria volta ad eliminare queste cellule anomale (infiammazione).

Dato che l’oggetto di questa battaglia sono le cellule del soggetto stesso, si può scatenare una «risposta autoimmune» nei soggetti che presentano una predisposizione.

Sarà un caso ma oggi le malattie autoimmuni (oltre una ottantina, tra cui: diabete tipo-1, artrite reumatoide, lupus, tiroidite, sclerosi, ecc.) sono in crescita esponenziale tra la popolazione infantile e adulta.

I geni che sono stati collegati all’autismo (AAGs: autism associated genes) hanno una sensibilità molto elevata verso gli insulti alla stabilità genomica in confronto al gruppo di tutti i geni contenuti nel genoma umano e in particolare la sensibilità maggiore è stata riscontrata nei AAGs del cromosoma X.

I virali prodotti da linee cellulari fetali contengono quantità inaccettabilmente elevate di frammenti contaminati di DNA fetale umano e questi vaccini potrebbero indurre l’autismo proprio perché il DNA fetale contaminato dal virus agisce su aree del nostro genoma che sono più sensibili a questo tipo di insulto e che sono proprio le aree che contengono i geni collegati all’autismo. Ecco il classico esempio di danno epigenetico.

Ma non è tutto…

 

CONCLUSIONE

Ricapitolando: nei vaccini pediatrici oltre ai pericolosissimi adiuvanti, metalli pesanti, formaldeide, antibiotici, ecc. si trovano cellule derivate da feti umani abortiti “tenute in vita” (passatemi il termine) da oltre cinquant’anni grazie a fattori tumorali di crescita e moltiplicazione.

Oltre a questo, che è sufficientemente grave per inquietarsi l’animo, alcuni vaccini contengono pure il virus SV-40 delle scimmie che potrebbe giocare un ruolo importante, come cofattore, nell’insorgenza di tumori nell’uomo.

Da oltre mezzo secolo ricercatori pazzi, al cui confronto Mengele è stato un pivellino, lavorano alacremente per tenere in vita cellule fetali che serviranno a Glaxo, Sanofi e Merck per la produzione di vaccini.

Solo chi è mentalmente ottuso o in totale malafede non vuole vedere la crescita esponenziale di patologie e disturbi vari nella nostra società, soprattutto in età pediatrica:

 

- 1 bambino su 6 ha disturbi specifici dell’apprendimento;

- 12-15% dei bambini hanno il disturbo da deficit di attenzione (ADHD);

- 1 bambino su 87 è all’interno dello spettro autistico, con un aumento del 1700% in 10 anni;

- 1% è la morte improvvisa del lattante (SIDS, morte in culla);

- 40 sono i morti e 15.000 le reazioni avverse al Gardasil (Vaccino della Glaxo contro il papilloma virus);

- 1 persona ogni 15, ultra 65enne, affetta da demenza, 1 su 8 oltre gli 85 anni;

- 1 persona ogni 450 manifesta il diabete infantile di tipo-1;

- 1 uomo ogni 2 ed 1 donna ogni 3 svilupperà il cancro nel corso della vita;

- L’Italia ha il triste primato in Europa per numero di tumori in età pediatrica.

 

Inoculando nel corpo di un neonato di due/tre mesi privo di un sistema immunitario maturo, batteri, virus, metalli pesanti (come alluminio e mercurio), antibiotici, formaldeide si corrono gravissimi rischi: disbiosi intestinali, infiammazioni, tra cui le pericolosissime encefaliti, malattie autoimmuni, allergie, ecc.

Ma cosa succede quando a finire nel sangue sono frammenti di DNA alieno? DNA con un corredo cromosomico femminile (XX) e/o maschile (XY)? 

Può questo interferire e/o squilibrare la genetica maschile e quella femminile? Tale abominio potrebbe influenzare il normale sviluppo fisico, mentale e sessuale di un bambino maschio?

L’epigenetica insegna che è l’ambiente e le informazioni che da questo partono a far attivare o disattivare le varie espressioni geniche nel corpo umano.

 

La caratteristica forma a doppia elica allungata del DNA lo renderebbe un’ottima antenna per la ricetrasmissione di onde elettromagnetiche e dagli esperimenti compiuti dai russi il DNA, sottoposto a radiazioni elettromagnetiche, si comporta proprio come un “oscillatore”.

 

Il premio Nobel per la medicina Luc Montagnier ne è convinto: «il DNA del genoma della maggior parte dei batteri patogeni contiene spezzoni che risultano capaci di generare onde elettromagnetiche a frequenza molto bassa, fino a 2 mila Hz». I ricercatori hanno rilevato «gli stessi segnali elettromagnetici di spezzoni di DNA batterico nel plasma sanguigno di pazienti colpiti da Alzheimer, Parkinson, sclerosi multipla e artrite reumatoide».

Questo significa che il DNA è in grado di emettere e trasmettere segnali elettromagnetici di bassa frequenza, i quali mantengono poi “memoria” delle caratteristiche del DNA stesso.

Quale messaggio e quale informazione potrà trasmettere il DNA di cellule di un feto abortito di tre mesi negli anni Sessanta da una donna psichiatrizzata ?

 

Stiamo per caso assistendo al tentativo criminale di modifica e/o inquinamento della genetica umana? Trasformare per esempio il maschio (XY) in un caotico miscuglio ibrido, dove non sa bene a che genere appartiene. Questo potrebbe essere molto interessante per l’Industria della malattia e quella che specula sulla vita: utero in affitto, fertilità, impianti, cure ormonali, banche del seme, ecc.
Un giro di affari incalcolabile perché di mezzo c’è il controllo totale sulla vita …

 

Le previsioni ufficiali non lasciano spazio a molti dubbi: la combinazione tra la persistente denatalità ed il progressivo aumento della longevità conducono a stimare che nel 2050, la popolazione inattiva sarà in misura pari all’84% rispetto a quella attiva. 
Inattiva significa non in grado di procreare !

Negli ultimi 50 anni il numero di spermatozoi maschili si è ridotto della metà...

 

Forse dovremo fare l’abitudine a titoli come questo: «Femminizzazione del maschio e infertilità maschile»? .

La fortuna vuole che ci siano società biotech e farmaceutiche che lavorano per risolvere questo serissimo problema «creando la vita» on demand e soprattutto on pay.

Un domani infatti solo chi avrà soldi potrà permettersi di «comperare» e «fabbricare» una creatura vivente su misura, a proprio piacimento, mediante per esempio la scelta di un utero in affitto (passaggio transitorio) per giungere al vero e proprio commercio di impianti, ovuli e sperma sintetici creati in laboratorio. Quando poi finiranno la costruzione dell’utero artificiale finalmente la donna sarà sganciata dal fardello assurdo e doloroso chiamato gravidanza !
By
Marcello Pamio

Ma il problema non e' solo l'utilizzo di DNA umano, e' che il DNA introdotto nei vaccini e' ingegnerizzato (manipolato), a mezzo nanotecnologia...ecco come fanno...

Robot a DNA per compiti nanoscopici - 15/09/2017
Un dispositivo costituito da un singolo filamento di DNA è in grado di muoversi autonomamente su una superficie per spostare molecole in siti prestabiliti. In futuro questo robot nanoscopico potrebbe trovare numerose applicazioni, per esempio nella nanomedicina
Muoversi autonomamente su una superficie, prendere molecole e portarle verso un sito predefinito. È quello che riesce a fare una nuova macchina nanoscopica, costituita da un singolo filamento di DNA, realizzata da Lulu Qian e colleghi del California Institute of Technology, e 
descritta su “Science”.
Il
DNA è una molecola ideale per questo tipo di realizzazioni: ha infatti proprietà fisiche che sono note e programmabili. Un singolo filamento di DNA è infatti costituito solo da sequenze di quattro molecole, legate tra loro come in una collana di perle, chiamate adenina, guanina, citosina e timina.
Illustrazione del robot a DNA tra molecole da riconoscere e trasportare. (Credit: Ella Maru Studio)
Il nuovo dispositivo di dimensioni nanoscopiche è costituito da tre unità elementari che potrebbero essere usate per assemblare un robot a DNA: una “zampa” con due “piedi” per camminare, e una “mano” per prendere il carico, e un segmento che può riconoscere uno specifico punto di scarico e un segnale da inviare alla mano per rilasciare il suo carico. Ciascuno di questi componenti è costituito solo da pochi nucleotidi a singolo filamento di DNA.

Nella sperimentazione descritta su “Science”, la macchina molecolare ha esplorato una superficie, ha individuato sei diverse molecole e le ha poi trasportate in due zone distinte: la marcatura a fluorescenza ha dimostrato che il robot a DNA è riuscito a terminare il compito assegnato in 24 ore. Il processo è complessivamente lento, dunque, ma ha il vantaggio di usare una quantità di energia estremamente bassa.
In linea di principio, questi blocchi modulari potrebbero essere assemblati in molti diversi modi per svolgere compiti differenti: un robot a DNA con molteplici mani potrebbe per esempio trasportare più molecole simultaneamente. Ma le possibili applicazioni potrebbero essere quasi illimitate.
“Non sviluppiamo robot a DNA per applicazioni specifiche: il nostro laboratorio è concentrato a sviluppare dispositivi a scopo generico”, ha spiegato Qian. “Tuttavia, la mia speranza è che altri ricercatori possano sfruttare questi risultati per nuove e affascinanti applicazioni, come l’uso di robot aggregati a formare una sorta di fabbrica nanoscopica per la sintesi di farmaci, che potrebbero essere rilasciati all’interno del corpo umano solo in risposta a uno specifico segnale liberato nel flusso sanguigno o nelle cellule”.
“Il principale progresso segnato dallo studio è nella metodologia di progettazione di semplici dispositivi a DNA che lavorano in parallelo per svolgere compiti non banali”, ha sottolineato John Reif, della Duke University a Durham, in un articolo di commento pubblicato sempre su “Science”. “Molte affascinanti applicazioni emergenti, per esempio nel campo della nanomedicina, potrebbero fare uso di questi dispositivi a DNA posti in parallelo”.
Tratto da: lescienze.it

Le aziende degli ORRORI che commercializzano le cellule di feti vivi abortiti per creare VACCINI
http://www.lanuovabq.it/it/aborti-il-business-degli-orrori-del-planned-parenthood
https://www.coriell.org/0/Sections/Search/Sample_Detail.aspx?Ref=AG05965-C&PgId=166

24 novembre 2017 
Hanno bloccato il caso di mia figlia perché ho dimostrato la correlazione della sua Sindrome Autistica e la Clonazione del suo DNA !
- Ho correlato le 6 allergie chimiche di mia figlia alla
mutazione genetica, danno irreversibile !
- Ho correlato le 3 intolleranze alimentari di mia figlia alla
mutazione genetica !
- Ho correlato la
Disbiosi Intestinale alla presenza di Cobalto Radioattivo nel sangue !
- Ho correlato la presenza degli enzimi cancerog
eni del suo intestino al Vaccino Anti Epatite B !
- Ho investigato la
Mafia Farmaceutica nella Regione Veneto e ho messo sotto inchiesta 4 Istituzioni Sanitarie Statali !
- Ho esposto il traffico di organi fetali, tessuti e organi attraverso una rete di Consultori Abortivi Italiani ed Internazionali
(vedi
A.I.E.D. e Planned Parenthood).
Diventerò uno dei peggior nemici della
Glaxo Smith Kline quando tutta la Documentazione da me raccolta sarà esposta in Tribunale. Ho rinunciato a 2 Cittadinanze per poter Rappresentare mia figlia davanti a questi Criminali !
Vi distruggero' le poltrone comode e insanguinate dalle
morti di tutte le creature che avete sacrificato !
By
Laura Dana Popescu

Glaxo Smith Kline conferma per iscritto di usare le Tecnologie di Clonazione per la produzione dei Farmaci e dei Vaccini !
Giada (mia figlia), e' il primo caso Veneto in cui si sta lottando di ottenere il riconoscimento per la Clonazione del DNA attraverso le Vaccinazioni Pediatriche !
Battaglia aperta in quattro Istituzioni Sanitarie della Regione Veneto con tentato archiviazione del caso, censura e oscuramento di prove e analisi genetiche !!!
Non c'è Avvocato o Persona in grado di affiancarmi, il pericolo è troppo grande. Sono ancora fortemente decisa di rappresentare il caso di mia figlia, dichiaro apertamente che non mi pongo limiti militari, politici o governativi, nelle ricerche nazionali ed internazionali! Sono cosciente del potere della Mafia Nucleare, delle Corporazioni che stanno controllando il Mondo. Lo spettro autistico è stato geneticamente indotto attraverso la Clonazione del DNA !
Tecnologie come la Clonazione del DNA vengono usate in progetti governativi militari (già presenti negli anni '30) per manipolare il genoma umano e creare identiche disfunzioni geniche, blackout dei geni in un numero infinito di esseri umani.
Un essere si può clonare interamente o attraverso la manipolazione genica/DNA per via sistemica/ vaccinazione.
Geni ingegnerizzati, non identificati nemmeno dai Centri di Controllo Internazionali, progettati con l'intento di essere inseriti nel Genoma del Bambino e di modificare la sua Evoluzione Psicofisica a vita! I virus non sono patogeni ma GENI COSTRUTTORI progettati per indurre predisposizioni genetiche responsabili per tumori, varie patologie.

Glaxo Smith Kline mi ha inoltrato la loro dichiarazione sull'aspetto delle pozioni politiche che adottano per l'uso delle Tecnologie di Clonazione del Dna/Geni a lucro farmaceutico. Non posso condividere l'intero Documento per accordi di privacy, è strettamente necessaria una mia collaborazione con la Lobby Farmaceutica  per ottenere maggior informazioni sulla materia prima utilizzata nella produzione dei Vaccini che hanno fatto ammalare mia figlia, è totalmente vero che non posso e non sono in diritto di modificare o tradurre in modo errato varie arti o contenuti dei Documenti di Produzione e politica interna.
Vi inoltro solo una parte del testo, nella lingua inglese, dove la stessa
Glaxo spiega in quali metodi di produzione viene usata la Tecnologia di Clonazione del Dna/Geni:
"Cloning is the process of producing an identical copy of something – in the case of biomedical research, a gene, cell, or entire organism. Biomedical researchers have used cloning technology for a number of decades. The technology has improved our understanding of human biology and led to innovative medical breakthroughs. 
There are three main applications of cloning technology in biomedical research: molecular cloning, cellular cloning, and animal cloning. There is also a distinction between “therapeutic” and “reproductive” cloning. Research is also underway in some quarters using cybrid embryos. 
Molecular cloning: 
Molecular cloning is an essential tool in research at
GSK and other research institutions. Molecular cloning involves placing a new piece of DNA into a cell in such a way that every time the cell divides, the DNA is reproduced. This process generates many copies of identical genetic material that can be studied and used in the research process. It also enables production in industrial quantities of the specific protein encoded by a gene. 
One important example of molecular cloning is to produce a human protein needed to treat a disease. Since the discovery of the gene associated with insulin production, for example, molecular cloning has been used to enable bacteria to produce human insulin. The human gene is inserted into bacterial cells that in turn mass-produce human insulin. Prior to this breakthrough, patients with diabetes had to rely on cow or pig insulin, often requiring higher doses and increasing the risk of adverse reactions. 
Cellular cloning:
Cellular cloning is used to produce and perpetuate cell lines of identical cells and is also a fundamental tool in research and development used by
GSK. A combination of cellular cloning and molecular cloning enables the sequencing of the human genome, which is providing researchers with the ability to investigate the underlying causes of diseases in order to develop better prevention, treatments and cures.
Animal cloning:
Animal cloning involves a wholly different technique called somatic cell nuclear transfer (SCNT). This technique removes the nucleus of an unfertilised egg cell, replaces it with material from the nucleus of a "somatic cell" (a skin cell, for example), and then stimulates this hybrid cell to begin dividing. 
Cybrid Embryos:
UK legislation passed in 2008 allows research into life-saving diseases using cytoplasmic hybrids, or cybrids. These are made by using eggs from animals, such as rabbits or cows, which have had their nuclei replaced with genetic code from human cells. This is not an area of research currently conducted by
GSK; however, we recognise its potential value in supporting discovery of novel medicines. Any decision to apply the technology to future GSK research programmes, or those of our academic partners, would be made following the same stringent internal guidelines established for embryonic and fetal stem cell use".
Ripeto, non possono chiudere questo account, solo io posso disabilitare il sistema. Chi sono io non importa più. Per fare queste Ricerche ho una preparazione alle spalle, che non è nata solo per il caso di mia figlia. Uso la piattaforma Facebook a scopo di ricerca e condivisone di informazioni per tutti coloro che vogliono imparare. Raramente lascio traccia delle mie ricerche o link., molti dei studi condivisi da me sono stati inseriti nel sito MedNat.org da Jean Paul Vanoli.
Vi voglio dare un Input per aprire le vostre menti e ricercare la Verità anche da soli, perché il controllo mentale è ad alto livello in Italia.
By
Laura Dana Popescu  - #AbolishVaccines

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CDC - Schede rilasciate dai CDC, indicanti gli adiuvanti/contenuti dichiarati dai fabbricanti di Vaccini (quelli NON dichiarati, ma esistenti, sono  stati individuati da analisi al microscopio elettronico), inoltre sappiamo per CERTO che NON indicano, nelle schede disponibili sul web, certe "sostanze ingegnerizzate" (GM), cioe' preparate nei loro laboratori, che pero' nelle schede rilasciate dalla FDA.....sono state CANCELLATE (cioe' coperte con pennarello nero - abbiamo in mano le prove....)....perche' esse perseguono gli "scopi" e le finalita' dei "proprietari" di Big Parma....creare malati.....e ridurre la popolazione a 500.000 di persone
Questa e' la lista del rilascio delle Licenze per i vaccini in commercio

VISIONATE QUESTO VIDEO (in Francese) e FATE ATTENZIONE a COSA DICE SUI VACCINI,  assieme ad altre affermazioni addomesticanti il concetto che comunque i vaccini sarebbero utili.... !
- https://youtu.be/CkaShASiWGw

Ecco il grido/urlo CONSAPEVOLE, di una madre molto ben informata sui vaccini, che ha una figlia rovinata dai vaccini...
"
In base alle Leggi Governative nei vari Continenti che co-amministrano le Agenzie Internazionali per le Sostanze Chimiche, la Lobby Farmaceutica con in testa la Glaxo Smith Kline (GSK e' una delle piu' grandi case farmaceutiche che corrompe tutto e tutti, in tutto il mondo....) è esentata dai vari governi, dalla procedura di trasmissione dei dati sulle sostanze chimiche che contiene il vaccino pediatrico Infanrix Hexa e quindi sulla Tossicità del prodotto
USA, Australia, Canada, China, Europa (EU), Giappone, Korea del Sud, Nuova Zelanda, Filippine firmano No al Trattato di Legge.
La Glaxo mantiene la segretezza sulla lista delle sostanze tossiche che usa nei Vaccini Pediatrici e viene esentata dal riprodurle anche nelle Schede Tecniche del prodotto.... tutto nascosto con gli accordi accettati dai vari governi....
Avete capito che Big Pharma guida i Governi Mondiali ? Aboliamo i Vaccini !!! "


ANSM (Agence nationale de sécurité su médicament et des produits de santé)
Studio comparato ricerca di particelle e elementi nei vaccini e in altri prodotti sanitari iniettabili:
(Ténormine; Prevenar; Infanrix Tetra; Meningo A + C; Avaxim; Vaxigrip; Meningitec)

C = Carbonio

N = Azoto

Na = Sodio

Cl = Cloro (irrita il sistema respiratorio, soprattutto in bambini e anziani. Può causare Edema polmonare)

W = Wolframio o Tungsteno (causa attacchi convulsivi e insufficienza renale con necrosi tubulare acuta)

Si = Silicio

Cr = Cromo (può provocare Intossicazione acuta e cronica)

Al = Alluminio

Mg = Magnesio

K = Potassio

S = Solfo (Molti composti dello zolfo sono tossici o corrosivi)

Fe = Ferro (Un eccesso di ferro può produrre disturbi (emocromatosi))

Ti = Titanio (ha una tendenza al bioaccumulo nei tessuti che contengono silice)

Ca = Calcio (Un'assunzione quantitativa molto elevata di sali di calcio può provocare ipercalcemia e/o ipercalciuria)

P = Fosforo (molto velenoso. L'avvelenamento cronico provoca la necrosi del tessuto osseo. Gli esteri fosforici sono velenosi per il sistema nervoso)

Gd = Gadolinio (aumenta il rischio di sviluppare una grave condizione medica, chiamata fibrosi nefrogenica sistemica - malattia progressiva che può essere debilitante, con esito talora fatale -  nei pazienti con insufficienza renale grave, acuta o cronica)

Mn = Manganese (tossico. La malattia di Parkinson è stata correlata ad esposizioni a manganese nell'industria metalmeccanica, soprattutto fra i saldatori. È elencato nella lista delle sostanze pericolose stilata dall'OSHA)

Y = Ittrio (pericoloso. I sali di ittrio sono sospetti cancerogeni)

Sn = Stagno (i composti trialchilici e triarilici dello stagno sono biocidi)

Sb = Antimonio (tossico, simile a quello da arsenico. A piccole dosi provoca mal di testa e vertigini; a dosi più alte provoca attacchi di vomito violenti e frequenti e porta alla morte nell'arco di pochi giorni)

 

- http://ansm.sante.fr/var/ansm_site/storage/original/application/e35712dbf59a01cfae2f5a0e15c58245.pdf

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI - DANNI dei VACCINI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

QUINDI Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio, la caseina anch'essi possono provocare disturbi anche seri, es. la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascinano nell'età adulta, oltre a vari altri problemi fra i quali l'infiammazione detta Asia.....
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente...magari anche con chip occultati nei vaccini...
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60
e questo metallo assieme agli altri sempre presenti in tutti i vaccini, vengono immessi in alcuni vaccini e quindi nei corpicini dei bambini...e queste pericolose sostanze tossiche possono danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...

... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con dirigenti della FEDERFARMA... case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....

Esavalente, Rapporto segreto confidenziale del produttore sul vaccini esavalente

Visionare questo PDF con tutti i Grafici e l'ininfluenza dei vaccini sulla scomparsa delle malattie

ECCIPIENTI dei vaccini
esempio:
Il 14 marzo, 2016 Moms Across America ha ricevuto i risultati preliminari di screening da Microbe Inotech Laboratories Inc. di St. Louis, Missouri.

I DATI HANNO CONFERMATO CHE TUTTI  I VACCINI analizzati SONO RISULTATI POSITIVI AL  GLIFOSATO E AD ALTRI 700 ERBICIDI A BASE DI GLIFOSATO.

IN PARTICOLARE, LE CONCENTRAZIONI DI GLIFOSATO RIGUARDANO:
- DTAP VACCINO (ADACEL SANOFI PASTEUR) IL QUALE CONTENEVA 0.123 PPB,
- L’INFLUENZA FLUVIRIN (NOVARTIS): 0.331 PPB,
- HEPB ENERGIX-B (GLAXO SMITHKLINE): 0.325
- PPB, PNEUMONOCCAL VAX POLIVALENTI PNEUMOVAX 23, (MERCK): 0,107 PPB .
IN MODO ALLARMANTE, IL VACCINO MMR II (MERCK), CHE L'INFORMATORE dei CDC DR. WILLIAM THOMPSON (E NON SOLO) HA CORRELATO ALL’AUTISMO, AVEVA LIVELLI FINO A 25 VOLTE SUPERIORE RISPETTO AGLI ALTRI VACCINI, A 2.671PPB.
SI PUÒ ESSERE CONSAPEVOLI DEL FATTO CHE UNO DEI RISULTATI PIÙ CONSISTENTI NELLA RICERCA SULL’AUTISMO È PROPRIO LA GRANDE ANOMALIA DEL MICROBIOMA INTESTINALE.

Vedi: Vaccine Excipients - CDC

Gli scienziati Anthony Samsel e Stephanie Seneff hanno preannunciato la pubblicazione di un peer reviewed : “Glyphosate pathways to modern diseases V: Amino acid analogue of glycine in diverse proteins”. 
Come è possibile che sia contenuto nei vaccini ?
Ebbene, i produttori di vaccini a volte utilizzano sottoprodotti di origine animale nei vaccini quali ad esempio proteine derivanti dal pollo, dalle uova o gelatina che proviene dalle ossa. E se quei produttori di vaccini utilizzano gli animali che provengono da allevamenti intensivi, è probabile che essi sono stati nutriti con OGM e GLISOFATO. 
http://farmwars.info/?p=15100
L'ultima bomba di Anthony Samsel, in via di pubblicazione è la sesta ricerca
Link precedenti studi
-
https://www.researchgate.net/publication/236211603_Glyphosate%27s_Suppression_of_Cytochrome_P450_Enzymes_and_Amino_Acid_Biosynthesis_by_the_Gut_Microbiome_Pathways_to_Modern_Diseases
- https://www.researchgate.net/publication/261189254_Glyphosate_pathways_to_modern_diseases_II_Celiac_sprue_and_gluten_intolerance

- http://www.tonu.org/tonu/MyFiles/MF021-Glyphosate-III.pdf
- http://www.tonu.org/tonu/MyFiles/MF021-Glyphosate-IV.pdf
- http://www.tonu.org/tonu/MyFiles/MF021-Glyphosate-V.pdf

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini
 

Ecco il contenuto di alcuni Vaccini con relative documentazioni sulle analisi effettuate su di essi:
INDICE Documenti, cliccate sui Link e compariranno i relativi Documenti:
Doc. 1  +  Doc. 2  +  Doc. 2a  +  Doc. 3  +  Doc. 3a  +  Doc. 4  +  Doc. 4a  +  Doc. 5  +  Doc. 5a  +  Doc. 6  +  Doc. 6a  +  Doc. 7  +  Doc. 7a  +  Doc. 8  +  Doc. 9  +  Doc. 10  +  Doc. 11  +  Doc. 12  +  Doc. 13  +  Doc. 14  +  Doc. 15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc. 20   +  Doc.21  +  Doc. 22  +  Doc. 23  +  Doc. 24  +  Doc.25  +  Doc. 26  +  Doc. 27  + Doc. 28  +  Doc. 29  +  Doc. 30  +  Doc. 31 


Ricordiamo che le Nanoparticelle sono sempre presenti in OGNI tipo di vaccino, come contaminanti tossici, ma OCCULTI.
Una delle caratteristiche delle nanoparticelle e' che quando inalate od inoculate assieme alle altre sostanze tossiche con i vaccini, (nei quali le nanoparticelle sono SEMPRE presenti in abbondanza e di tutti i tipi di metalli, che NON sono segnalate-indicate dai produttori negli appositi bugiardini....), e' quello di avere la possibilita' di "recarsi" in qualsiasi parte dell'organismo (cellule, tessuti, organi) in soli 60 secondi !
Il dr. Montanari della Nanodiagnostic - ecco lo studio/ricerca pubblicata
+ Nanoparticelle nei vaccini (Studio di conferma PDF)

Afferma: "
Le analisi che abbiamo fatto in laboratorio sui vaccini (ritrovando nanoparticelle di metalli di tutti i tipi) richiederebbero qualche spiegazione da parte di chi i vaccini li produce e di chi ne regge il business (Big Pharma) sia dal punto di vista scientifico sia da quello politico".
A RI-conferma:

NANOPARTICELLE nei VACCINI  !!


Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle + Ricerca e Studio dimostrativo sul contenuto di sostanze pericolose nei Vaccini + Nanobatteri nei Vaccini

PRODUZIONE VACCINI ed altro.... Contaminazioni, la storia si ripete:
http://www.vacciniinforma.it/2015/11/09/vaccini-e-contaminazioni-la-storia-che-si-ripete/3598

ALL the Vaccines Are Contaminated - TUTTI i VACCINI SONO CONTAMINATI
NON tutti i vaccini contengono gli stessi ingredienti, per avere la descrizione dei contenuti dei singoli vaccini, occorre vedere in primis il loro "bugiardino"...la parola stessa la dice lunga....infatti NON dice la verita' sui loro contenuti !
https://autismovaccini.org/2017/02/14/germania-analizzate-16-fiale-di-vaccini-tutte-inquinate/

Ecco le prove, con studi delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle
- vedi anche:
Lista degli ingredienti dei vaccini e dei loro terreni di coltura, delle sostanze utilizzate nella produzione e le licenze per la produzione e commercializzazione dei vaccini

PRODUZIONE VACCINI ed altro.... Contaminazioni, la storia si ripete:
http://www.vacciniinforma.it/2015/11/09/vaccini-e-contaminazioni-la-storia-che-si-ripete/3598

ALL the Vaccines Are Contaminated - TUTTI i VACCINI SONO CONTAMINATI
Ecco le prove, con studi, delle varie Micro e NanoContaminazioni dei Vaccini - PDF + Nanoparticelle

vedi: 
Bugiardini 1  +  Bugiardini 2  (elenco dei vaccini) + BUGIARDINI (Foglietti accompagnatori dei Vaccini) + Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDFdott. M. Proietti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ll CDC ha ammesso che tra 1955-1963 più di 98 milioni di americani hanno ricevuto una o più dosi di un vaccino per la poliomielite che è stato contaminato da un virus per il cancro chiamato virus Simian 40 (SV40).
http://www.vaccines.news/2015-09-23-cdc-admits-98-million-americans-were-given-cancer-virus-via-the-polio-shot.html


Il CDC ha messo l'articolo nel suo sito in basso nella pagina, insieme a Google, ma poi lo ha rapidamente tolto, ma il sito è stato memorizzato nella cache, che per fortuna e' stato salvato per simboleggiare questa grande ammissione ed oscuramento.
Ad ulteriore conferma questa ammissione incredibile, assistente professore di patologia alla Loyola University di Chicago Dr. Michele Carbone è stata in grado di verificare autonomamente la presenza del virus SV40 in campioni di tessuto e tessuto osseo delle pazienti che sono morti durante quel periodo. Ha scoperto che il 33% dei campioni con tumori ossei osteosarcoma, il 40% di altri tumori ossei, e il 60% dei tumori polmonari del mesotelioma tutto conteneva questo oscuro virus. Questo lascia la postulazione che verso l'alto di 10-30.000.000 effettivamente contratta e sono stati influenzati negativamente da questo virus, per essere mortale accurate.

 

GERMANIA: 16 Vaccini ANALIZZATI ed una VERITÀ SCIOCCANTE
Nel 2016, sono stati donati migliaia di euro ad una società no-profit di Herrenberg, nelle vicinanze di Stoccarda, denominata AGBUG e.V. per ricercare gli elementi contenuti nei vaccini attuali.
In origine, si intendeva indagare i vaccini per il loro contenuto di mercurio, ma andando avanti, l’associazione ha poi chiesto di estendere le indagini a tutti gli elementi ricercabili.
A questo scopo sono state inviate 16 differenti fiale di vaccini al laboratorio clinico ed ambientale Micro Trace Minerals, con sede in Germania, fondato nel 1975, che opera nel campo dell’analisi dei minerali e dei metalli tossici.
AGBUG ha ora pubblicato i risultati del primo lotto sul suo sito web (vedasi figura 1 )
I 16 vaccini analizzati sono:
- Afluria 2015/16 [vaccino antinfluenzale] ,
- Bexsero [vaccino antimeningococco sierogruppo B,  soggetto a monitoraggio addizionale] ,
- Cervarix [vaccino bivalente antipapillomavirus umano],
- Gardasil [vaccino quadrivalene antipapillomavirus umano],
- Gardasil 9 [vaccino 9-valente antipapillomavirus umano] ,
- Hexyon [nuovo vaccino esavalente,  soggetto a monitoraggio addizionale] ,
- Influvac 2016/2017 [vaccino antinfluenzale] ,
- Menjugate [vaccino antimeningococco sierogruppo C] ,
- Menveo [vaccino antimeningococco coniugato sierogruppo A, C, W135 e Y+
- Neis-Vac C [vaccino antimeningococco sierogruppo C],
- Prevenar 13 [vaccino antipneumococco 13-valente] ,
- Rotarix [vaccino antirotavirus],
- Rotateq [vaccino antirotavirus],
- Synflorix [vaccino antinfluenzale],
- Tetanol Pur [vaccino antitetanico],
-Tetanus Impfstoff Mérieux [vaccino antitetanico]

AGBUG e. V. ha pubblicato da qualche giorno i risultati sul suo sito web.


AGBUG e. V. ha pubblicato da qualche giorno i risultati sul suo sito web.
8 febbraio, 2017: Tutti i risultati dei 16 vaccini investigati sono riassunti in una sola pagina

Tutti questi vaccini analizzati in Germania dimostrano ancora una volta che siamo in presenza di farmaci inquinati sui quali i "controlli di sicurezza" sono quanto meno insufficienti.
vedi:  Analisi dei Vaccini Neisvac e Revaxis

 

Una prima valutazione (8 febbraio 2017) evidenzia quanto segue:
Tutti i 16 vaccini verificati contengono piccole tracce di mercurio.
Otto dei 16 vaccini contengono piccole tracce di nichel.
Sei dei 16 vaccini contengono piccole tracce di arsenico.
15 di 16 vaccini contengono piccole tracce di uranio.
Tutti i 16 vaccini contengono piccole tracce di alluminio, anche se non dichiarato.
Gardasil, Gardasil 9 e Synflorix, contengono il doppio di alluminio come indicato.
Il contenuto di alluminio nei cosiddetti vaccini inattivati è da 1000 a 6000 volte superiori al 
limite per l’acqua potabile

Tutti questi vaccini analizzati in Germania dimostrano ancora una volta che siamo in presenza di farmaci inquinati sui quali i controlli di sicurezza sono quanto meno insufficienti.
 Le domande sono ora molteplici e la voglia di chiarezza è sempre più grande.
Quali danni causano queste sostanze in persone allergiche  ?
 In che modo gli effetti patogeni delle sostanze contenute nei vaccini agiscono ? (sappiamo benissimo che agiscono anche in maniera sinergica tra loro)
Perché queste sostanze patogene sono  incluse in tutti i vaccini ?

Non dimentichiamo che diversi medici e scienziati hanno sottolineato la tossicità dell’alluminio sul nostro sistema immunitario eppure, lo iniettiamo nei nostri figli , sottoponendoli a vaccinazione dove il medesimo è presente in tracce. Ovviamente  la controparte continua a sostenere l’assoluta non tossicità di tali elementi  grazie alla loro presenza in micro parti.
Questo vale anche per gli individui immunocompromessi ?
Tratto da: vacciinforma.it - Articolo originale tedesco, clicca QUI
Altre fonti: greenmedinfo.com

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


NANOTECNOLOGIA per i Vaccini:

http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2010/08/nanotecnologie-allinterno-dei-vaccini.html

Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#

Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Vaccino Acelluvax (Chiron-Novartis) DANNOSO
Danni dei vaccini relazione di un padre

La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Premi in denaro ai medici che vaccinano...

Le REAZIONI da VACCINO  - "Quando succede a Voi od ai Vostri bambini, I rischi sono del 100%"
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica

Rapporto confidenziale del produttore dell'Infanrix (GSK) del 2011, leggetelo....

Governo Italiano, Ministero della sanita': controindicazioni dei vaccini (NON sono complete...)
Vaccine-story-Peer-Review-1000
http://realtofantasia.blogspot.it/2016/01/mthfr-disturbi-neurologici-indotti.html?m=1
Danni neurologici con i Vaccini + Gravi i danni con i Vaccini
Bibliografia aggiuntiva:
http://treasoncast.com/2014/04/05/anti-vaccination-peer-reviewd-research-list/
Bibliografia su Autismo dai vaccini
400 studi scientifici sui Danni dei Vaccini

Infatti con la loro Grave pericolosita':
Negli USA dal 1988 le vaccinazioni si sono triplicate ed i casi di Autismo sono aumentati del 270 % !!
L'F.D.A. (USA) ha TENUTO NASCOSTE le PROVE della PERICOLOSITÀ dei CIBI TRANSGENICI e di molti Farmaci e Vaccini   (vedi la trasmissione Report -Rai3 del 20704/08) + Corruzione nella Sanita' italiana = Aifa + Il padre pago' Poggiolini, il figlio l'Aifa + Malattie inventate + Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF -  dott. M. Proietti + INGREDIENTI TOSSICI anche OCCULTI, di alcuni VACCINI analizzati

Gli esperti di vaccini del CDC, hanno spesso conflitti di interesse - 18/03/2010
CDC e Conflitti di interesse - 1 + CDC e Conflitti di interesse - 2 + CDC e Conflitti di interesse - 3 + Corruzione + Danni dei Vaccini + Contro Immunizzazione

CDC conflitti di interesse anche per i vaccini + anche per la FDA
http://healthimpactnews.com/2014/cdcs-purchase-of-4-billion-of-vaccines-a-conflict-of-interest-in-overseeing-vaccine-safety/

IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

Video su: I BAMBINI NON VACCINATI SONO molto PIU' SANI di quelli VACCINATI !
Nel 1992 I.A.S. ha condotto un sondaggio sulla salute e la vaccinazione dei bambini della Nuova Zelanda ed ha trovato solide prove scientifiche che I BAMBINI NON VACCINATI sono PIU' SANI dei loro coetanei vaccinati !

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

IMPORTANTE
:
Tutte le sostanze vaccinali essendo eterologhe (estranee) producono immediatamente alla loro inoculazione, nelle cellule con le quali vengono a contatto, intossicazione e quindi stress ossidativo (acidosi) e quindi alterazioni delle loro funzioni.
A seconda dei tessuti ai quali appartengono si hanno reazioni diverse, oltre al fatto dello shock immunitario che il vaccinato subisce. Nello stress ossidativo cellulare sono i mitocondri che subiscono le maggio alterazioni specie per le loro funzioni energetiche ATP, e molto facilmente si producono delle mutazioni genetiche trasmissibili anche alla prole; ovviamente nei bambini i danni sono maggiori, anche perche' tutto l'organismo e' in loro ancora in fase di programmazione ed ottimizzazione e le malattie autoimmuni facilmente si scatenano, perche' il sistema immunitario reagisce come puo' alle invasioni tossico-nocive delle sostanze vaccinali.
Negli anziani oltre ai danni già elencati, i mitocondri possono scatenare anche il segnale di apoptosi (morte) cellulare che, essendo il DNA anche una antenna trasmittente fisiologica, informa tutte le cellule del corpo scatenando la morte del corpo.

OGNI tipo
di Vaccino producendo Stress ossidativo cellulare e tissutale, e' causa fisiologica per OGNI tipo di "malattia" !
DEDUZIONE: NON VACCINATEVI MAI, ne' vaccinate i vostri figli !

Vaccini obbligatori o no, tutti quanti sono da sempre sbandierati come utili e sicuri anche e non solo dal Ministero della salute, ma esiste una sentenza ben precisa (ignorata da tutti…) che mostra come tali distinzioni fra vaccini obbligatori e non, NON possono sussistere - vedi: Sentenza Corte Costituzionale
Le famiglie dei danneggiati da vaccino dal canto loro sottolineano “lo stato di abbandono in cui sono  state lasciate dalle cosiddette “istituzioni che dovrebbero tutelare”, infatti “tutelano” ma solo i fatturati di Big Pharma….". + Corruzione per i Vaccini


MINERALOGRAMMA (test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei vaccini)

Ricordiamo che le Nanoparticelle sono sempre presenti in OGNI tipo di vaccino, come contaminanti tossici, ma OCCULTI.
Una delle caratteristiche delle nanoparticelle (ecco lo studio/ricerca pubblicata) e' che quando inalate od inoculate assieme alle altre sostanze tossiche con i vaccini, (nei quali le nanoparticelle sono SEMPRE presenti in abbondanza e di tutti i tipi di metalli, che NON sono segnalate-indicate dai produttori negli appositi bugiardini....), e' quello di avere la possibilita' di "recarsi" in qualsiasi parte dell'organismo (cellule, tessuti, organi) in soli 60 secondi !

Il dr. Montanari della Nanodiagnostic

vedi QUI cosa afferma: "
Le analisi che abbiamo fatto in laboratorio sui vaccini (ritrovando nanoparticelle di metalli tossici di tutti i tipi) richiederebbero qualche spiegazione da parte di chi i vaccini li produce e di chi ne regge il business (NdR: Big Pharma + Ministeri della sanita' e vari enti di "tutela", nel mondo intero) sia dal punto di vista scientifico sia da quello politico".
Un esempio fatto dal dr. Montanari,
sulle sue analisi sui vaccini:
Nell’Inflexal V, un vaccino antinfluenzale prodotto dalla Crucell (
Johnson & Johnson), nel campione analizzato c’erano frammenti micro - e nanoscopici  di Alluminio, Silicio e Ferro.
Nel Vaxigrip della Aventis, un altro vaccino contro l’influenza, c’erano particelle d’acciaio.
Nell’Anatetall, l’antitetanico prodotto da Novartis abbiamo trovato ancora acciaio.
Nell’Infanrix Exa, l’esavalente pediatrico della GlaxoSmithKline abbiamo trovato particelle di Alluminio e Titanio.
Nel campione di Gardasil, l’anti-HPV (Papilloma virus) della Sanofi Pasteur c’erano polveri di Piombo. E potrei continuare. Sia chiaro: solo nelle fiale analizzate.
vedi anche:
https://autismovaccini.org/2017/02/14/germania-analizzate-16-fiale-di-vaccini-tutte-inquinate/

Intervista al dr. S. Montanari che trova in TUTTI i vaccini analizzati delle nanoparticelle di metalli TOSSICI !

A RI-conferma:
NANOTECNOLOGIA per i Vaccini: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2010/08/nanotecnologie-allinterno-dei-vaccini.html

NANOPARTICELLE nei VACCINI !! + Nano Batteri nei Vaccini + Metalli tossici e sostanze tossico-nocive nei vaccini
L'allarme e’ quello lanciato anche dall’economista e politologo William Engdahl, collaboratore di testate come Asia Times e autore di libri sulla globalizzazione.
A meta’ settembre 2009 il gruppo indipendente internazionale Global Research pubblica un articolo in cui Engdahl rivela la presenza di
nanoparticelle nei vaccini anche per l’influenza  A, H1N1.
«Ora e’ saltato fuori – si legge – che i vaccini approvati per essere utilizzati in Germania e nei paesi europei
contengono delle nanoparticelle in una forma che e’ risultata attaccare cellule sane e che puo’ essere mortale».
Il sistema era stato messo a punto nel 2007 dai ricercatori dell’Ecole Polytechnique Federale de Lausanne i quali, in un articolo pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology, avevano spiegato: «queste particelle sono cosi’ sottili che,
una volta iniettate, nuotano nella matrice extracellulare della pelle e vanno di filato ai linfonodi. Entro pochi minuti raggiungono una concentrazione di cellule D migliaia di volte maggiore che nella pelle. La risposta immunitaria puo’ essere quindi estremamente forte».
«C’e’ un solo – obietta Engdahl – piccolo problema: i
vaccini che contengono nanoparticelle possono essere mortali o, come minimo, causare danni irreparabili per la salute».
Le particelle di nanodimensioni – viene spiegato – si fondono con le membrane del nostro corpo e, secondo studi recenti condotti in Cina ed in Giappone,
vanno avanti a distruggere le cellule senza sosta.
Una volta che hanno interagito con la struttura cellulare,
non possono piu’ essere rimosse.
«Dopo lo scandalo dell’amianto – incalza Engdahl – e’ stato appurato che particelle di dimensione inferiore ad un milionesimo di metro, per la loro enorme forza attrattiva,
penetrano in tutte le cellule distruggendo od alterando gravemente tutte quelle con le quali entrano in contatto. E le nanoparticelle sono ben piu’ piccole delle fibre di amianto. Prove effettuate a Beijing dimostrano gli effetti mortali sull’uomo».
L’European Respiratory Journal, autorevole periodico destinato a medici ed operatori sanitari, nel numero di agosto ha pubblicato un articolo intitolato “L’
esposizione alle nanoparticelle e’ correlata con il versamento pleurico, la fibrosi polmonare ed il granuloma”.
Si riporta quanto avvenuto nel 2008 a sette giovani donne ricoverate presso il Beijing Chaoyang Hospital.
Di eta’ fra i 18 ed i 47 anni, erano state esposte a nanoparticelle per un periodo dai 5 ai 13 mesi sul posto di lavoro. Analoghi i sintomi: dispnea, versamento pleurico, liquido nei polmoni, difficolta’ respiratoria.
Gli esami hanno confermato che le
nanoparticelle avevano innescato nei polmoni infiammazioni e processi di fibrosi, con presenza di granulomi nella pleura.
Il microscopio elettronico ha permesso di osservare che le nanoparticelle si erano collocate nel citoplasma e nel nucleo delle cellule epiteliali e mesoteliali dei polmoni
.
«Il fatto chel’Organizzazione mondiale per la sanita’ (OMS), l’European Medicines Evaluation Agency ed il German Robert Koch Institute
permettano oggi che la popolazione venga iniettata con vaccini ampiamente non sperimentati contenenti nanoparticelle – e’ la drastica conclusione di William Engdahl – la dice lunga sul potere della lobby farmaceutica sulle politiche europee».
Questa ricerca conferma e dimostra quanto scoperto dal dr. Montanari e da sua moglie, i quali avendo utilizzato uno spettrofotometro, hanno analizzato 21 vaccini  in commercio -
di tutti i tipi - che vengono iniettati, ovvero propinati ai bambini ed agli adulti, trovando in essi nanoparticelle pericolose di sostanze e metalli tossico-nocivi.
Il Ministero della "salute" e le case farmaceutiche sono stati informati, ma se ne stanno tutti ZITTI !

vedi:
Terrorismo Mediatico
+ ALL the Vaccines Are Contaminated - TUTTI i VACCINI SONO CONTAMINATI
vedi anche: https://autismovaccini.org/2017/02/14/germania-analizzate-16-fiale-di-vaccini-tutte-inquinate/
Ecco lo studio/ricerca pubblicata sul ritrovamento delle Nanoparticelle nei Vaccini !

Dalle fibre minerali alle nanoparticelle: quali caratteristiche chimico-fisiche determinano la patogenicità delle polveri inalate PDF

Il Carbonio e' il costituente fondamentale di tutti i composti organici, biologici e non, e riveste quindi un ruolo molto importante nella vita degli organismi viventi, ma puo' divenire pericoloso per la facilita' con cui si lega chimicamente anche alle sostanze tossiche, generando problemi mai studiati, ma che sicuramente avvengono negli organismi viventi.

Tutti i vaccini, non solo contengono anche vari elementi tossici e porzioni di DNA/RNA (tutti formati da  proteine e dalle proprie molecole + metalli tossici + nanoparticelle e molto altro) e le molecole "possono" essere considerate, come dimensione, nanoparticelle date le similitudini dimensionali.
Sebbene la grandezza della maggior parte delle molecole rientri in quanto qui sopra accennato, le singole molecole di solito non vengono classificate come nanoparticelle.
Sono state prodotte particelle semi-solide e leggere. Un prototipo di nanoparticle di natura semi-solida è il liposoma. Vari tipi di particelle liposomiche appositamente create in laboratorio, vengono attualmente utilizzate clinicamente come sistemi per trasportare farmaci per il cancro e vaccini.

NANOPARTICELLE  di metalli tossici e NON solo nei Vaccini ! - Le analisi di laboratorio rivelano tutto quanto.
Ora noi siamo arrivati a quota 29 vaccini analizzati,
qualcuno in un solo esemplare, altri in più campioni, altri ancora, in particolare quelli antinfluenzali, seguiti saltuariamente negli anni. In tutto fa un bel po’ di campioni.
L’ho già detto fino all’esaurimento: l’unico vaccino a dimostrarsi senza inquinanti sotto forma di particelle è stato il Feligen, un trivalente per gatti, il solo esemplare per uso veterinario che ci è capitato di controllare. Perché proprio quello fosse pulito non saprei dire.
Che cosa sono queste particelle è presto detto:
sono pezzi solidi di materia inorganica, quasi sempre combinazioni di vari elementi chimici con una certa prevalenza, almeno da quanto vediamo in laboratorio, di ferro, cromo e nichel, vale a dire acciaio. La loro dimensione varia da qualche decina di micron (un micron è un millesimo di millimetro) giù fino a poche centinaia di nanometri (un nanometro è un milionesimo di millimetro).
La loro forma, un parametro di grande importanza, è davvero la più varia, compresa quella sferica tipica delle produzioni ad alta temperatura.
Che questa roba non possa stare nei vaccini è un fatto indiscutibile. Che non sia gradita all’organismo è altrettanto indiscutibile.
Del resto, chi sarebbe d’accordo se gli proponessero un’iniezione di pezzi di piombo o di tungsteno o di leghe della natura più strana e disparata ? Nella migliore delle ipotesi queste particelle se ne vanno a distribuirsi per tutto l’organismo e ad aumentare la concentrazione di quelle che già ci sono, perché di polveri ce ne respiriamo e ce ne mangiamo quotidianamente grazie a tutti gl’inquinanti che scarichiamo nell’ambiente nella più completa indifferenza, quando non con la complicità, di legislatori e di enti di controllo.

Una delle obiezioni in forma di domanda retorica che mi sento rivolgere spesso è “ma che vuoi che faccia qualche granello di polvere nel vaccino a confronto con tutte quelle che ci entrano nell’organismo?” La risposta è che i processi d’introduzione e la loro efficienza nell’originare patologie sono ben diversi. Se io inspiro aria contenente particelle e ho i polmoni e le vie respiratorie in generale in buone condizioni, espirando espellerò la stragrande maggioranza di quanto è entrato.
Se io ingerisco cibo inquinato da polveri, saranno solo quelle che resteranno in qualche modo in contatto con le pareti dell’apparato digerente ad avere probabilità di entrare stabilmente nell’organismo. Tutto il resto, anche in questo caso la stragrande maggioranza, sarà eliminato con le feci. Spero non mi si voglia strumentalmente fraintendere: il poco che resta è indubbiamente patogeno e va pure considerata la continuità con cui questi inquinanti ci entrano nel corpo.

La differenza principale con quanto viene iniettato è che, in quella circostanza, tutte le particelle restano nell’organismo senza alcuna possibilità di eliminazione e, per di più, si ritrovano concentrate in un volume piccolissimo. Il dramma avviene quando, per puro caso o, comunque, per motivi e secondo meccanismi che di fatto non conosciamo, quelle polveri, trasportate dal sangue, finiscono a livello del sistema nervoso centrale e, segnatamente, nel cervello.
IMPORTANTE considerazione:
Teniamo conto che, per funzionare, ci dicono i produttori stessi, un vaccino deve esercitare un’azione infiammatoria nei riguardi dei tessuti e il tessuto del cervello, dal punto di vista dell’essere pronto ad infiammarsi, non differisce in modo significativo da qualunque altro tessuto.
Ecco, allora, che all’azione di agente infiammatorio prevista del vaccino va ad aggiungersi, con effetti sinergici, a quella reazione nervosa ed immunitaria infiammatoria delle particelle in quanto corpi estranei.
Va anche tenuto conto di come l’aggressività delle particelle sia inversamente proporzionale alle loro dimensioni.
Quelle sufficientemente piccole sono comprensibilmente più capaci di penetrare nei tessuti, tanto da potersi insinuare fino al nucleo delle cellule. Si consideri, inoltre, che, mentre l’infiammazione del vaccino si conclude nel giro di qualche giorno, quella esercitata dalle particelle che continuiamo a trovare nei vaccini dura per sempre a causa della non biodegradabilità di quei corpi estranei. Insomma, dove finiscono la loro corsa restano. Volere cocciutamente ignorare queste ovvietà, peraltro dimostrate da anni inconfutabilmente e in modo diretto fotografando il fenomeno, è a dir poco sospetto.

A questo punto credo sia del tutto legittimo chiedersi come facciano quei granelli a finire nei vaccini. La mia risposta è che non lo so. Non lo so per prima cosa perché il fenomeno è del tutto in contrasto con quella che è la cosiddetta Good Manufacturing Practice, in italiano le norme di buona fabbricazione, cioè le regole da seguire per produrre farmaci ineccepibili.
Tutte le soluzioni iniettabili vanno obbligatoriamente preparate in ambienti in cui di polveri non ci dovrebbe essere nemmeno vaga traccia e, comunque, quei farmaci dovrebbero sottostare a controlli del tutto stringenti già a livello di fabbrica. Ammettendo pure che, a mio parere incredibilmente, dalla ditta esca qualcosa che non ci dovrebbe essere, ecco che gli enti di controllo che, detto a margine, ci costano un patrimonio ed esistono ufficialmente al solo scopo di proteggere la nostra salute, dovrebbero immediatamente intervenire bloccando quanto meno e senza por tempo in mezzo il lotto di produzione. E, invece, nulla di tutto ciò accade e i vaccini in distribuzione pare continuino allegramente a contenere porcherie. E non lo so perché nessuna ditta farmaceutica mi fa entrare a vedere come lavora e, soprattutto, come controlla. Inutile dire che altrettanto gelosi della loro privacy sono gli enti di controllo.
Naturalmente, quando, seppure a fatica, si riesce a toccare l’argomento, chi dovrebbe controllare e non controlla, chi dovrebbe vigilare sulla salute e non vigila, chi ci dovrebbe curare e fa tutt’altro, chi ci dovrebbe informare e mente reagisce: Quello che trovate non esiste.
Quello che dite di trovare non è pubblicato nelle riviste. Se anche c’è, quella roba è innocua. Magari gl’inquinanti che trovate sono solo nelle fiale che avete analizzato.
Mi dispiace non solo perdere tempo ma farlo perdere a chi ha la pazienza di leggermi, ma ripeterò per l’ennesima volta quanto ho già detto e scritto innumerevoli volte, tutte, evidentemente, senza esito come è costume nelle barzellette-tormentone e, soprattutto, come avviene quando ci si rivolge a chi reputa la parola onestà un residuo di un passato di cui ridere ormai relegato alle pagine di un vocabolario polveroso.

Dire che quello che troviamo non esiste è a dir poco bizzarro.
Le fotografie al microscopio elettronico sono indiscutibili e così le analisi mediante spettroscopia a dispersione di energia, tutte metodiche senza possibilità di errore. Dopotutto anche Roberto Biasio, ora ex-direttore medico della Sanofi Pasteur, una volta che, ancora in carica, si trovò di fronte ai risultati delle analisi sul suo Gardasil e dopo che ci venne a trovare in laboratorio ammise pubblicamente che le nostre analisi sono ineccepibili.Dunque, quella roba c’è e basta.
Giusto per aggiungere informazione, le analisi sono state effettuate nel tempo da noi in quattro laboratori diversi e gl’inquinanti trovati sono sempre stati piuttosto differenti, ricordando la presenza relativamente frequente dell’acciaio in particelle, però, contenenti quasi in ogni caso anche altri elementi variabili oltre al ferro, al cromo e al nichel, e con forme anche molto diverse.

Sulle riviste ci sarebbe moltissimo da dire. In breve e lasciando da parte il fatto che, come scrive il redattore capo di The Lancet, almeno metà di ciò che diffondono è falso, sono tutte pesantemente sponsorizzate dalle ditte farmaceutiche e nessuna oserebbe mai pubblicare qualcosa che metterebbe a rischio l’arrivo dei quattrini di cui non potrebbero fare a meno, pena la chiusura.
Diversi risultati, comunque, sono stati pubblicati sul libro A.M. Gatti e S. Montanari– Case Studies in Nanotoxicology and Particle Toxicology – edito da Elsevier Academic Press (il maggiore editore medico del mondo) con un testo passato attraverso il setaccio severissimo di scienziati anonimi.
A livello divulgativo i risultati si trovano in S. Montanari, A.M. Gatti – Vaccini: Sì o No ? – Macroedizioni.
Resta il fatto ovvio che un veleno è tale sia che il suo nome sia pubblicato su una rivista medica sia che sia pubblicato sul compianto Corriere dei Piccoli sia che non sia pubblicato affatto. Ma poi, se io racconto fandonie, perché non arrivano i Carabinieri con i pennacchi e con le armi a portarmi via, magari in manicomio ?
Proseguendo con le risposte, dire che le particelle sono o potrebbero essere innocue significa semplicemente ignorare almeno gli ultimi 15 anni di Medicina, cosa che, ahimè, è tristemente diffusa tra i medici la cui cultura è quella che viene fatta loro arrivare dalle ditte farmaceutiche, ormai da anni le detentrici assolute della cultura sanitaria, troppo spesso distorta a fini di lucro, che viene fatta passare diventando una sorta di verità rivelata senza necessità di supporto obiettivo. Anzi, chi osasse chiedere dimostrazioni reali sarebbe condannato per eresia. I medici che fanno eccezione e che vorrebbero il diritto di usare il proprio discernimento rischiano il posto e, magari, addirittura sanzioni penali.

Pretendere che gl’inquinanti sarebbero solo nei campioni analizzati (che sono ormai davvero tanti) equivale a credere che si possa vincere alla lotteria tutte le settimane per mesi di seguito senza sbagliare un colpo.
È chiaro che, quando sono coinvolti nel tema personaggi la cui carriera e la cui prosperità dipendono dalla “generosità” di un più o meno corposo elenco di case farmaceutiche e quando chi fa informazione tiene famiglia, i risultati non possono altro che essere le mortificanti stravaganze che ci troviamo abitualmente servite in tavola nella più totale indifferenza quando non tra gli applausi.
Dal canto mio, io ho tutto da perdere analizzando i vaccini ma, per me da sempre, la coscienza ha il sopravvento e a ficcare il naso continuo.
Da ultimo, chiarisco la mia posizione per chi ancora non l’avesse colta. Se vogliamo salvare i vaccini per quello che, eventualmente, ci possono dare, dobbiamo liberarli dalle porcherie che contengono (che non sono solo le particelle) e da tutta la sottocultura, le squallide menzogne e gli ancora più squallidi interessi che li soffocano. Fare pulizia in ogni senso è ormai improrogabile.
Che vogliamo fare?
By Stefano Montanari - Laboratorio Nanodiagnostics, Modena


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ecco le denunce del microbiologo Garth Nicolson ... mycoplasma mortali nei vaccini ...questa è una delle tante fonti video, delle sue varie denunce...

NON ESISTONO VACCINI SICURI - Tutti quanti sono TOSSICI per gli esseri Viventi
vedi qui: INGREDIENTI TOSSICI anche OCCULTI, di alcuni VACCINI analizzati

video del dott. Massimo Montinari a Don Chisciotte  - Ott. 2012

Il giuramento d'Ipocrita - (Parte del dialogo del video)

Vaccini per bambini, ecco la prova del pericolo
Utili o inutili. Pericolosi o scientificamente testati.
Il dibattito sulle vaccinazioni è sempre acceso e, purtroppo, difficile a placarsi. Da un lato ci sono i sostenitori: un numero consistente di pediatri e medici di famiglia che sostengono l’efficacia del vaccino come strumento di prevenzione primaria; dall’altro gli scettici, stesse categorie professionali ma più prudenti nel considerarlo un farmaco privo di effetti collaterali.
Al centro ci sono due recenti sentenze, dei Tribunali di Rimini e di Torino (con relativi risarcimenti milionari), che hanno evidenziato una correlazione tra l’autismo (di cui sono affetti due bambini i cui genitori sono ricorsi ai tribunali) e la somministrazione del vaccino trivalente.

La ricerca esclusiva
A gettare benzina sul fuoco, i risultati di alcune indagini di laboratorio su 20 vaccini, condotte circa 4 anni fa dall’esperto di nanopatologie Stefano Montanari, che non hanno mai trovato spazio sui giornali, scientifici e non. E che l’esperto ha deciso ora di far esaminare al Salvagente. Le raccontiamo in queste pagine. Con una premessa d’obbligo: a essere esaminato è stato solo un campione per ogni prodotto e non tanti campioni prelevati da altrettanti lotti di produzione diversi.

Decide l’industria
E proprio della ristrettezza di campioni esaminati abbiamo chiesto immediatamente conto al dottor Montanari. Che ci spiega: “I motivi sono due: ogni analisi costa un patrimonio e in più c’è da dire che certi vaccini non sono reperibili in farmacia e devono per forza venire dal produttore il quale, ahimè, non pare entusiasta di essere messo sotto il riflettore e, dunque, non ci dà un bel niente”.

Granelli indesiderati
Che cosa ha trovato Montanari passando al microscopio i 20 tipi di vaccini ?
“All’interno del prodotto abbiamo individuato, in tutti e venti i casi, granelli molto piccoli di leghe metalliche non compatibili con l’organismo umano e non degradabili. Nanoparticelle casuali non ingegnerizzate, il che fa supporre che non ci siano state messe apposta”, afferma.

Negligenza o responsabilità ?
Non si può parlare, dunque, di una responsabilità delle case farmaceutiche ? “Le aziende - continua Montanari - hanno peccato, in ogni caso, di negligenza perché non hanno fatto nulla per impedire che quelle particelle finissero nei vaccini”.
E come ci sono finite ? “Difficile rispondere - spiega Montanari - ma il sospetto è che ci siano finite perché la lavorazione è avvenuta in contenitori non perfetti o in atmosfera non filtrata”. In altre parole, sarebbe lecito ipotizzare, se questi studi fossero confermati, che i processi di produzione non siano (o non siano stati) proprio al di sopra di ogni critica. Malauguratamente le leggi e gli enti di certificazione ignorano il problema e, allora, chiudendo gli occhi, la burocrazia è salva e così il business.

Rischi gravissimi
D’altronde stiamo parlando di sostanze tutt’altro che innocue per la salute umana. “Chi ha nozioni di nanopatologia sa che iniettare polveri inorganiche, non biodegradabili e non biocompatibili può essere l’innesco per una serie di malattie, non ultime certe forme di cancro o di affezioni neurologiche e, dunque, la somministrazione di quei vaccini contenenti corpi estranei appare almeno criticabile”.

Farmaceutiche silenti
Un’accusa pesante, che dovrebbe per lo meno essere presa sul serio, magari dando lo spunto ad altre analisi che ne chiariscano la fondatezza, ma le case farmaceutiche, che Montanari dichiara di aver interpellato, hanno dapprima mostrato interesse, tranne poi non farsi più vive. “Parlai - spiega lo scienzato - delle prime 19 analisi con alcuni funzionari di alcune ditte farmaceutiche. Mi si disse che avrebbero fatto indagini e poi più nulla.
Per l’ultimo vaccino (quello per il Papilloma virus) girammo un lungo servizio tv e, insieme a mia moglie, anche lei esperta nel campo della bioingegneria e dei biomateriali, e al ginecologo svizzero Giampietro Spinosa  andammo anche a Roma alla sede della Sanofi Pasteur che distribuisce il vaccino.

Quella volta sul papilloma...
I funzionari dell’azienda si trovarono in grandi difficoltà, tanto che poi proibirono a Mediaset di mandare in onda il servizio.
Il loro direttore scientifico venne a Modena a trovarci nel nostro laboratorio. Gli mostrammo i risultati in dettaglio, anche lui manifestò grande interesse, s’impegnò a condurre indagini presso di noi, ma tutto finì lì. Purtroppo, come succede per gli alimenti, per i farmaci non esistono vere normative sulle polveri e le aziende non hanno alcun interesse a condurre indagini costose che le metterebbero solo in difficoltà”.
A questo punto, chiediamo allo scienziato, non sarebbe stato il caso di interessare di qualche organismo pubblico ?
Perché non investire del problema l’Istituto superiore di sanità ? “L’Iss sarebbe totalmente incapace di valutare le particelle”, taglia corto lo scienziato. (NdR: ma questo "ente" fa finta di nulla...)
By Valentina Corvino – Tratto da: ilsavagente.it

Vaccini contaminati (appositamente, vedi qui: INGREDIENTI TOSSICI anche OCCULTI, di alcuni VACCINI analizzati) minacciano la salute dei nostri bambini - vedi: Danni dei VACCINI

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

CONTENUTO TOSSICO-NOCIVO dei Vaccini
Quanti genitori sanno che, quando un vaccino, per il rotavirus, è somministrato per via orale ai loro bambini di tre mesi di età, questi ultimi deglutiscono parti di un virus suino che gia' sopprime il sistema immunitario dei maialini, a tal punto da logorarli e farli soffrire di malattie respiratorie, renali, riproduttive e generare altresì danni al cervello prima di morire ?

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha aperto un confronto sulla sicurezza d’uso di prodotti di origine animale nei vaccini. La pubblicazione del progetto di orientamento arriva tre anni dopo la scoperta del virus suino a DNA nei vaccini anti-rotavirus della GlaxoSmithKline (GSK) e Merck (MRK) alle quali viene richiesto un ripensamento normativo.

A giugno 2010, il pubblico americano fu informato che due vaccini per la gastroenterite infantile da Rotavirus - Rotarix della GlaxoSmithKline e RotaTeq  della Merck - erano contaminati con il DNA del virus suino.  Immediatamente emergeva una differenza tra i due vaccini: Rotarix contiene parti di un virus suino che non genera malattia nei suini, mentre RotaTeq contiene parti di un virus suino che uccide i maialini.
http://www.nvic.org/NVIC-Vaccine-News/May-2010/VACCINE-CONTAMINATION--A-THREAT-TO-HUMAN-HEALTH.aspx
Il problema deriva dall’uso di prodotti derivati dai suini ​​e, nel caso della GSK, risalgono addirittura alla sperimentazione clinica del vaccino
Dal momento in cui è stata scoperta la contaminazione, l’EMA ha lavorato per rafforzare i controlli di qualità ed è stato aperto un progetto di orientamento. Ciò che è stupefacente ed inspiegabile è che, pur conoscendo tale situazione, i vaccini non sono mai stati ritirati dal commercio, le linee guida:
http://www.ema.europa.eu/docs/en_GB/document_library/Scientific_guideline/2013/03/WC500139532.pdf
- escono colpevolmente dopo 3 anni, e nel frattempo questi vaccini hanno causato una sequela di reazioni avverse, tra le quali citiamo la grave sindrome di Kawasaki 

http://farmacovigilanza.xagena.it/bf34e4c28fa03210f476777d37953134.html.
Questo dimostra, se ancora ce n’è bisogno, che sulla pelle dei nostri figli si attua la più becera sperimentazione.

Il progetto di orientamento dell’EMA, sui prodotti contaminati della GSK e della Merck, prende in considerazione la tripsina suina. Nella produzione di alcuni vaccini antinfluenzali e in particolare dei vaccini anti-rotavirus, la tripsina suina è utilizzata per attivare il virus. Ma, siccome la tripsina deriva dal pancreas del maiale, il suo uso comporta un rischio di contaminazione con numero elevato di agenti biologici. Questo, brevemente, è ciò che è accaduto alla GSK e alla Merck, e ciò che l’EMA non vuole accada nuovamente.

L’EMA consiglia i produttori di vaccini a porre rimedio a questi rischi attraverso lo screening, il trattamento e il controllo di qualità.
Il controllo della qualità dovrebbe iniziare dalle singole ghiandole del pancreas, ma ragioni che l’EMA cita come “difficoltà economiche e organizzative” rendono apparentemente impossibile questa operazione che di fatto pone a rischio la salute dei nostri figli.
Una volta che le ghiandole pancreatiche vengono raggruppate, esistendo di fatto l’impossibilità a controllarle singolarmente, il rischio di diffusione della contaminazione aumenta vertiginosamente. L’EMA raccomanda quindi una serie di prove incrociate di qualità da condurre sui materiali di partenza e sull’inattivazione del
virus per evitare la contaminazione.
Qualora non si riuscisse a rilevare il contaminante potrebbe avere conseguenze significative per la salute dei bambini e, a questo punto si spera, anche e soprattutto per questi maldestri produttori di vaccini
.
L’EMA avverte che potrebbe imporre la chiusura degli impianti di produzione che rappresentano una minaccia per i piccoli pazienti, in quanto i virus possono alterare la crescita delle cellule in coltura, e quindi, teoricamente, modificare le proprietà del vaccino: questo DNA di virus suino può infettare le cellule umane!
E’ ben noto che il DNA di
virus di origine animale può infettare le cellule umane, modificare il DNA umano e diventare la causa di malattie croniche, a volte letali, nell’uomo.
Tratto da autismovaccini.com

Adiuvanti dei Vaccini, ecco una piccolissima presentazione:
http://www.patentlens.net/daisy/adjuvants/Background/Adjuvant_types.html 
http://www.emea.europa.eu/docs/en_GB/document_library/Scientific_guideline/2009/09/WC500003809.pdf

L'alluminio è uno metalli tossici più utilizzato... lo troviamo sotto forma di idrossido, o solfato...
Poi ci sono le emulsioni, i derivati microbici ect... l'argomento è molto vasto...
In più, troviamo anche e non solo i preservanti... tra i quali il famigerato Thimerosal... derivato dal mercurio...
http://toxnet.nlm.nih.gov/cgi-bin/sis/search/f?./temp/~Nqv7rn:1

Per cui domando ai medici che ci leggono
:
- cosa avviene a livello Psico-Fisico, (bioelettronico, biochimico, ecc - i vari terreni), quindi cellulare e tissutale,  quando vengono iniettati vaccini (con le loro sostanze tossico-nocive), che iniettate con un ago,  saltano le prime e principali barriere immunitarie, pelle e mucose;
-  cosa succede quindi alla micro circolazione, al citoplasma, ai mitocondri e quindi alla cellula, quando una sostanza eterologa=estranea ( i vaccini ne contengono molte) li raggiunge ?
- quale e' il meccanismo che trasforma il Thiomersal (mercurio dei vaccini) che e' organico, in mercurio inorganico (metallo altamente tossico) quando si introduce nell'organismo ?
- Come mai il 30% dei vaccinati NON produce anticorpi per il vaccino (virus od altro) introdotto ?

Nota bene sul Tiomersal-Thiomersal-Timerosal:
In questo studio, si legge che:
la FDA afferma che il Thimerosal può provocare un innalzamento dei valori di mercurio nel corpo umano e quindi sarebbe meglio eliminarlo dai vaccini.
http://www.fda.gov/BiologicsBloodVaccines/SafetyAvailability/VaccineSafety/UCM096228
Cosa hanno fatto le case farmaceutiche produttrici di vaccini:
...siccome la OMS e quindi anche legge (americana ed internazionale) ha posto dei limini minimi, sopra i quali la presenza del tiomersal/mercurio deve essere indicata nel bugiardino del vaccino, esse hanno diminuito la dose entro contenuta sotto i limiti di legge, e quindi oggi "appare" (sembra) che non ci sia piu', in realta', da analisi di laboratorio, si evidenzia la continua sua presenza negli stessi vaccini di prima....


vedi anche: Produzione dei Vaccini + Nano batteri nei vaccini + Contenuto dei Vaccini - 2 +  COADIUVANTI nei Vaccini + Falsita' della medicina ufficiale  +  1000 studi sui Danni dei Vaccini + Sostanze eterologhe nei vaccini e reazioni  +  INGREDIENTI TOSSICI anche OCCULTI + Ministero informato sui danni dei Vaccini +  Contenuto nel vaccini Trivalenti (difpertal)  +  Come si producono i Vaccini  + Effetto Gregge

Video sul Contenuto dei vaccini


VACCINI OMICIDIO di MASSA
 

Nei mesi scorsi, il pubblico americano è stato informato che due vaccini il Rotavirus - Rotarix della GlaxoSmithKline ed il RotaTeq della Merck - sono contaminati con il DNA del virus suino. Ma c'è una differenza tra i due vaccini: Rotarix contiene parti di un virus suino che non genera malattia nei suini, mentre Merck RotaTeq contiene parti di un virus suino che uccide i maialini. 
- Quanti genitori sanno che, quando il vaccino della Merck è somministrato per via orale ai loro bambini di tre mesi di età, questi ultimi deglutiscono parti di un virus suino che sopprime il sistema immunitario dei maialini, a tal punto da logorarli e farli soffrire di malattie respiratorie, renali, riproduttive e generare altresì danni al cervello prima di morire ?
- Dove sono i medici, i legislatori o i giornalisti che dovrebbero informare di questa minaccia alla salute dei nostri bambini ? Ma soprattutto, quanti sono i medici e gli infermieri veramente informati del crimine che stanno per compiere nel fare inghiottire ai bambinivaccini per il rotavirus ?
- Dove sono i responsabili del controllo delle agenzie sanitarie che hanno il compito di garantire la sicurezza di questi vaccini ?
E quanti sono i media che non raccontano questa storia importante ?.... una storia che è iniziata lo scorso 22 marzo 2010, quando la FDA ha raccomandato la sospensione temporanea del vaccino Rotarix a causa della contaminazione con le parti di un virus suino, per poi ritirare tale raccomandazione dopo un incontro il 7 maggio (valutando oltretutto la possibilità della necessità di un altro richiamo vaccinale, a discrezione medica), quando è stato rivelato che il vaccino RotaTeq è contaminato con DNA di un virus suino che è letale ?
Questo DNA di virus suino può contaminare le cellule umane !.... Infatti, è un fatto ben noto che il DNA di virus di origine animale può infettare le cellule umane, modificare il DNA umano e diventare la causa di malattie croniche, a volte letali, nell'uomo. 
Dallo scorso anno è stata dichiarata un'emergenza internazionale per la pandemia H1N1, dopo che questo nuovo virus ricombinato (OGM) in modo criminale (suina - aviaria - influenza umana ibrida) fu identificato in Messico e molte persone morirono. 
I virus animali possono evolvere per infettare, ci fanno male e non ci sono garanzie che non accadrà, perché gli spacciatori di vaccini stanno versando le parti di un virus che uccide i maiali nei vaccini per bambini.... ed altrettanto ignaro personale sanitario somministra questi vaccini giù per la gola di bambini di due, quattro e sei mesi di età.
Tratto da: autismovaccini.splinder.com
Cliccate  QUI per saperne di più con i link di riferimento di Barbara Leo Fisher (Presidente del National Vaccine Information Center).

LOBOTOMIA con i Vaccini - Alex Jones di Infowars, uno dei più importanti siti web di media alternativi degli USA, ha realizzato un video sulla minaccia di una nuova generazione di vaccini che mette in evidenza il manifesto della Jane Burgermeister come una delle piu’ importanti notizie giornalistiche sulle vaccinazioni di massa…per generare una sottospecie di uomini robot…. - vedi: http://ilsole24h.blogspot.com/2010/08/alex-jones-di-infowars-mostra-il.html
Sole Attivo: http://ilsole24h.blogspot.com/  +  Danni dei Vaccini

Descrizione particolareggiata del Meccanismo dei DANNI dei Vaccini, delle Amalgami dentali e/o Metalli Tossici  (che hanno le madri durante la gravidanza) Questo meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini !

La Natura a predisposto che gli esseri viventi, in special modo gli animali e gli umani, nascano naturalmente con un sistema immunitario atto a reagire a 360° in modo da essere pronti alle varie evenienze per la salvaguardia della salute e la sopravvivenza della specie. (questa e' una Verita' accertata).
I vaccini sono stati “inventati” e prodotti su principi “falsi e pericolosi” in quanto essi destabilizzano quell’assioma: il sistema immunitario deve poter reagire a 360°; i vaccini, sono sostanze altamente tossiche, contenenti anche DNA estraneo (eterologo) alla specie umana, essi tendono ad alterare questa nobile ed essenziale funzione immunitaria, infatti tentano senza riuscirvi, a “specializzare” la reazione immunitaria  un determinato agente estraneo, ma cosi’ tentando in realta’, destabilizzano e mandano in confusione l’intero sistema immunitario e non solo, e nei soggetti gia’ deboli scatenano malattie gravi (allergie, asma, autismo, distrofie, sclerosi, cancri, leucemie, varie sindromi ecc.) ed infine anche la morte (es. SIDS, la “morte nella culla”).
Le indicazioni date del Ministero della "salute" sulle reazioni avverse ai vaccini sono per esempio, queste: "
Casi gravi ed a volte anche eventi fatali possono essere riportati in considerazione solo della vicinanza temporale con la vaccinazione eseguita, Badate alla citazione: cioe' dopo un intervallo di tempo molto breve (minuti) ........
Il che la dice tutta.... sul voler nascondere gli eventi che non siano avvenuti immediatamente dopo la vaccinazione...in quanto i vaccini sono bombe a tempo che possono esplodere anche dopo anni in stati febbrili, ad esempio.....
vedi: Virus  +  I germi non sono le cause delle malattie


Anche il British Medical Journal del novembre 1950 ha ammesso: "Nonostante la massima attenzione, una intensa contaminazione da batteri del siero dei vaccini è inevitabile durante la sua preparazione, e possono essere presenti non meno di 500 milioni di organismi per ml..."


La Merck ammette l'inoculazione del virus che puo' produrre cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini.
 La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti - l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo.
 Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista ad uno dei maggior esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso l'AIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU


Nei vaccini venduti al terzo mondo si é scoperto che molti di questi contenevano l'ormone B-hCG un anti fertile se immesso in un vaccino.
La corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni di ragazze e donne hanno assunto questi vaccini contaminati, cosí come in Nigeria, Tailandia ecc...
Per chi non abbia ancora visto questi video-documenti scioccanti:
http://uk.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU
http://it.youtube.com/watch?v=wg-52mHIjhs&feature=related
Sembrerebbe che oltre al profitto a tutti i costi, ci sia dietro qualcosa d'altro....impedire alle donne dei paesi del terzo mondo... di avere figli....

TROVATO un meccanismo di azione delle tossine dei VACCINI anche sul cervello  ! - 22/03/2009
ANSA, Roma - Esiste un passaggio segreto che permette alle cellule immunitarie di penetrare nel cervello e di aprire la strada ad una seconda ondata di cellule pericolose, capaci di scatenare malattie autoimmunitarie, come la sclerosi multipla, nelle quali il sistema immunitario aggredisce l’organismo al quale appartiene.
La scoperta della nuova porta, pubblicata sulla rivista Nature Immunology, potrebbe portare in futuro a nuove armi per contro la sclerosi multipla, "ma non solo: lo stesso meccanismo potrebbe essere coinvolto in altre malattie autoimmuni", osserva la coordinatrice della ricerca, l’italiana Federica Sallusto, dell’Istituto svizzero per la Ricerca in Biomedicina (Irb) di Bellinzona, diretto da Antonio Lanzavecchia.
Oltre che con Lanzavecchia, il lavoro e' stato condotto in collaborazione con Andrea Reboldi, dell’Irb, e da Antonio Uccelli, dell’università di Genova. Il passaggio segreto che permette di entrare nel cervello alle cellule apripista e' il plesso coroideo, una vera e propria matassa di vasi sanguigni nella quale viene prodotto il liquido spinale. e' una via d’ingresso alternativa a quella che da tempo e' considerata il «portone principale», ossia la barriera emato-encefalica.
Che ci fosse un’altra entrata era noto, spiegano i ricercatori, ma questa era considerata una sorta di "porta di servizio", di importanza secondaria. Adesso, osserva Lanzavecchia, "conosciamo la funzione di questa porta segreta e si può pensare a future strategie terapeutiche in grado di bloccare questo ingresso".

Altro meccanismo di azione delle tossine vaccinali di qualsiasi vaccino, anche nel cervello:

I Macrofagi molte volte trasportano le sostanze vaccinali nel cervello ed in tutti i tessuti del corpo, ecco una descrizione del  meccanismo:
L'alluminio (od altri metalloidi tossici, ad esempio il Thiomersal) contenuto in vari Vaccini esempio: influenza, esavalente  comprese, viene trasportato nel cervello dai macrofagi .... e cio' spiega il meccanismo della cosiddetta SIDS o morte nella culla, che nei fatti e' una danno vaccinale e non una nuova malattia !
Ecco spiegato il meccanismo biologico ed il diagramma del tragico evento....
Il meccanismo viene ben spiegato qui:  ciò che in realtà accade è che un tipo di globuli bianchi chiamati a macrofagi (MF) ingerisce (processo è chiamato "fagocitosi") gli AANs prima che si sciolgano. (
Aluminum Adjuvant Nanoparticles = AANs)
L'ingestione di corpi estranei è un comportamento normale per MF.
La loro funzione principale è la fagocitosi cioè la capacità di inglobare nel loro citoplasma particelle estranee, anche nanoparticelle, compresi i microrganismi (batteri e funghi estranei), e di distruggerle. Inoltre, fatto importante da tenere in considerazione in  questi casi, secernono citochine ad attività proinfiammatoria e presentano l'antigene ai linfociti T-CD4.
Quando MFs rilevano batteri o altri agenti patogeni, i loro campi magnetici li invitano ad ingerire gli agenti patogeni, e distruggerli con gli enzimi. I MFs sanno assieme ad altre cellule del sistema immunitario circa il patogeno introdotto e come rilevarlo. MFs ingeriscono anche molti tipi di nanoparticelle.
Il problema è che AANs non sono digeriti dagli enzimi MF. E gli AANs, una volta all'interno degli MF, si sciolgono lentamente.
Le AANs persistono per lungo tempo (anni) e causano nei MF a far fuoriuscire lentamente alluminio.
Gli MF che consumano gli AANs divengono altamente contaminati con l'alluminio o con altri metalli tossici e nanoparticelle ingerite, e li diffondono ovunque vanno. E vanno in tutto il corpo. MFs e non viaggiano solo nel sangue, il che spiega il motivo per cui non si trova facilmente nel sangue l'alluminio dopo la vaccinazione
, perche' e' gia stato fagocitato (ingerito) dagli MF e perche' gli MF viaggiano anche attraverso il sistema linfatico.
I campi magnetici sono in grado di "viaggiare" (informare) attraverso la barriera emato-encefalica (BBB). Gli MFS, una volta caricati con AANs, agiscono come un cavallo di Troia e trasportano le AANs nel cervello. Questo è dannoso, perché il cervello è molto sensibile all' alluminio.
Senza contare le possibili microischemie (vedi le scoperte del Dott. Andrew Moulden) che possono intervenire nella microcircolazione, soprattutto cerebrale od in altri luoghi...per il fatto che i globuli bianchi e di conseguenza i macrofagi nel loro processo di fagocitosi, (ingestione delle sostanze tossiche vaccinali) possono generare,.... inoltre i macrofagi secernono, nella loro azione quando hanno ingerito le sostanze vaccinali, altre sostante PRO-infiammazioni.... con tutte le conseguenze del caso, polio = paralisi, distrofie, meningiti, sclerosi, infiammazioni croniche, gastroenteriti croniche, ecc....fino alla morte nella culla = SIDS !!

A conferma di cio' che abbiamo scritto qui sopra
- Maggio 2016
Uno studio condotto da ricercatori della University of Virginia School of Medicine, negli USA, ha determinato, dopo meticolose ricerche durate anni, che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario tramite vasi linfatici che si pensava non esistessero. 
Si tratta di una scoperta sensazionale che ribalta decenni di insegnamenti e di teorie apprese da ogni libro di medicina.
È sorprendente che proprio tali vasi linfatici siano sfuggiti ad occhi attenti e brillanti di migliaia di ricercatori e medici dato che il sistema linfatico è stato mappato in tutto il corpo in ogni singolo dettaglio, ma il vero significato della scoperta risiede negli effetti che questa potrebbe avere sullo studio e sulle vere cause dell'autismo e/o di tutte le patologie neurologiche.
Come si studia la risposta immunitaria del cervello ?
Perché pazienti con malattie neurologiche, autismo, sclerosi multipla, ecc., presentano diversi attacchi al sistema immunitario, cioe' immunodepressioni ?, 
...ma ....ora finalmente possiamo comprendere, oltre alle cause di tali malattie, anche avvicinarci meccanicamente e realmente al problema perché il cervello è, come ogni altro tessuto, collegato al sistema immunitario periferico attraverso i vasi linfatici meningei – cosi' ha affermato Jonathan Kipnis, professore del Dipartimento UVA di Neuroscienze e direttore presso il Center for Brain Immunology and Glia (BIG) dell’Università della Virginia.


Qui nel diagramma, viene spiegato nei particolari il tragico evento:
http://vaccinepapers.org/al-adjuvant-nanoparticles-can-travel-brain/

 

Nei Vaccini, un nuovo vettore per aumentare le reazioni del sistema immunitario - Set. 2009
Per gli scienziati della Oregon State University, si potranno realizzare nuovi vaccini con nanoparticelle derivanti dalla lecitina di soia. Le sostanze vaccinali,  chiamate coadiuvanti, non sono degli immunogeni di per sé, e vengono inseriti per tentare di aumentare la reazione immunitaria di un vaccino e che molte volte divengono abnormi generando reazioni allergiche e malattie autoimmuni ed anche immunodepressioni e quelle delle sostanze che contiene il vaccino.
I
l problema, tuttavia, è che al momento attuale sono due le sostanze adiuvanti approvate per l'uso umano a causa della preoccupazione per la loro grave tossicità.
Sono l'idrossido di alluminio o l'allume che si trovano comunemente i vaccini come quello per l'epatite B e il tetano.
Lo studio è stato condotto finora sui topi e ha mostrato che il nuovo adiuvante – preparato con nanoparticelle derivate dalla lecitina di soia – ha favorito ed indotto una reazione immunitaria 6 volte più forte che non quando si utilizza, per esempio, l'allume.
Commento NdR: benissimo....cosi' si aumentano le possibilita' di ammalarsi di malattie indotte con questi nuovi vaccini....Big Pharma ringrazia..

Alcuni Vaccini vengono realizzati con una tossina, come quelli del tetano, della pertosse e della difterite. Altri  vaccini che si preparano moltiplicando i virus (proteine tossiche) nelle colture a base di uova, e sono  quelli per il morbillo, parotite, rosolia e varicella (queste ultime 3 sono tutte vaccinazioni facoltative).
Nell’uovo si preparano anche il vaccino per l’influenza, se effettuati su i bimbi dai 3 a 30 mesi ed ai neonati in situazioni di rischio, oltre a quello per la febbre gialla, producono allergie.
La cosa molto GRAVE  è noto che l’uovo, può essere allergizzante, e come tale viene infatti introdotto nell’alimentazione del bimbo solo intorno ai 12 mesi di vita e anche più tardi se il bimbo è atopico o c’è familiarità per il rischio di allergia, quindi oltre alle altre tossine introdotte con i Vaccini vi e’ anche da aggiungere questo gravissimo problema, oltre alle immunodepressioni indotte ed altro ancora !

I Vaccini come ben sappiamo contengono sostanze tossiche per gli organismi viventi (metalli tossici, sostanze cancerogene,  contaminanti virali, quali le complesse proteine lipidiche a DNA, cioe' virus, ecc.) sostanze che sono indicate (solo alcune) nei loro “bugiardini”, ma facendo analizzare alcuni vaccini con uno spettrofotometro, e’ stato visto che essi contengono anche “carbonio(1) sostanza presente in ogni preparato organico, che puo' essere pericolosa per gli organismi viventi, in quanto questa sostanza base ha una caratteristica che e’ quella di poter facilmente veicolare e scatenare anche  “reazioni chimiche inusuali e pericolosecon le altre sostanze inoculate con i  Vaccini !
Il Carbonio
(1) ha una grande affinità con tutte le sostanze, per i legami chimici con altri atomi leggeri, tra cui il carbonio stesso, e le sue piccole dimensioni lo rendono in grado di formare legami multipli (proprietà che viene definita "desmalusogenia").
Le proprietà fisiche e chimiche del carbonio dipendono dalla sua struttura cristallina.
Le sue reazioni chimiche con le sostanze pericolose, presenti nei vaccini, andrebbero meglio ed urgentemente approfondite.
Alcuni semplici composti del carbonio possono essere molto tossici, come il Monossido di carbonio (CO) o il Cianuro (CN-)

I vaccini sono prodotti in diversi modi, ma in tutti sono presenti le componenti (antigeni) che si trovano nei comuni virus o batteri che sono in grado di modificare i meccanismi naturali di difesa del nostro corpo.
I vaccini contengono anche conservanti (Formaldeide che e’ una sostanza cancerogena), Monossido di glutammato (MSG),
Solfato sotto forma di sodio metabisolfito (sostanza tossico irritante), antibiotici ed alcuni contengono metalli tossici, tipo alluminio, mercurio ed altri metalli tossici (1), ecc..
I vaccini per il morbillo, parotite e rosolia sono prodotti su colture a base di fibroblasti o cellule embrionali di pollo
.
Allergia all'uovo e vaccinazione MPR: E' noto il problema dell’allergia alle proteine dell’uovo e la vaccinazione per il morbillo-parotite-rosolia, MPR.
vedi: Come si producono i Vaccini


CONTENUTO
dei VACCINI sono in parte
descritti nei loro Bugiardini
Queste sostanze tossiche (anche nascoste = coadiuvanti e contaminanti, es. Enterovirus 71 e/o SV40) sono quelle entrocontenute nei Vaccini, OLTRE ai vari
virus, batteri, sieri occorrenti per la preparazione di un certo tipo di vaccino.
Ogni vaccino ha le proprie sostanze e non tutte quelle elencate qui sotto, ma solo parte di esse.
NON tutti i vaccini contengono gli stessi ingredienti, per avere la descrizione dei contenuti dei singoli vaccini, occorre vedere in primis il loro "bugiardino"...la parola stessa la dice lunga....infatti NON dice la verita' sui contenuti !
vedi anche:
http://www.vaclib.org/basic/vacingredient.htm  +  http://www.novaccine.com/vaccine-ingredients/
http://www.all.org/article.php?id=10109  +  http://www.novaccine.com/vaccine-risks/
http://www.vaccineawareness.org/information/FactSheet.htm
  +   http://www.cogforlife.org/packageinsertsample.htm
http://www.tetrahedron.org/articles/vaccine_awareness/ingredients.html
http://www.whale.to/vaccines/ingredients.html  

(*) Abbiamo fatto analizzare dalla dott.essa Gatti Antonietta, per mezzo di un Spettrofotometro, alcuni vaccini, lo sperma, il sangue e cellule staminali di alcuni militari, ormai morti, ed ecco il contenuto:
Metalli tossici: oltre a quelli segnalati nei Bugiardini, (vedi allegato 4),
Sperma: la quantità di piombo era elevatissima, carbonio (vedi sopra per i particolari - (1)), silicio, sodio, magnesio, alluminio, titanio, ferro, cromo, calcio, cobalto, antimonio.
Sangue: detriti da 0,5 micron contenenti carbonio, antimonio, fosforo, cobalto, rame e zinco:
cellule staminali: la loro presenza sta ad indicare una disseminazione in tutto il corpo umano.
Vaccini anti-tifici Typhim V e Vivotif: carbonio, silicio, titanio, ferro, cloro, magnesio, alluminio, zirconio, stronzio, afnio, bismuto, ed un picco altissimo di piombo.
Non sono noti in letteratura i possibili effetti tossici di tutte le particelle trovate (chiamasi anche Particolato) - L'insieme delle polveri fini è chiamato Il PM10 (particulate matter).


SINDROME da ADIUVANTI, PDF

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...oltre a trovarvi in essi, anche parti di questo metallo sintetico.
vedi: la prova dello studio nel PDF


PDF dei Componenti, Eccipienti dei Vaccini (2016) - Tratto da US: www.vaccinesafety.edu

Eccipienti dei vaccini, PDF, tratto da Pediatrics

Esavalente, Rapporto segreto confidenziale del produttore sul vaccini esavalente

CDC - Schede rilasciate dai CDC, indicanti gli adiuvanti/contenuti dichiarati dai fabbricanti di Vaccini (quelli NON dichiarati, ma esistenti, sono  stati individuati da analisi al microscopio elettronico), inoltre sappiamo per CERTO che NON indicano, nelle schede disponibili sul web, certe "sostanze ingegnerizzate" (GM), cioe' preparate nei loro laboratori, che pero' nelle schede rilasciate dalla FDA.....sono state CANCELLATE (cioe' coperte con pennarello nero - abbiamo in mano le prove....)....perche' esse perseguono gli "scopi" e le finalita' dei "proprietari" di Big Parma....creare malati.....e ridurre la popolazione a 500.000 di persone
Questa e' la lista del rilascio delle Licenze per i vaccini in commercio

L'elenco delle Sostanze Contenute nei VACCINI, lo trovate QUI
a Pag. 2  + Coadiuvanti nei vaccini

 Pag. 6  -  Pag. 7  -  Pag. 8  -  Pag. 9  -  Pag. 10  -  Pag 11  -  Pag. 12  -  Pag. 13  - Pag 14  - Pag 15  -
 Pag. 16  -  Pag. 17  -  Pag. 18  -  Pag.19  -  Pag. 20  -  Pag. 21
vedi anche Dati ISTAT sui Vaccini