Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ISS = Istituto Superiore
della Sanita' Italiano
Leggete QUI come gli "Enti" internazionali a "tutela della Salute" (OMS + CDC + FDA, ecc.)
sono chiaramente collusi con l'Industria Farmaceutica

La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari dei Rothschild, di impadronirsi
dell’intero sistema medico americano
  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario,
i Rockefeller (legati ai Rothschild), amavano chiamarla filantropia efficiente”, e' qui in questa pagina,  ben descritto.
QUESTI I VERI PADRONI del MONDO

Da settembre 2013, in tutta l’UE (Unione Europea), sul foglietto illustrativo (bugiardino) di determinati medicinali
farà la sua apparizione un triangolo capovolto.
Un contrassegno che segnala a pazienti ed operatori sanitari quei farmaci per i quali i consumatori
sono caldamente invitati a segnalare agli operatori nazionali, eventuali effetti collaterali inattesi.
In gergo tecnico, le medicine sottoposte a monitoraggio addizionale.
Si tratta di tutte le confezioni autorizzate dopo il 1° gennaio 2011 che contengono una nuova sostanza attiva; vaccini o prodotti derivati dal plasma di origine biologica; i medicamenti per i quali sono necessarie determinate informazioni supplementari nella fase successiva alla messa in commercio, o la cui autorizzazione è subordinata al rispetto di determinate condizioni o restrizioni per un impiego sicuro ed efficace.- vedi: PDF del comunicato stampa Commissione Europea

MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
Storia dei Vaccini - 1 + Storia dei Vaccini - 2
https://koenig2099.wordpress.com/2017/12/30/dalla-seconda-guerra-mondiale-ai-giorni-nostri-come-cibo-e-medicine-sono-stati-completamente-corrotti-dai-grandi-del-governo-delle-agenzie-e-delle-case-farmaceutiche/
 

ISTITUTO SUPERIORE di SANITA’  - protocollo.centrale@pec.iss.it

L'Istituto Superiore di Sanità, anche ISS, è un ente di diritto pubblico che, in qualità di organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale italiano, svolge funzioni di ricerca, sperimentazione, controllo ed accertamenti (NdR: anche sui farmaci, vaccini, servizi sanitari), consulenza, documentazione e formazione in materia di salute pubblica. L'Istituto è posto sotto la vigilanza del Ministero della Salute.

L'inaugurazione ufficiale dell'ISS, allora denominato "Istituto di Sanità Pubblica", avvenne il 21 aprile 1934, dopo l’entrata in vigore, l'11 gennaio 1934, della legge che definiva status e funzioni del nuovo Istituto, una volta terminata l’intera costruzione. I lavori per la costruzione dell'edificio principale, su progetto dell'architetto Giuseppe Amendola, erano iniziati il 6 luglio 1931.
Finanziatrice dei lavori di costruzione dell'Istituto e' stata l'americana
Rockefeller Foundation.

La maggior parte delle case farmaceutiche è stata fondata a meta-fine ottocento o primi del novecento. Inizialmente le nazioni trainanti in questo settore furono Svizzera, Germania ed Italia.
Nel novecento il concetto di scoperta scientifica si è fuso con quello di bene di consumo di massa, per cui le aziende farmaceutiche hanno imposto un nuovo modo di fare medicina pratica.

COMITATO SCIENTIFICO

Sono nominati i componenti del Comitato Scientifico dell'Istituto Superiore di Sanità, ai sensi dell'art. 4, comma 7, del d.lgs. 28.06.2012, n. 106, con Decreto del Ministro della Salute del 21.01.2016 
Prof. Walter RICCIARDI - Presidente dell'ISS dal 01/09/2015
Dott. Giuseppe TRAVERSA - Eletto dai Ricercatori dell'Istituto Superiore di Sanità 
Dott.ssa Paola FATTIBENE - Eletta dai Ricercatori dell'Istituto Superiore di Sanità 
Prof. Armando SANTORO - Designato dal Ministro della Salute 
Prof. Francesco VITALE - Designato dal Ministro della Salute 
Dott. Salvatore AMATO - Designato dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 
Prof. Franco BAZZOLI - Designato dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del...

Pubblicato il 21-01-2016 in Organi dell'Istituto Superiore di Sanità , aggiornato al 10-10-2016
Rosa Maria Martoccia: Dirigente amministrativo

CONSIGLIO di AMMINISTRAZIONE in carica con decreto del Ministro della Salute del 26.11.2015.
Sono nominati i componenti del Consiglio di amministrazione dell'Istituto Superiore di Sanità, ai sensi dell'art. 4, comma 5, del d.lgs. 28.06.2012, n. 106, con Decreto del Ministro della Salute del 26.11.2015 
Prof. Gualtiero RICCIARDI - Presidente dell'ISS 
Prof.ssa Adriana Caterina MAGGI - Componente - Designata dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 
Prof. Giuseppe REMUZZI - Componente - Designato dalla Conferenza unificata 
Dott. Alessandro COSIMI - Componente - Designato dalla Conferenza unificata 
Avv. Enrico LUBRANO - Componente - Designato dal Ministro della salute

COLLEGIO dei REVISORI DEI CONTI - in CARICA - Decreto del Ministro della Salute del 11.12.2015
Sono nominati i componenti del Collegio dei revisori dell'Istituto Superiore di Sanità, ai sensi dell'art. 4, comma 8, del d.lgs. 28.06.2012, n. 106 
Avv. Carlo Geronimo CARDIA - Presidente 
Dott. Carmine TANCREDI - Membro effettivo 
Dott.ssa Angela SALVINI - Membro effettivo 
Dott. Giuseppe LA REGINA - Membro supplente
....oltre ai Dirigenti di: www.epicentro.iss.it  ed i suoi responsabili scientifici
"La professione medica viene comprata dall'industria farmaceutica, non solo in termini di pratica medica, ma anche in termini di insegnamento e ricerca. Le istituzioni accademiche stanno diventando gli agenti pagati dell'industria farmaceutica. Penso che sia vergognoso".
By Arnold Seymour Relman (1923-2014), professore di medicina a Harvard ed ex redattore capo del New England Medical Journal.


Segnalazione IMPORTANTE nel sito dell'ISS la voce CONFLITTI di INTERESSE NON  esiste, neppure alla voce "Trasparenza", almeno per i suoi Dirigenti..., che dovrebbero per etica e correttezza, immettere nei loro "curricula" gli eventuali o meno Conflitti di Interesse del passato e del presente, malgrado che il Ministero stesso lo denunci..

Case farmaceutiche e Corruzione: lo scandalo planetario della Glaxo Smith Kline - 26/04/2014
https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/26/case-farmaceutiche-e-corruzione-lo-scandalo-planetario-della-glaxo-smith-kline/964564/
https://koenig2099.wordpress.com/2017/12/30/dalla-seconda-guerra-mondiale-ai-giorni-nostri-come-cibo-e-medicine-sono-stati-completamente-corrotti-dai-grandi-del-governo-delle-agenzie-e-delle-case-farmaceutiche/
GLAXO: ecco i suoi Report (EFPA, certificati), sui finanziamenti fatti a medici, ordini dei medici, Istituto superiore di sanita' Ass. Medici, Universita', ecc. = come corrompere tutti a tutti i livelli.....
http://www.ninconanco.info/anche-listituto-superiore-di-sanita-sul-libro-paga-glaxo-smith-kline/

BIG PHARMA CORROMPE TUTTE LE ISTITUZIONI !  - Corruzione
Grecia, file Fbi su "presunta" maxi frode Novartis. Coinvolti dieci tra ex ministri ed ex premier
I documenti Usa hanno rivelato i nomi dei politici che, secondo l'accusa, avrebbero ricevuto milioni in tangenti per far ottenere alla multinazionale elvetica una posizione di forza nel mercato ellenico

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/06/grecia-file-fbi-su-presunta-maxi-frode-novartis-coinvolti-dieci-tra-ex-ministri-ed-ex-premier/4140095/#commenti-mobile
EMEA (oggi EMA) ha legami con l'Industria Farmaceutica .....per far vendere farmaci

Ecco chi finanzia la OMS, vedi elenco di coloro che la pagano per ottenere favori.....

Trasparenza:
L'Istituto Superiore di Sanità, in ottemperanza al D.P.R. 184/2006, ha emanato con Decreto 18 settembre 2007 il "Regolamento in materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi dell'Istituto Superiore di Sanità"
Il regolamento disciplina le modalità di esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto stabilito nel capo V della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.
Per "documento amministrativo" si intende ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica e di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico provvedimento, detenuti dall’Istituto Superiore di Sanità e concernenti attività di pubblico interesse, indipendente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale.
Il diritto di accesso ai documenti amministrativi é esercitabile nei confronti dell’Istituto Superiore di Sanità, da chiunque (soggetto pubblico o privato) abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale é richiesto l'accesso.
Le disposizioni sulle modalità del diritto di accesso di cui al presente regolamento si applicano anche ai soggetti portatori di interessi diffusi o collettivi. Il diritto di accesso si esercita con riferimento ai documenti amministrativi materialmente esistenti al momento della richiesta e detenuti alla stessa data dall’Istituto Superiore di Sanità.

Normativa sul diritto di accesso ai documenti amministrativi e materiali:
Modulo per richiesta di accesso
L'Istituto Superiore di Sanità, in ottemperanza al D.P.R. 184/2006, ha emanato con Decreto 18 settembre 2007 il "Regolamento in materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi dell'Istituto Superiore di Sanità". In questa pagina trovate il Modulo per richiesta di accesso.

Ufficio Stampa:
L'Ufficio stampa in collaborazione con Dipartimenti, Centri ed i Servizi tecnico scientifici, coordina la comunicazione istituzionale in relazione alle attività dell'Istituto e gestisce i rapporti con gli organi di informazione locali e nazionali. Cura, inoltre, la rassegna quotidiana dell'Istituto divisa per le aree tematiche che riguardano le attività dell'Istituto, tratta da giornali e riviste nazionali e internazionali

Attività di controllo
Obiettivi e Attività:
La missione del Dipartimento del Farmaco, DdF, è centrata sulla valutazione di qualità, sicurezza, efficacia e appropriatezza d'uso dei medicinali e delle terapie disponibili; con il suo intervento vuole sviluppare la ricerca sui nuovi farmaci e le nuove terapie per le malattie che colpiscono l'uomo e attivare la ricerca nei settori più innovativi della farmacologia sperimentale; intende, tra i suoi obiettivi, realizzare e coordinare iniziative orientate a potenziare la ricerca farmacologica e clinica di tipo pubblico per favorire altresì l'integrazione di entrambe in rapporto al comune obiettivo di curare e prevenire le malattie. Prioritario diviene quindi lo sviluppo delle collaborazioni con i centri di ricerca nazionali ed internazionali più attivi e qualificati.

Con le attività di controllo il DdF in collaborazione con le Istituzioni Pubbliche, nazionali e internazionali sviluppa programmi atti alla valutazione delle caratteristiche chimiche e della purezza dei medicinali (incluse le specialità, i prodotti generici, i medicinali magistrali e officinali e quelli derivati dalle piante medicinali), dei prodotti di erboristeria, dei presidi medico-chirurgici e dei prodotti cosmetici; svolge il monitoraggio delle sperimentazioni cliniche sull'uomo con prodotti di nuova istituzione; è attivo nel settore della farmacovigilanza e della farmacosorveglianza sui medicinali dopo la loro immissione in commercio. Comprende gli accertamenti sperimentali per la verifica della qualità dei medicinali e quelli conseguenti a segnalazioni di difetti e di reazioni avverse e quelli ispettivi sull'osservanza delle norme di buona pratica di laboratorio (GLP) e di fabbricazione (GMP).

Attività di consulenza:
Le attività di consulenza sono di natura prettamente tecnico-scientifica e sono rivolte al Ministero della Salute, all'Agenzia del Farmaco e per l'Agenzia europea di registrazione dei farmaci (EMEA). Con i suoi esperti il Dipartimento del Farmaco esegue la valutazione dei dossier registrativi per quanto attiene qualità, sicurezza d'uso ed efficacia dei medicinali in relazione alle procedure centralizzate europee ed alle norme di mutuo riconoscimento; rilascia l'autorizzazione delle sperimentazioni cliniche sull'uomo con farmaci di nuova istituzione e terapie innovative e le autorizzazioni delle sperimentazioni animali (in deroga agli art. 8-9 del DL.vo 21 gennaio 1992, n. 116, pubblicato nella G.U. 18 febbraio 1992, n. 40, S.O.).

Attività istituzionali:
Il Dipartimento del Farmaco provvede al coordinamento del Segretariato della Farmacopea Ufficiale Italiana che, in quanto Ente deputato alla definizione degli standard di qualità dei prodotti medicinali e delle sostanze usate nella loro fabbricazione, è anche punto di riferimento nazionale per il Segretariato della Farmacopea Europea. Con l'Osservatorio su Fumo, Alcool e Droga il Dipartimento si propone l'attività di rilevazione e informazione dei cittadini sui danni relativi all'uso e all'abuso di tali sostanze e educarli sul buon uso del farmaco e delle terapie disponibili. Inoltre il DdF fornisce formazione agli operatori sanitari su farmaci e terapie e provvede alla messa a punto di linee-guida e protocolli terapeutici oltre che svolgere studi su qualità della vita e farmacoeconomia. Il DdF partecipa con l'attività dei propri esperti ai lavori di organismi nazionali ed internazionali, compresi quelli relativi ai piani di intervento e alle iniziative socio-sanitarie per facilitare l'accesso a farmaci e alle terapie nei paesi del sud del mondo.
L'azione del Dipartimento del Farmaco è finalizzata alla valutazione di qualità, sicurezza, efficacia e appropriatezza d'uso dei medicinali e delle terapie disponibili.

Oltre a svolgere attività di consulenza tecnico-scientifica per il Ministero della Salute, l'Agenzia del Farmaco e per l'EMEA, il DdF provvede alla valutazione dei dossier registrativi per quanto attiene qualità, sicurezza d'uso e efficacia dei medicinali in relazione alle procedure centralizzate europee ed alle norme di mutuo riconoscimento. Il Dipartimento del Farmaco partecipa alle procedure delle sperimentazioni cliniche sull'uomo con farmaci di nuova istituzione e con terapie innovative (DPR 754/94 - comma C).

Il Dipartimento del Farmaco partecipa alle Autorizzazioni riguardanti la sperimentazione animale (in deroga agli articoli 8-9 del DL 116 del 21.01.92), gli Accertamenti ispettivi sull'osservanza delle norme di buona pratica di laboratorio (GLP) e di fabbricazione (GMP) e partecipa attivamente ai lavori di organismi nazionali (AIFA/CTS, Commissione Tecnico-Scientifica) e internazionali (EMEA, OCSE, Consiglio d'Europa e WHO).

(
NdR: vedi: Ministero della salute e vari enti anche internazionali informati sui danni dei vaccini, fanno finta di nulla...)

Le attività di controllo includono non solo la determinazione delle caratteristiche chimiche e della purezza delle preparazioni medicinali, includendo i farmaci generici (NdR: ovviamente anche i Vaccini, che sono farmaci anch'essi), i farmaci omeopatici e quelli derivati dalle piante medicinali, ma anche il controllo dei presidi medico-chirurgici e dei prodotti cosmetici, la valutazione scientifica dei dossier registrativi dei nuovi farmaci presentati a livello nazionale ed europeo, il controllo e il monitoraggio delle sperimentazioni cliniche sull'uomo con prodotti di nuova istituzione, fino alle problematiche connesse con la tossicodipendenza e il doping.
Attraverso l'attività coordinata tra clinici, farmacologi, epidemiologi, statistici, economisti e informatici, il Dipartimento è presente nel settore della farmacovigilanza e farmacosorveglianza che si attiva dopo l'immissione in commercio e tramite accertamenti sperimentali per la verifica della qualità dei medicinali autorizzati.

Tale azione si esplica con il Programma Annuale di Controllo attuato dalla registrazione e segnalazione di difetti e corpi estranei e con il monitoraggio delle reazioni avverse.
Il Dipartimento del Farmaco è anche "terminale" di riferimento per le richieste dell'Autorità Giudiziaria degli eventuali accertamenti di legge oltre che organo competente per la Vigilanza sul Doping (legge 14.10.2000 n.376). Il Dipartimento fa parte della Rete Europea dei Laboratori Ufficiali per il Controllo delle Medicine (OMCL).

Reparti
Farmacodipendenza, tossicodipendenza e doping
Farmacogenetica, farmacoresistenza e terapie sperimentali
Farmacologia biochimica e unità di coordinamento dell'attività di consulenza tecnico-scientifica
Farmacologia dei processi degenerativi e dell'invecchiamento
Farmacologia del sistema nervoso centrale
Farmacologia e terapia delle malattie da virus
Farmacologia molecolare e cellulare
Farmacologia per la salute del bambino e della donna
Farmacologia pre-clinica
Farmacopea e qualità dei medicinali
Medicine complementari, naturali e tradizionali. Sicurezza dei prodotti cosmetici
Qualità dei farmaci di origine chimica
Ricerca clinica e farmacologia sperimentale
Tratto da: http://www.iss.it


Costituzione Italiana: Art. 28
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Commento
NdR: questo articolo come altri della Costituzione Italiana sono da sempre trasgrediti e disattesi proprio da coloro che lo rappresentano, specie nella Sanita', Finanza, tutela, commercio, agricoltura, ecc.
Per cui invitiamo i cittadini di questi stati trasgressori, compresi i loro rappresentanti e dirigenti, a DENUNCIARE all'autorita' giudiziaria tutti questi farabutti che trasgrediscono la Costituzione; verra' il momento, il tempo comunque nel quale il Popolo Sovrano, si sollevera' ed arrestera' tutti questi "soggetti" che compiono questi misfatti, sulla pelle del Popolo reso suddito... !

Conflitti di interesse e collusioni nell'ISS e suoi collaboratori:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/12/01/vaccino-aids-sui-brevetti-soldi-pubblici-e-profitti-privati-lettera-a-ricciardi-presidente-iss/4012648/
http://www.vacciniinforma.it/2018/12/10/vaccini-codacons-pubblica-tutti-i-rapporti-di-conflitto-tra-riccardi-e-case-farmaceutiche/5965

La "collaborazione" di W. Ricciardi con le riviste della società di lobbying nel settore farmaceutico
....alla faccia dei Conflitti di interesse di questi personaggi collusi....con Big Pharma
https://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/m5s-ricciardi-vaccini-2801314/

Come Corrompere un burocrate, il sig. Ricciardi, direttore dello ISS, nello "stato mafioso"....

Vaccini: il gruppo di lavoro "Vaccino Veritas" richiede l'attivazione di una Commissione d'Inchiesta per la valutazione dei conflitti d'Interesse a carico "dell'Ultimo Guappo" Walter Ricciardi - 3 dicembre 2018
I membri del gruppo di lavoro "Vaccino Veritas" hanno inviato al ministro della Salute Giulia Grillo una richiesta di attivazione di una Commissione d'Inchiesta Ministeriale per "valutazione conflitti d'Interesse e omissione di peculiari informazioni a garanzia della tutela della Salute Pubblica, nonché dell'integrità, indipendenza e trasparenza della Pubblica Amministrazione" a carico di Gualtiero (Walter) Ricciardi, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità.
Ecco di seguito il testo della richiesta.

Al MINISTRO DELLA SANITÀ

Dott.ssa Giulia GRILLO

segreteriaministro@sanita.it

seggen@postacert.sanita.it

 

per conoscenza

MINISTRO DI GIUSTIZIA

Avv. Alfonso Bonafede

ilministroascolta@giustizia.it

responsabileprevenzionecorruzione@giustiziacert.it

 

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

usg@mailbox.governo.it

presidente@pec.governo.it

 

AGENZIA ITALIANA PER IL FARMACO

presidenza@pec.aifa.gov.it

 

AUTORITA' NAZIONALE ANTICORRUZIONE

protocollo@pec.anticorruzione.it

 

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE

srm29424@pec.carabinieri.it

 

Alle testate giornalistiche:

IL FATTO QUOTIDIANO

lettere@ilfattoquotidiano.it

LA STAMPA

lettere@lastampa.it

LA VERITA'

web@laverita.info

LO SPECIALE GIORNALE

direzione@lospecialegiornale.it

 

Richiesta di attivazione Commissione d'Inchiesta Ministeriale per valutazione "conflitti d'Interesse" e omissione di peculiari informazioni a garanzia della tutela della Salute Pubblica, nonché dell'integrità, indipendenza e trasparenza della Pubblica Amministrazione, a carico di Gualtiero (Walter) Ricciardi.

 

Egregio Ministro Giulia Grillo,

i firmatari della presenti sono membri attivi del gruppo di lavoro "Vaccino Veritas" composto da esperti del settore scientifico e giuridico, nonché da esponenti di Associazioni di tutela dei cittadini.

 

PREMESSO CHE

- In data 08 dicembre 2017, veniva pubblicato sul quotidiano nazionale Il Fatto Quotidiano un articolo (1) a firma della giornalista Giulia Innocenzi, nel quale denunciava un conflitto di interessi a carico del Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi. Denuncia maturata a seguito della presa visione di documenti ufficiali (2-3) prelevati dal sito istituzionale della Commissione Europea, dai quali sarebbero emerse diverse collaborazioni tra il Presidente dell'ISS e le Industrie del farmaco e dei vaccini.

 

- Tali collaborazioni risultano omesse nelle dichiarazioni (4) presentate dal Ricciardi al Ministero della Sanità all'atto dell'assunzione dell'incarico e sono invece emerse grazie alla ricerca effettuata dalla giornalista scientifica Amelia Beltramini (5), attraverso la consultazione del sito europeo in premessa citato, dove ci sono regole più stringenti in materia di trasparenza e contrasto alla corruzione.

 

- In particolare, secondo quanto riportato dal citato organo di stampa nazionale e rilanciato da diversi siti internet di settore, si evincerebbe che il Ricciardi:

 

1. avrebbe avuto conflitto d'interesse in quanto contemporaneamente membro dell'European Sterring Group e relatore del "Libro Bianco Europeo", iniziativa questa finanziata dalla Casa Farmaceutica AbbVie;

 

2. è stato membro del Comitato Scientifico del Centro di Ricerca sulla gestione dell'Assistenza Sanitaria e sociale dell'Università Bocconi che, nel progetto Academy of Health Care Management of Health Economics, ha intessuto collaborazioni con l'Industria Farmaceutica Novartis;

 

3. è stato altresì Responsabile Scientifico del Primo Libro Bianco sulla Health Technology Assessment in Italia e del Progetto ViHTA, iniziative finanziate dall'Industria Farmaceutica GlaxoSmithKline;

 

4. ha stilato, per conto di diverse Case Farmaceutiche, gli HTA (Health Technology Assessment, cioè la valutazione dell'impatto sulla salute di una serie di vaccini;

 

5. è stato consulente per le seguenti Industrie Farmaceutiche, nell'ambito della produzione di medicinali e vaccini:

- GlaxoSmithKline per il vaccino anti-papilloma virus HPV (2007)

- GlaxoSmithKline per il medicinale Lapatinib (2008)

- GlaxoSmithKline per il vaccino (Synflorix) (2008)

- Sanofi Pasteur per il vaccino Gardasil (2008)

- Novartis per il medicinale Lucentis (2009)

- Wyeth Lederle per il vaccino Prevnar (2009)

- Astellas Pharma per il medicinale Mycamine (2010)

- Amgen Dompè per il medicinale Prolia (2010)

- GlaxoSmithKline per il medicinale Belimumab (2011)

- Pfizer per il medicinale Enbrell (2011)

- Pfizer per il vaccino antipneumococcico PCV13 (2011)

- Menarini per il medicinale Nebivololo (2012)

- Menarini per il medicinale Remimazolam (2012)

- IBSA per il medicinale Fostimon (2012)

- Novartis per il vaccino MenB (2012)

 

6. ha assunto l'incarico di consulente della Società Altis OPS Omnia Pharma Service. A tal proposito, la Giornalista Amelia Beltramini, nel verificare la visura camerale della citata società, ha notato che tale corporation tra le proprie attività di servizio prevede quella dell'assistenza alle industrie farmaceutiche nelle fasi necessarie all'accreditamento presso tutte le Autorità Sanitarie [....] analisi di scenari e strategie di prezzo e rimborso [....] supporto e pianificazione regolatoria e logistica per il lancio dei prodotti.

 

Quindi risulta trattarsi di una società che lavora per l'intero cartello industriale farmaceutico offrendo non solo servizi, ma anche attività di lobbying verso strutture e istituzioni sanitarie pubbliche. Inoltre, detta società ha creato, per portare avanti le attività sopra descritte, due riviste: la Italian Health Policy Brief e la Public Health and Health Policy. Ebbene, nella prima rivista, Gualtiero (Walter) Ricciardi - Presidente della più importante Istituzione sanitaria dello Stato - è stato membro del Comitato degli esperti e nella seconda rivista è stato Editore Scientifico sino al secondo numero 2015, proprio mentre rivestiva l'incarico pubblico a capo dell'Istituto Superiore di Sanità. Sino alla data del 3 novembre 2018, il Ricciardi risulta tra gli esperti della rivista come indicato nella Home Page del sito della rivista Public Health and Health Policy(6,7).

 

7. Inoltre, in data 14 dicembre 2017, il quotidiano nazionale La Stampa (8) ha specificato che il Ricciardi, anche nelle dichiarazioni d'interesse presentate sia in Commissione Europea che presso l'Organizzazione Mondiale della Sanità dove era stato nominato membro dell'European Advisory Committee on Health Research dal mese di luglio 2012 al mese di luglio 2014), ha omesso di indicare la partecipazione al Comitato degli esperti della rivista Italian Health Policy Brief nonché il ruolo di Editore scientifico della rivista Public Health and Health Policy.

 

8. Tali o altri conflitti d'interesse del Ricciardi sono stati anche oggetto di una specifica diffida da parte del CODACONS e confermati nella realtà di fatto da una sentenza del Tribunale di Roma con la quale è stato pienamente assolto il Presidente del CODACONS, dall'accusa di diffamazione mossagli dal prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi. (17)

 

In merito a quanto sopra esposto, si ribadisce che tali collaborazioni scientifiche su base remunerativa, secondo quanto pubblicato dal giornale Il Fatto Quotidiano (1), NON sono state rese pubbliche in occasione dell'assunzione dell'incarico Istituzionale; a tal proposito si ricorda e si stigmatizza che tale mandato è stato attribuito direttamente dall'ex Ministro Beatrice Lorenzin senza interpello pubblico e senza la prevista nomina di apposita Commissione di valutazione.

 

Sulla base degli accertati conflitti d'interesse sopra indicati, sorgono non poche perplessità sul ruolo da protagonista che il Prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi, nella veste di Presidente dell'Istituto Superiore della Sanità, ha avuto nella stesura del Decreto Legge 7 giugno 2017, n.ro 73, convertito con modificazioni dalla Legge 31 luglio 2017 n.ro 119, con la quale sono state imposte ben 10 vaccinazioni obbligatorie a tutti i minori italiani di età compresa tra zero e 16 anni e a tutti i minori stranieri non accompagnati.

 

Si sottolinea che il Presidente dell'ISS ne aveva chieste ben 13 obbligatorie, compresi i vaccini antimeningococcici B e C, nonché il vaccino antipneumococcico. Vaccini che, se pur non compresi tra i 10 obbligatori, sono stati comunque inseriti tra quelli fortemente raccomandati.

 

A tal proposito, si deve ricordare che forti perplessità sulle infondate necessità sanitarie ad imporre nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (all'elaborazione del quale Ricciardi ha partecipato attivamente) un così eccessivo aumento del numero di vaccini rispetto ai 4 precedenti alla Legge Lorenzin, sono state espresse da molti Pediatri ed altri esperti scientifici, nonché dall'allora Direttore della Sanità del Piemonte Dott. Vittorio Demicheli, attuale consulente del Ministro della Salute Giulia Grillo.
In una durissima critica pubblicata il 27 ottobre 2015 sul principale quotidiano di economia nazionale, Il Sole 24 ORE, nell'editoriale dal titolo "Cura di trasparenza contro la teoria del complotto", De Micheli ha denunciato quanto segue: «il calendario riportato all'interno del Piano [....] è la copia fedele del 'Calendario per la Vita', sponsorizzato dalle Industrie Farmaceutiche".

 

Alla luce di queste significative e autorevoli perplessità di merito, appare ancor più stridente il fatto che, pur nel denunciato stato di conflitto d'interessi in cui si trovava il Prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi, egli abbia assunto un ruolo da protagonista nel provvedimento approvato prima come Decreto dal Consiglio dei Ministri e poi convertito in legge dal Parlamento. Secondo quanto riferito dalla Stampa Nazionale, è stato proprio lui a rivendicare il suo ruolo preminente. Infatti, nel settembre 2017, durante un suo intervento alla festa del Partito Democratico svoltasi a Firenze, avrebbe affermato testualmente (1): «Ho fatto presente al Ministro Lorenzin la situazione preoccupante in cui ci trovavamo, lei è stata molto reattiva e insieme abbiamo fatto la nuova legge».

 

Associando ruolo pubblico e attività di consulenza per le Industrie Farmaceutiche produttrici di vaccini, appare pertanto più che fondato il commento della giornalista autrice dell'articolo citato: «Ha fatto da consulente per le Case Farmaceutiche sui loro vaccini, e poi ha detto che sono "indispensabili" per gli italiani».

 

Concludendo la disamina dei conflitti d'interesse nei quali era immerso Gualtiero (Walter) Ricciardi, mentre sollecitava il Ministro Lorenzin il Parlamento e l'intera società a legiferare e accettare l'imposizione di 13 vaccini, appare innegabile che il passaggio da una blanda obbligatorietà di soli 4 vaccini precedente alla legge Lorenzin, a 10 vaccini imposti con sanzioni più stringenti, costituisca la base per un sicuro, cospicuo e protratto nel tempo aumento di fatturato per le Industrie Farmaceutiche.

 

A tal proposito lascia stupefatti che perfino questo dato oggettivo di vantaggio economico e di profitti per le industrie farmaceutiche dei vaccini, sia contestato e misconosciuto dal Presidente dell'ISS, tanto che in un'intervista rilasciata al quotidiano online di informazione sanitaria "Quotidiano Sanità", ha dichiarato: «Questa degli interessi di Big Pharma è una cosa che non è mai esistita e continua ad essere alimentata da qualcuno che, evidentemente, ha interesse a non capire che i vaccini sono i farmaci più sicuri ed economici».

 

A smentire, però, il Prof. Ricciardi nella sua originale e poco credibile levata di scudi a difesa dell'innocenza delle Multinazionali dei vaccini, sono stati gli analisti finanziari del Sole 24 Ore che, nell'articolo pubblicato il 16 aprile 2016 (11), affermano: «la GlaxoSmithKline (GSK), la Multinazionale britannica del Pharma, raddoppia e decide di scommettere ancora un miliardo in Italia nei prossimi quattro anni. Un investimento sostanzioso e forse addirittura sottostimato rispetto ai programmi mondiali di GSK, che proprio dalle attività nel nostro Paese conta di incrementare il business del gruppo».

 

Che quello dei vaccini sia un grande e promettente "business" sembra non saperlo e non accorgersene solo il Presidente dell'ISS che pure, nel suo curriculum vitae, attesta che nel 1999-2000 è stato sviluppatore alla Bocconi del master "gestione economica e politica internazionale della cura della salute", in collaborazione con London School of Economics e la Stockholm School of Economics. (4)  Gli analisti del Sole 24 Ore hanno proseguito l'articolo scrivendo che: «Non a caso proprio ai vaccini, col business strategico anti meningite, sarà riservato il 60% degli investimenti (600 mln), contro il 40% dedicato al Pharma tradizionale».
Ancora il Sole 24 Ore a proposito del ruolo e peso che il comparto vaccini ha per la GSK ha scritto: «Leader mondiale nei vaccini con 3,7 miliardi di sterline di fatturato su 23,9 totali, è da questo settore (...) che la Multinazionale britannica si aspetta una autentica escalation nei prossimi anni. Fino ad arrivare a 6 miliardi di sterline entro il 2020. Lo spiega nella sua visita in Italia Luc Debruyne, presidente mondiale di GSK vaccini, già AD della società in Italia: «Abbiamo in portafoglio il motore dell'innovazione.
Perché i vaccini sono innovazione e insieme sono il fulcro della prevenzione. Dunque della sostenibilità non solo della nostra impresa, ma dei sistemi sanitari in tutto il mondo». «E l'Italia, ci spiega Debruyne, rappresenta una tappa non certo casuale dei programmi della società».

 

Parole e previsioni condivise in pieno, se non rafforzate, dal presidente e AD di GSK Spa Italia, Daniele Finocchiaro che, a proposito dei programmi d'investimento nel settore dei vaccini ha dichiarato: «arriveremo nel prossimo quadriennio ad investire approssimativamente un miliardo di euro nel nostro Paese».

 

«Per questo GSK crede nell'eccellenza italiana», sottolinea ancora Finocchiaro, «E in questa eccellenza continueremo a investire, chissà forse anche di più», promette Debruyne. Se l'Italia saprà essere un Paese "ospitale" per gli investitori. Le dichiarazioni degli analisti finanziari del Sole 24 Ore, circa il ruolo preminente di GSK nel segmento di mercato dei vaccini, trovano conferma nel sito stesso della GSK (https://www.gsk.it/aree-di-attivita/vaccini/).

 

Questa mastodontica e documentata realtà di "business" relativo ai vaccini, attuale e prospettico, semplicemente non esiste per il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Gualtiero (Walter) Ricciardi.

 

Anche sul delicato fronte del rapporto rischio/benefici dei vaccini e delle possibili gravi reazioni avverse correlate, che nella sua veste istituzionale a tutela della salute pubblica il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità dovrebbe approfondire e valutare con serena e responsabile obiettività, sembra invece che da parte del Prof. Ricciardi ci sia un certo grado di sottovalutazione del problema e dei dati oggettivi emersi (o che dovrebbero meglio essere fatti emergere anche dall'ISS). Infatti, in un articolo pubblicato dal quotidiano on line "l'Adige.it", invitando alla vaccinazione di massa, il Ricciardi al Festival di Trento ha dichiarato testualmente: «è molto più facile essere eletti in Parlamento che star male a causa dei vaccini, nel primo caso si parla infatti di una possibilità di 1/117.000 mentre nel secondo di 1 a 1 milione (12)».

 

La realtà è ben diversa da queste semplicistiche rassicurazioni, perché, come documentato dall'ultimo Rapporto AIFA Vaccini 2017 sulla sorveglianza post marketing, le segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi sono state ben 1.307 su scala nazionale; valore oltretutto da considerarsi ampiamente sottostimato a causa dell'enorme divario nella raccolta delle segnalazioni avverse tra regioni virtuose Valle D'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Veneto e FVG), che mediamente riportano circa 130 segnalazioni di reazioni avverse ogni 100.000 abitanti per quanto riguarda i vaccini obbligatori e regioni palesemente inefficienti sotto il profilo della farmacovigilanza postvaccinale (ad esempio Campania, Lazio, Umbria, Sardegna, Abruzzo, Calabria, Lombardia, Basilicata, ecc.), che presentano una incidenza media di 10,3/100.000 abitanti.

 

A causa della inefficiente rete di sorveglianza post vaccinale in molte regioni, la media nazionale complessiva di segnalazioni di sospette gravi razioni avverse ai vaccini obbligatori, è decisamente bassa: 34,3 ogni 100.000 abitanti, parametro che risulta inferiore di 3,8 volte rispetto alla media delle regioni virtuose.

 

Tenendo conto già solo di questo fattore di sottostima, il numero reale di sospette reazioni avverse gravi sarebbero 4.967 (1.307 x 3,8), che pertanto non si possono etichettare come eventi estremamente rari come più volte affermato da Epicentro, diretto dal Presidente Gualtiero (Walter) Ricciardi.

 

A rendere ancor più stridenti con la realtà queste infondate e superficiali rassicurazioni, bisogna aggiungere che, secondo l'analisi dei dati fatta dalla stessa AIFA, la correlabilità con i vaccini delle segnalazioni di reazioni gravi è altissima, superando in media il 70%. Purtroppo però, la portata reale del problema delle possibili reazioni avverse gravi ai vaccini è ancora più rilevante, se si considera che AIFA esprime e considera impropriamente il tasso d'incidenza delle segnalazioni di reazioni avverse gravi ai vaccini obbligatori ogni 100.000 abitanti, anziché riferirlo correttamente al numero dei vaccinati. In tal modo e con il rinforzo delle minimizzazioni dell'ISS e del suo Presidente, può risultare distorta la percezione e la consapevolezza dell'opinione pubblica e dei genitori sulla frequenza e sulla gravità delle reazioni avverse; genitori che dovrebbero esprimere un consenso libero e informato alle vaccinazioni dei propri figli (come sancito dalla Legge numero 210 del 1992 nonché dalla Legge numero 145 del 2001 di ratifica della Convenzione Internazionale di Oviedo: "Convenzione per la protezione dei diritti dell'uomo e la dignità dell'essere umano riguardo alle applicazioni della medicina e della biologia".

 

Alla luce dei dati sopra esposti, analogamente si ritiene possa essere stata condizionata la valutazione del Parlamento e del Governo, chiamati a valutare e legiferare in materia sulla base di una alterata evidenziazione del rapporto rischio/benefici per ciascun vaccino e per l'insieme dei vaccini resi obbligatori dalla legge 119/2017. Un'ulteriore conferma della imprecisione valutativa della possibile portata delle reazioni avverse gravi da vaccino, espressa dal prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi, si desume da un recente studio epidemiologico condotto dall'Osservatorio Epidemiologico Regionale della Regione Puglia (OER)(13).

 

Dal Rapporto 2013-2017 pubblicato dal citato OER si rileva che in Puglia (ma il dato è indicativo per tutta Italia), le segnalazioni di sospette reazioni avverse, generiche e anche gravi, sono enormemente sottostimate (varie centinaia di volte), quando si attua una sorveglianza post vaccinale passiva: nella raccolta dati presentata nel rapporto della Puglia, il fattore di sottostima è di 934 volte per le segnalazioni complessive (gravi e non gravi): reporting rate = 392,34 x 1.000 dosi nella sorveglianza attiva / reporting rate = 0,42 x 1.000 dosi nella sorveglianza passiva (392,34 : 0,42 = 934). In riferimento alle sole segnalazioni di sospette reazioni avverse gravi il fattore di sottostima è comunque altissimo, di ben 339 volte: reporting rate = 40,69 x 1.000 dosi nella sorveglianza post vaccinale attiva / 0,12 x 1.000 dosi nella sorveglianza post vaccinale passiva (40,69 : 0,12 = 339).

 

Inoltre, c'è da sottolineare l'alta correlabilità con i vaccini delle sospette reazioni avverse gravi segnalate; infatti nel Rapporto OER si legge: «Nel periodo in esame, 49 su 67 (73,1%) eventi avversi gravi segnalati nell'ambito della sorveglianza attiva, sono stati classificati come correlabili a vaccino anti-MPRV (reporting rate = 29,31 x 1.000 dosi)».

 

Per una migliore percezione del pesante impatto che le vaccinazioni possono avere sulla salute e sull'integrità psicofisica dei bambini, si riporta la definizione di evento avverso grave da vaccino dato dall'OER: «Un evento avverso a vaccino o farmaco viene classificato come grave ove abbia determinato:

• decesso

• pericolo di vita

• invalidità grave o permanente

• anomalie congenite/deficit del neonato

• ospedalizzazione o prolungamento dell'ospedalizzazione

• altra condizione clinicamente rilevante.»

 

Per concludere il quadro obiettivo del rapporto rischio/beneficio del vaccino anti- MPRV, come emerso dallo studio condotto dalla Regione Puglia, ben diverso da quello che di solito espone il Prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi, c'è d'aggiungere che ben l'82,4% dei 68 casi di bambini per i quali sono state segnalate sospette reazioni avverse gravi, hanno manifestato da 2 a 8 sintomi/segni; nel 20,7% da 5 a 8 sintomi/segni contemporaneamente.

 

Del resto, i pesanti e documentati rischi connessi alla somministrazione dei vaccini sono stati peraltro confermati dalla Relazione finale della IV Commissione Parlamentare d'inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale militare italiano e dall'acquisito Studio SIGNUM, resi pubblici nel mese di febbraio di quest'anno, nonché dallo studio condotto dal Prof. Nobile condotto sugli uomini della Brigata Folgore.

 

Anche questi sono documenti pubblicati ufficialmente, ma totalmente negletti dal Presidente dell'ISS e, per quanto noto, sottaciuti in ogni tavolo scientifico istituzionale in cui è stato parte attiva.

 

Il Presidente Ricciardi non si rende forse conto della reale portata delle possibili reazioni avverse indotte dai vaccini e che i dati finora forniti da AIFA e affermati da esponenti di spicco dalla Comunità Scientifica e da egli stesso, sono ampiamente sottostimati?
In qualità di Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, non dovrebbe avvertire l'onere istituzionale di sollecitare la Comunità Scientifica a porre in essere capillari e approfonditi processi di verifica dei clamorosi e inquietanti dati epidemiologici sopra citati?

Ad aggravare le perplessità sull'operato del Ricciardi e sulle sue motivazioni nell'oggettivo status di conflitto d'interessi in cui egli agiva, si ricorda il suo censurabile plauso, nella veste di Autorità Sanitaria, all'Ordine dei Medici di Treviso per la radiazione del Dr. Roberto Gava (14), che fu il primo firmatario (di oltre 150 Medici) di una lettera inviata per l'appunto al Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità in data 20 ottobre 2015, con la quale semplicemente chiedevano la disponibilità ad una collaborazione con lo stesso ISS per intraprendere uno studio adeguato di confronto tra vaccinati e non vaccinati, poiché nella loro trentennale attività clinica avevano osservato una serie di problematiche di salute riguardanti i bambini sottoposti a vaccinazione(15).

 

Alla luce di quanto sopra esposto, sulla base dell'approfondimento delle notizie di stampa citate nonché dalla disamina dei riscontri ufficiali sui siti istituzionali citati, nel caso di specie La invitiamo a valutare se non risultino gravemente violati principi di rango costituzionale e norme di legge, in particolare quelli di seguito citati:

1. Articolo 97 della Costituzione: devono essere assicurati buon andamento e imparzialità da parte della Pubblica Amministrazione.

 

2. Articolo 54 comma 2 della Costituzione: la Funzione Pubblica deve essere esercitata con disciplina e onore.

 

3. Articolo 54 comma 1 del Dlgs numero 165 del 30 marzo 2001 come sostituito dall'articolo 1, comma 44, della Legge numero 190 del 6 novembre 2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella Pubblica Amministrazione): deve essere garantito il rispetto dei doveri costituzionali di diligenza, lealtà, imparzialità e servizio esclusivo alla cura dell'interesse pubblico nonché evitare ogni conflitto d'interesse anche potenziale.

 

4. Decreto Legislativo numero 150 del 27 ottobre 2009, artt. 5, 6 e 15: Produttività, Efficienza e Trasparenza della Pubblica Amministrazione.

 

5. Decreto del Presidente della Repubblica numero 62 del 16 aprile 2013: Codice di comportamento dei Dipendenti Pubblici.

 

Egregio Ministro Giulia Grillo,

Qualora risultassero confermati i fatti sopra indicati, per analogia a quanto accadde nel mese di novembre del 2015 con le dimissioni dell'allora Presidente dell'AIFA dott. Sergio Pecorelli (anch'egli con un ruolo di primo piano negli eventi di politica sanitaria che fecero da apripista alla Legge 119/2017 e nella stesura del Piano Vaccinale 2017) a seguito di un'indagine interna condotta dagli Uffici Anticorruzione dell'AIFA stessa, anche in quel caso per acclarati conflitti d'interesse con le Industrie Farmaceutiche (16).

 

CHIEDIAMO

che il Ministero della Salute da Lei diretto, sotto la cui vigilanza è posto l'Istituto Superiore di Sanità, attivi analogamente una Commissione Ministeriale d'inchiesta sui conflitti d'interesse non dichiarati dal Prof. Gualtiero (Walter) Ricciardi e valuti l'opportunità di rimuoverlo ad horas dall'incarico di Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità.

 

All'uopo si allega la seguente documentazione con riportati i collegamenti ipertestuali:

1) Articolo del Quotidiano Nazionale Il Fatto Quotidiano del 7 dicembre 2018.

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/prima-lavora-con-le-aziende-poi-scrive-la-legge-sui-vaccini/

 

2) Declaration of Interests sottoscritto in data 28 maggio 2013.

https://ec.europa.eu/health/expert_panel/sites/expertpanel/files/docs/body/wg_decl_ricciardi_en.pdf

 

3) Declaration of Interests sottoscritto in data 4 luglio 2016.

https://ec.europa.eu/health/expert_panel/sites/expertpanel/files/2017_interest_ricciardi_en.pdf

 

4) Curriculum Vitae firmato in data 01 ottobre 2015 e pubblicato nel sito del Ministero della Sanità.

http://old.iss.it/binary/at02/cont/DEF_CV_Europeo_Ricciardi_ottobre_2015.pdf

 

5) Articolo della Giornalista Amelia Beltramini pubblicato dal sito internet dedicato ai fenomeni di corruzione.

https://spizzichiemozzichidisalute.wordpress.com/2017/12/16/il-giro-del-mondo-di-walter-ricciardi/

 

6) Screen shot della Home Page del sito internet della rivista Public Healt and Health Policy.

https://www.altis-ops.it/home/homepage/

Nota: la pagina non è più disponibile; vedere l'allegato

 

7) Screen shot della Home Page del sito internet della rivista Public Healt and Health Policy dove il Ricciardi risulta esperto per conto della rivista.

https://www.altis-ops.it/home/homepage/

Nota: la pagina non è più disponibile; vedere l'allegato

 

8) Articolo pubblicato dal quotidiano nazionale La Stampa in data 17 dicembre 2018 dal titolo "Walter Ricciardi: Conflitto d'interessi? Non sapevo che ci fosse una lobby dietro quelle riviste".

https://www.lastampa.it/2017/12/14/italia/walter-ricciardi-conflitto-di-interessi-non-sapevo-che-ci-fosse-una-lobby-dietro-quelle-riviste-LmoOpe8RGp6gmUym2HhKqI/pagina.html

 

9) Articolo apparso sul quotidiano nazionale Il Sole24 Ore in data 27 ottobre 2015, a firma dell'allora Direttore della Sanità Piemontese Dott. Vittorio Demicheli.

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/dal-governo/2015-10-27/pianonazionale-vaccini-cura-trasparenza-contro-teoria-complotto-093236.php?uuid=ACwmW3NB&refresh_ce=1

 

10) Articolo del quotidiano on line di informazione sanitaria "Quotidiano Sanità" del 28 luglio 2018 relativo all'assenza di profitto da parte delle Case Farmaceutiche nella produzione dei vaccini.

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=64446

 

11) Articolo del quotidiano economico nazionale Il Sole24 Ore del 13 aprile 2016 dal titolo "Vaccini e farmaci, Glaxo scommette 1 Mld sull'Italia

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/imprese-e-mercato/2016-04-13/vaccini-e-farmaci-glaxo-scommette-1-mld-italia-094838.php?uuid=ACzsSh6C

 

12) Dichiarazione di Ricciardi «è molto più facile essere eletti in Parlamento che star male a causa dei vaccini, nel primo caso si parla infatti di una possibilità di 1/117.00 mentre nel secondo di 1/1 milione. Pubblicato sul quotidiano on line di informazione sanitaria Quotidiano Sanità.

http://www.ladige.it/news/business/2017/06/04/walter-ricciardi-festival-vaccinate-proteggete-bimbi

 

13) Report 2013 - 2017: Sorveglianza degli eventi avversi al vaccino in Puglia.

https://www.sanita.puglia.it/documents/20182/28436367/Report+2013-2017+%E2%809CSorveglianza+degli+eventi+avversi+a+vaccino+in+Puglia%E2%80%9D/2ef734c0-a1a8-4cf0-8e7d-6750a7aaccc3 

 

14) Articolo dell'Agenzia Nazionale ANSA dal titolo "Radiato dall'Ordine di Treviso il primo Medico antivaccini".

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2017/04/21/-ricciardi-iss-radiato-primo-medico-anti-vaccini-_99ad62cc-f4c6-417c-b485-79fe49b46394.html

 

15) Lettera firmata da 120 Medici e trasmessa al Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità in data 20 ottobre 2015.

http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccinazioni_lettera_presidente_sanita.php

 

16) Articolo di stampa pubblicato dal quotidiano nazionale Il Corriere della Sera relativo alle dimissione del Presidente AIFA, Sergio Pecorelli, per conflitti d'interesse.

https://www.corriere.it/cronache/15_dicembre_16/conflitto-interessi-farmaci-pecorelli-lascia-l-aifa-43651672-a402-11e5-900d-2dd5b80ea9fe.shtml

 

17) Codacons: potenziale conflitto di interessi di Ricciardi

https://codacons.it/vaccini-codacons-contro-ricciardi-iss-non-puo-rilasciareinterviste-su-argomento-perche-in-conflitto-di-interessi/

 

Fiduciosi che nello spirito di trasparenza e legalità che caratterizza il Suo Ministero, Lei porrà la massima attenzione e considerazione a quanto i firmatari della presente Le hanno esposto e chiesto, porgiamo i nostri più cordiali auguri di

buon lavoro.

 

Il Gruppo di Lavoro Scientifico/Giuridico denominato "Vaccino Veritas":

Dr. Franco Trinca (Biologo - Perugia),

Dr. Fabio Franchi (Medico, Infettivologo - Trieste),

Dott. V. Alessandro Lippo (Giurista - Macerata),

Avv. Roberto Ionta (Avvocato - Napoli),

Dott. Marco Tiberti (Presidente Legale Rappresentante European Consumers - Roma),

Dr. Armando Lippolis (Medico Omeopata - Torino),

Dr. Gerardo Rossi (Medico, Ortopedico - Macerata),

Dott.ssa Bettina Stella (Farmacista -Pesaro),

Avv. Silvia Mannelli (Avvocato - Pesaro),

Dott.ssa Rosella Sbarbati (Biologa - Ancona),

Avv. Maurizio Nardozza (Avvocato - Macerata).

 

Tratto da: http://www.informasalus.it/it/articoli/ricciardi-richiesta-commissione-inchiesta.php

 

Titolo Orginale: Chiediamo l'attivazione di una Commissione d'Inchiesta per la valutazione di conflitti di interesse a carico di Walter Ricciardi

 

Articoli Correlati:

 

Come fa Walter Ricciardi "L'ultimo Guappo" ad affermare: Quello per l''Hpv "è un vaccino che si è rivelato fra i più sicuri della storia della medicina.." se in Giappone per etica medica, non verrà più raccomandato?

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/11/come-fa-walter-ricciardi-lultimo-guappo.html

 

VACCINI: FONDATE LE ACCUSE CODACONS CONTRO "l'ultimo Guappo" WALTER RICCIARDI (ISS)

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/07/vaccini-fondate-le-accuse-codacons.html

 

VACCINI, CODACONS CONTRO RICCIARDI (ISS): NON PUO’ RILASCIARE INTERVISTE SU ARGOMENTO PERCHE’ IN CONFLITTO DI INTERESSI

https://informaresenzacensure.blogspot.com/2018/07/vaccini-codacons-contro-ricciardi-iss.html

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

ISS Istituto Superiore di (Mala) Sanità & ROCKEFELLER FOUNDATION (sono i Padroni della sanita' mondiale...) ! ?
- 26/06/2012
L'Istituto Superiore di Sanità dalle origini ai giorni nostri:
"I lavori iniziarono, infatti, grazie a un precedente accordo tra il governo Mussolini e la statunitense Fondazione Rockefeller che, specializzata in programmi di lotta ai vettori della malaria, finanziò il progetto con un milione di dollari." ...
"Il primo nucleo era costituito da 40 unità di personale e quattro laboratori: quello di malarialogia (che sostituiva la Stazione sperimentale per la lotta antimalarica, nata nel 1925 e diretta da Lewis Hackett della Rockefeller Foundation e dall'italiano Alberto Missiroli), quello di batteriologia, di chimica e di fisica (prima chiamato Ufficio del Radio e situato all'interno dell'Istituto di Fisica dell'Università "La Sapienza" in via Panisperna, diretto da Orso Maria Corbino." ... 
"Altro merito di Marotta fu quello di aprire fin da subito le finestre dell'Istituto sul panorama internazionale. Ospitò, nel periodo antecedente la Seconda guerra mondiale, gli esperti del Centro Europeo della Rockefeller Foundation e instaurò, finita la guerra, programmi di collaborazione con esperti mandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (
OMS) per corsi di formazione e per ricerche sui metodi avanzati di fermentazione finalizzati allo sviluppo e alla produzione di antibiotici. "
Fonte:
http://www.iss.it/pres/prim/cont.php?id=115&tipo=6&lang=1    (Istituto Superiore di Sanità), pagina ormai "censurata"....
PDF dell'ISS:
Storia della nascita dell'ISS

Rapporti con Rockefeller Archive Center 
"Vale certamente la pena spendere due parole circa i rapporti con Rockefeller Archive Center (RAC)..."
Fonte:
 http://www.iss.it/arst/chis/cont.php?id=4&lang=1&tipo=1

Rappresentanti della Rockefeller Foundation in visita a Sermoneta (1929)
http://www.iss.it/arst/reso_detl.php?z=4059&lang=1&tipo=1

vedere anche: https://www.google.it/search?q=rockefeller+site%3Aiss.it
By Informare per Sopravvivere

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671

I ROCKEFELLER ed i loro "finanziamenti" e legami, con FDA ed alla AMA (Ass.Medica Americana)
 

vedi anche: Rockefeller e Big Pharma + Sindacato Rockefeller + Big Pharma + Padroni della sanita' del mondo intero + Illuminati +  Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata + Dittatura sanitaria

Secondo lo statuto, lo "Istituto di Sanità Pubblica"con sede a Roma, opera al servizio del Ministero dell'Interno come centro di ricerca, indagini e accertamenti riguardanti i servizi per la pubblica sanità e per la specializzazione del personale del suddetto servizio nel Regno" - Tratto da: wikipedia.org

ISS, Ufficio VII - Affari Amministrativi - Viale Regina Elena 299  - 00161 - Roma (I)
Telefono: 06 4990.1 - Fax: 06 4938.7182  - e.mail: dirgensa@iss.it
Dipartimento del Farmaco: Istituto Superiore di Sanità  - Viale Regina Elena 299
00161 - Roma (I)  - Telefono: 06 49.90.60.15  - Fax: 06 4990.2012  - segreteria.dipfarmaco@iss.it - Stefano Vella

Case farmaceutiche e Corruzione: lo scandalo planetario della Glaxo Smith Kline - 26/04/2014
https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/26/case-farmaceutiche-e-corruzione-lo-scandalo-planetario-della-glaxo-smith-kline/964564/

I VERI PADRONI della SANITA' nel MONDO
La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi dell’intero sistema medico americano  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario, i Rockefeller amavano chiamarla “filantropia efficiente”, e' qui ben descritto.

https://koenig2099.wordpress.com/2017/12/30/dalla-seconda-guerra-mondiale-ai-giorni-nostri-come-cibo-e-medicine-sono-stati-completamente-corrotti-dai-grandi-del-governo-delle-agenzie-e-delle-case-farmaceutiche/

La maggior parte delle case farmaceutiche è stata fondata a meta-fine ottocento o primi del novecento. Inizialmente le nazioni trainanti in questo settore furono Svizzera, Germania ed Italia.
Nel novecento il concetto di scoperta scientifica si è fuso con quello di bene di consumo di massa, per cui la aziende farmaceutiche hanno imposto un nuovo modo di fare medicina pratica.

"La professione medica viene comprata dall'industria farmaceutica, non solo in termini di pratica medica, ma anche in termini di insegnamento e ricerca. Le istituzioni accademiche stanno diventando gli agenti pagati dell'industria farmaceutica. Penso che sia vergognoso".
By Arnold Seymour Relman (1923-2014), professore di medicina a Harvard ed ex redattore capo del New England Medical Journal.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Da: GIOVANNI PAOLO VANOLI
Inviato: lunedì 19 novembre 2018 10:48
A: 'protocollo@peconb.it'
Oggetto: proposta di grande guadagno x il vs Ordine od un vs associato

Egregi signori dirigenti dell'Ordine dei Biologi

Vi propongo di dimostrare alla Corte Suprema Tedesca l'esistenza del virus del morbillo, potete guadagnare € 100.000, dato che insistete a parlarne anche sul vs giornale.
Trattasi di argomento fulcro importantissimo, perche' se non esiste, tutta la bufala dei vaccini viene a galla ed anche la teoria dei germi subisce un colpo distruttivo...

Fatelo, ne avete il DOVERE, in onore agli essere umani e della vita stessa degli esseri viventi, dato che siete biologi: colui che parla/studia il bios = la vita
 - da dizionario: Biologia

La scienza che studia gli esseri viventi, i fenomeni della vita e le leggi che li governano


FINALMENTE la VERITA' sui VIRUS, VIENE a GALLA !
"In attesa del video relativo all'intervista a Stefan Lanka che verrà messo in rete nel WEB, dall'associazione Salute Attiva e dell'eventuale traduzione della sentenza della Corte d'Appello del 16/2/2016 che rigetta quella del Tribunale del 2015,
copiato da:  http://saul-arpino.blogspot.it/2017/03/il-giornaletto-di-saul-del-7-marzo-2017.html
 : I virus non esistono ?
– Scrive Marco Bracci: “Sabato 4 marzo ho assistito a una conferenza sulla Nuova Medicina Germanica e così ho potuto ascoltare l’intervista fatta al Dr. Lanka. In sostanza, da virologo esperto qual è, Lanka ha dimostrato che quelli che vengono definiti virus e che l’industria farmaceutica cavalca per produrre medicine chimiche brevettate e fare miliardi di euro a spese dei malati, altro non sono che proteine, derivate dai batteri di cui ognuno di noi è pieno e che permettono lo svolgimento dei processi vitali che ci mantengono in vita, che, quando muoiono, si spezzano in piccolissime parti per fornire nutrimento ai batteri ancora viventi. In sostanza, i virus non esistono, quindi le MALATTIE NON SONO CAUSATE DAI VIRUS, ma dai vari modi di reagire di ognuno di noi agli shock e impulsi provenienti dal vivere quotidiano...
- Ci sono in rete poche notizie sul tema e ancora girano quelle del mainstream (BBC, Die Welt, Dailymail) del 2015 che dicono il contrario: che il dr Lanka ha perso la causa. L'articolo che segue, però, parla della sentenza a favore di Lanka, del 2016.
- Ci sono anche note, su blog tedesco,  che dicono che la sentenza trattava di problema di forma (non di sostanza) relativo ai 6 protocolli presentati quali evidenza scientifica della esistenza del virus, che invece, periziati da esperti, confutano questo assunto.
- In youtube ci sono, in tedesco, i video di Lanka, biologo:  https://www.youtube.com/watch?v=yC1eZsk2kGM
- anche qui in inglese:
http://anonhq.com/anti-vaxxer-biologist-stefan-lanka-bets-100k-measles-isnt-virus-wins-german-federal-supreme-court/
Sentenza:

http://lrbw.juris.de/cgi-bin/laender_rechtsprechung/document.py?Gericht=bw&GerichtAuswahl=Oberlandesgerichte&Art=en&sid=46bf3db2df690aba6e4874acafaf45b6&nr=20705&pos=0&anz=1

In Sostanza: 
dall'articolo sul sito che riferisce il dr Lanka come responsabile editoriale, si evince che la corte suprema tedesca a livello internazionale e su base di rigorosa perizia scientifica, ha sconfessato la veridicità del virus-morbillo
Paola Botta Beltramo, attenta su questi temi (è lei infatti che ha passato la notizia) comunica:
“E’ una notizia clamorosa  perchè come è scritto nell’articolo comporta una nuova visione circa le cause delle epidemie e, conseguentemente, l’inutilità del vaccino. 
Il dr Lanka aveva giù subito un processo, perchè aveva pubblicamente dichiarato che  non esisteva il retrovirus HIV
Va precisato che sono pochi i virologi-genetisti  europei che hanno accesso ai laboratori di analisi. 
Gli altri, e sono la maggioranza, si limitano ad applicare i risultati ottenuti da questi. Lanka per quelle affermazioni subì un processo per omicidio colposo ma fu assolto con sentenza del Tribunale di Gottigen del 1997 perchè richiese al Tribunale di far giurare chi sosteneva di aver isolato il virus e non si presentò nessuno. Ora con questa sentenza sul virus-morbillo, che confuta quella di primo grado che l’aveva visto soccombente e che la rete ha ben divulgato con lo scopo di rendere  poco credibile anche la precedente per l’HIV, si pone la parola fine a un iter che hanno fatto di tutto per contrastare date le immaginabili conseguenze.

Oltre alla corte d’Appello di Stoccarda, anche la Cassazione Federale (tedesca) ha deciso che il virologo Dr. Stefan Lanka, non deve pagare 100.000 Euro al medico dr. David Bardens.
Nel febbraio del 2011, il dr Stefan Lanka aveva promesso una ricompensa di 100.000 euro a coloro che fossero stati in grado di presentare una pubblicazione scientifica, in cui venisse non solo affermata ma anche dimostrata l’esistenza del virus del morbillo. Il dr Bardens ha tentato di provare l’esistenza del virus, inoltrando 6 pubblicazioni.
Nell’attuale Newsletter di WissenschafftPlus, il dr Stefan Lanka, scrive che il processo del virus-morbillo è stato definitivamente vinto: “ La Cassazione ha deciso per il processo sul virus morbillo ed ha confermato la sentenza della corte di Appello di Stoccarda del 16.2.2016. I 100.000 euro da me promessi nel 2011, a fronte di una evidenza scientifica sulla esistenza di questo affermato virus del morbillo, non sono stati dovuti al querelante, che anzi ha dovuto pagare tutti i costi del processo”.
Nel processo sono stati interpellati 5 esperti e sono stati presentati i risultati dei test scientifici. Tutti e 5 gli esperti, tra cui il Prof. Dr. Andreas Podbielski, incaricato dalla prima corte, hanno stabilito all’unisono che nessuna delle 6 pubblicazioni presentate nel processo, contiene una prova dell’esistenza del supposto virus del morbillo.

La genetica confuta le affermazioni dell’esistenza
Nel processo, sono stati portati i risultati dei test delle cosiddette impronte digitali genetiche del supposto virus del morbillo.
Due laboratori riconosciuti, tra cui l’istituto piu’ grande al mondo e leader nella genetica, sono giunti in modo indipendente agli stessi esatti risultati. I risultati mostrano che gli autori delle 6 pubblicazioni sul virus del morbillo, si sono sbagliati e come conseguenza diretta, ad oggi tutti i virologi sul morbillo si sbagliano.
Hanno erroneamente definito delle parti normali delle cellule, come parti del presunto virus del morbillo.
Sulla base di questo errore, per trovare consenso e per ideologia, in un decennio sono state inserite costantemente parti normali di cellule in un modello di un virus-morbillo.
Ma una struttura effettiva che corrisponda a questo modello, ad oggi non è stata trovata né in un essere umano, né in un animale.
Con i risultati delle prove genetiche, vengono quindi respinte scientificamente tutte le affermazioni sulla esistenza di un virus-morbillo.
Agli autori delle sei pubblicazioni e a tutti gli altri coinvolti, questo errore è passato inosservato, poiché hanno leso il dovere scientifico fondamentale, “lege artis”, di lavorare secondo le regole della scienza stabilite internazionalmente. Non hanno eseguito alcun esperimento di controllo.
L’esecuzione degli esperimenti di controllo, avrebbe protetto gli autori e l’umanità da questo errore ricco di conseguenze. Questo errore è diventato il fondamento del credo all’esistenza di tutti i virus patogeni.

L’esperto, interpellato ai fini di legge, il Prof. Dr. Dr. Podbielski ha affermato espressamente, a pagina 7 del protocollo succitato, secondo richiesta della corte emittente sentenza, che gli autori non avevano eseguito alcun esperimento di controllo.
La Corte d’Appello di Stoccarda, il 16.2.2016 ha abolito l’errore giudiziario della prima istanza, ha respinto la causa riferendosi, tra l’altro, alla affermazione centrale del Prof. Podbielski relativamente alle 6 pubblicazioni.
Il querelante con un ricorso alla Corte Federale di Cassazione, ha cercato di far cadere la sentenza della Corte d’Appello.
A motivazione di cio’ egli ha addotto la sua percezione soggettiva, ma di fatto falsa, sullo svolgimento della procedura a Stoccarda, affermando che la nostra citazione di fatti relativamente al morbillo rappresenta una minaccia alla salute della popolazione.
Le affermazioni del querelante sono state respinte dalla Corte d’Appello a chiare parole.
Con questo la Corte di Appello ha confermato la sentenza della Corte Federale di cassazione del 16.2.2016

Conclusioni
Le 6 pubblicazioni sottoposte al processo sono quelle determinanti relativamente al virus-morbillo.
Dato che non ne esistono altre oltre queste 6, in cui con metodi scientifici si cerchi di confermare l’esistenza del virus-morbillo, la sentenza di massimo giudizio nel processo virus-morbillo e i risultati dei test genetici hanno delle conseguenze: tutte le affermazioni nazionali ed internazionali sul presunto virus-morbillo, sulla infettività del morbillo, sull’uso e l’assenza di rischio di vaccinazioni anti morbillo, alla luce della scienza e con essa su base giuridica, sono state ritirate Grazie alle interrogazioni, che hanno determinato un concorso sul virus-morbillo, il capo dell’Istituto di riferimento nazionale per il morbillo presso l’istituto Robert Koch (National Referenz-Institut für Masern am Robert Koch-Institut (RKI), la prof.sa Annette Mankertz, ha ammesso una cosa importante.
Tale ammissione puo’ spiegare il tasso relativo all’aumento dei danni per vaccino specificamente per quello antimorbillo, cosi come il perché e il come soprattutto questa vaccinazione scatena sempre piu’ autismo.
La Prof.sa Mankertz ha ammesso, che il virus-morbillo contiene tipicamente parti di cellule. Dato che il vaccino del morbillo consiste in “virus morbillo interi”, tale sostanza vaccinale contiene strutture cellulari.
Questo spiega perché il vaccino –virus scatena sempre piu’ spesso allergie e sempre piu’ forti, cosi come reazioni autoimmuni, rispetto ad altri vaccini.Il perito della corte, il Prof. Podbielski ha piu’ volte evidenziato che con le affermazioni dell’Istituto Koch (RKI) relativamente ai ribosomi nei virus-morbillo, si confuta l’esistenza-affermazione di un virus-morbillo
E’ stato anche messo agli atti, che la massima autorità scientifica tedesca nel campo della infettologia, ovvero l’istituto RKI – Koch- contro il suo mandato legale, vedasi § 4 Infektionsschutzgesetz (IfSG)- legge per la protezione dalla infezione- ha omesso di produrre e pubblicare test sulla affermazione del virus-morbillo.
L’Istituto RKI afferma di aver eseguito dei test interni sul virus-morbillo, ma si rifiuta di consegnare o pubblicare i risultati !

Fonte originale: http://wissenschafftplus.de/
riferimento:  http://www.ingannati.it/2017/01/19/stefan-lanka-ragione-germani-batte-francia-2-1/

Sabato 4 marzo 2017, vi e' stata una conferenza sulla NMG (Nuova Medicina Germanica) e così ho potuto ascoltare l’intervista, fatta dall’organizzatore del convegno, al Dr. Stefan Lanka, colui che promise 100.000 Euro a chi gli avesse dimostrato l’esistenza del virus del morbillo.  Solo un ricercatore rispose, ma con ben 6 studi.
Il Dr Lanka confutò i risultati e non pagò i 100.000 €, così fu denunciato.
Dopo la vittoria iniziale, il Dr Lanka perse in appello, ma in Cassazione ha avuto un riconoscimento totale delle sue affermazioni, che, durante l’intervista di 2 ore, ha ripetuto.
In sostanza, da virologo esperto qual è, ha dimostrato che quelli che vengono definiti virus e che l’industria farmaceutica cavalca per produrre medicine chimiche brevettate e fare miliardi di miliardi di euro a spese dei malati, altro non sono che proteine, derivate dai batteri di cui ognuno di noi è pieno e che permettono lo svolgimento dei processi vitali che ci mantengono in vita, i quali, quando muoiono, si spezzano in piccolissime parti per fornire nutrimento ai batteri ancora viventi. Senza contare che, quando fu inventata la teoria dei virus, i microscopi usati non erano in grado di vedere fino a quelle così minuscole dimensioni e la loro luce bruciava quanto spalmato sui vetrini.
In sostanza, i virus non esistono, quindi le  malattie non sono causate dai virus, ma dai vari modi di reagire di ognuno di noi agli shock e impulsi provenienti dal vivere quotidiano.

In breve, quello che ha detto è che la concezione medica del virus e quindi di un agente esterno (i demoni) che causa le malattie, che nulla ha a che fare con la Vera medicina, quella è una “prassi” ispirata dal Vaticano, dalla Chiesa cattolica (continua la caccia alle streghe, le terapeute che usavano la Natura, venivano messe al rogo !)”Non credo serva un veggente, per intuire che se questa informazione venisse ulteriormente e ufficialmente confermata e divulgata dai professionisti coinvolti, produrrà "tempi agitati".

FINALMENTE la VERITA' VIENE a GALLA ! - Intervista al virologo tedesco dott. Lanka
http://neue-medizin.com/lanka2.htm
Il cosiddetto "virus" del MORBILLO NON ESISTE

Visto che stanno magnificando, da CRIMINALI FALSARI.....i pericolosi vaccini, raccontando che il morbillo si prende perche circola il virus del morbillo, per cui vi ricordo la sentenza della Cassazione Tedesca sul merito del fatto che il virus del morbillo NON ESISTE !!

per finire:
vedi cosa sono i virus:
http://www.mednat.org/cure_natur/virus.htm

PRECISAZIONE
questa mia PEC viene pubblicata sul WEB a disposizione dei lettori del sito www.mednat.org, sia che rispondiate o meno; anche le vostre risposte, se arriveranno, saranno pubblicate nel web a disposizione dei lettori, che potranno cosi giudicare se siete a favore della Verita' o meno....come abbiamo sempre fatto anche per le comunicazioni al ministero della NON salute, che da noi e' stato sempre stato informato da decenni sui Danni dei Vaccini e non solo....e che fa finta di nulla perche' colluso con BIG PHARMA..

dr. Jean Paul,  déscendant de la famille Vanoli  (Souverain Individuel - Journaliste d'Investigation specialisée en santé depuis 40 ans - Sovrano Individuale + L.R., Giornalista Investigativo specializzato in sanità da 40 anni) - Consulente in Medicina Naturale e Bioelettronica applicata.
Consulente di www.mednat.org/curriculum.htm  -  mail:
vgp@mednat.org

Chi non grida la verità, quando la sa, si fa complice dei falsari e degli imbroglioni
(By
Charles Peguy)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


BIG PHARMA CORROMPE TUTTE LE ISTITUZIONI !
Grecia, file Fbi su "presunta" maxi frode Novartis. Coinvolti dieci tra ex ministri ed ex premier
 I documenti Usa hanno rivelato i nomi dei politici che, secondo l'accusa, avrebbero ricevuto milioni in tangenti per far ottenere alla multinazionale elvetica una posizione di forza nel mercato ellenico
  https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/06/grecia-file-fbi-su-presunta-maxi-frode-novartis-coinvolti-dieci-tra-ex-ministri-ed-ex-premier/4140095/#commenti-mobile

EMEA (oggi EMA) ha legami con l'Industria Farmaceutica - Roma, 09 giugno 2006
"Nessuno ha ricordato una cosa: l'Emea, l'agenzia europea del farmaco (oggi EMA), non dipende dall'amministrazione comunitaria della sanità ma da quella dell'industria. Un distinzione che dovrebbe far riflettere. A Bruxelles la forza delle lobby è grandissima". L'osservazione è di Luca Poma, portavoce di "Giu' le mani dai bambini", Comitato sui disagi dell'infanzia che raggruppa quasi cento associazioni di volontariato e promozione sociale. "Continuano a trattare i bambini come fossero, dal punto di vista metabolico, degli adulti", protesta Poma: è "assurdo somministrare ai bambini  farmaci pensati per gli adulti.
Soprattutto il Prozac, psicofarmaco molto forte, che richiede prudenza nella somministrazione anche negli adulti".
Prudenza che "sarebbe stato naturale attendersi, soprattutto dopo drammatici fatti di cronaca avvenuti negli Stati uniti - come le stragi nelle scuole causate da ragazzi in cura antidepressiva - ma che non è stata usata".
Fonte: DIRE
Cosi come i CDC e la FDA, OMS, oltre al Ministero della salute italiano, ISS, gli ordini dei medici, le universita' ecc., i politici ed i partiti....

CORRUZIONE di BIG PHARMA nella sanita' e con i medici
Il mio nome è Peter Gotzche, Direttore del Nordic Cochrane Centre di Copenaghen (Cochrane collaboration) e Professore di Clinical Research Design and Analysis, presso l'Università di Copenhagen. 

Due anni fa ho scoperto che le prescrizioni di tutti i farmaci che prescriviamo sono la terza causa di morte, dopo I problemi cardiaci e il cancro. 

I nostri farmaci uccidono circa 200.000 persone in America ogni anno e la metà di queste persone muoiono perché fanno quello che il loro medici dicono loro di fare, quindi muoiono a causa delle reazioni avverse. L'altra metà muore a causa degli errori, e spesso sono i dottori che commettono gli errori, perché ogni medicinale viene con circa 20 o 30 o 40 controindicazioni, precauzioni, ecc.

Nessun dottore (medico) al mondo conosce tutto questo, quindi danno ai loro pazienti dei farmaci che non dovrebbero dare, perché hanno interazioni pericolose con gli altri farmaci o prodotti alimentari.

Quindi i pazienti muoiono. Questa è l'altra metà.

Quindi un'altra cosa che ho scoperto in questi due anni, è stato che, per la maggior parte ciò che fa l'industria farmaceutica, è crimine organizzato, secondo la legge americana e in molti modi loro si comportano come fa la mafia, corrompono tutti quelli che possono corrompere, hanno comprato ogni tipo di persona, perfino incluso il ministro della sanità in alcuni paesi.
C'è un grande quantità di corruzione; nel mio paese, per esempio, la Danimarca, siamo conosciuti per essere un paese con poca corruzione, ciononostante ci sono migliaia di medici sul libro paga delle case farmaceutiche e in Danimarca siamo solo 20.000 dottori (medici), questo è davvero un tipo di corruzione reale, le case farmaceutiche prima comprano i professori, poi altri direttori, medici e assistenti, non comprano i giovani dottori. 

Quindi quando ci sono molte migliaia di dottori (medici) nella libro paga dell'Industria farmaceutica, questo è davvero un male, e questo è il motivo per cui ho scritto il mio libro: "farmaci mortali e crimine organizzato e di come Big Pharma ha corrotto il sistema della salute pubblica". 

Spero di convincere i pazienti che non devono prendere così tanti farmaci perché così tante persone muoiono a causa delle medicine che usano.

Nel mio paese le persone prendono tante medicine e ogni singolo cittadino può essere sotto trattamento con una medicina e mezza da quando è nato fino a quando muore.
Questo è INCREDIBILE ! E i farmaci non sono così buoni per la salute e uccidono molte persone. 

Noi lo sappiamo, perché il farmaci sono al terzo posto come causa di morte, dopo i problemi cardiaci e il cancro. 

Quindi, quello di cui abbiamo bisogno negli anni a venire, prendere molte meno medicine di quelle che prendiamo  attualmente, se noi facessimo questo, se fossimo attenti, potremmo vivere più a lungo e più sani, perché le medicine hanno molti controindicazioni e reazioni avverse, e i pazienti spesso non capiscono che quando loro salute peggiora, potrebbe essere un effetto collaterale proprio delle medicine, e continuano a prenderle, perché questo è quello che dicono loro i dottori.

 

Quando ero uno specialista di Medicina Interna, quello che facevo spesso era fermare il trattamento farmacologico, specialmente nelle persone anziane, ed è incredibilmente rivelatore il fatto che quando un anziano messo molto male veniva dentro il mio studio e quando interrompevo loro il trattamento, stavano meglio e sembravano molto più giovani.

Molte di queste medicine hanno un negativo effetto sul cervello, la maggior parte delle persone non li tollera affatto, cadono e quando si rompono le anche, un quarto di essi poi muoiono.

Per esempio, molti antidepressivi vengono usati sui nostri anziani per oltre il 10%, sembra che uccidono il 3% di questi, ogni anno, intendo, su 100 anziani che prendono antidepressivi per un anno,  3% di loro cadono e si rompono le anche e muoiono, questo è un tasso molto elevato di mortalità.

Così anche altri farmaci, specialmente antidepressivi, possono fa cadere le persone e ucciderli, e possono interferire con la cognizione, la memoria, la coscienza e tutte queste cose, e interagiscono in un modo di cui non sappiamo praticamente nulla, molti anziani prendono più di 5 farmaci al giorno e nessuno sa come questi farmaci interagiscono gli uni con gli altri; quello che invece sappiamo è che tutte le medicine hanno molte reazioni avverse nel corpo, e alcune di queste interferiscono con il loro metabolismo, cosicché si può avere un'alta concentrazione di farmaci nel corpo, se si utilizzano tanti farmaci simultaneamente. 

Facciamo così tanto di quel male che nemmeno ci accorgiamo. 


Ho una collezione piuttosto colorita di come la gente mi ha chiamato durante tutti questi anni, qualche volta i giornalisti mi hanno chiesto perché tu stai sempre cercando diatribe, e io ho risposto io non le cerco, sono le diatribe che cercano me, perché non è popolare dire la verità per quanto riguarda la salute, si fanno molti nemici, perché molte persone fanno soldi su false premesse, tanto i dottori quanto le industrie farmaceutiche, e i nostri controllori farmaceutici e i politici, sono tutti a bordo del carrozzone, ci sono poche persone indipendenti dal denaro della Salute, ovviamente per questo sono stato attaccato molte volte durante la mia carriera, perché ho toccato molte vacche sacre, la gente ha urlato forte a me, in una rivista francese sono stato chiamato "masturbatore statistico", perché facevo vedere delle statistiche che gli screening mammografia non funzionavano, sono stato accusato di miscondotta scientifica dall'associazione delle industrie farmaceutiche danesi, è stato veramente ridicolo, non è stato nient'altro che molestia, dall'inizio alla fine, si sono presentati con argomenti vaghi che non hanno riconosciuto le conclusioni dei miei studi, e potevano essere presentati con statistiche e dire che le mie erano sbagliate, ma non hanno fatto nulla, solo molestie, il tutto è durato in totale 18 mesi, mi pare, e poi quando siamo stati assolti, ho fatto in modo che questo  comportamento sgradevole fosse raccontato sul British Medical Journal.

Dopo di questo fatto, l'industria farmaceutica danese ha deciso di non perseguirmi più di tanto.

Quando è uscito il mio libro sul crimine organizzato, hanno raccontato un sacco di bugie, come sempre fanno, dicendo che i miei esempi erano vecchi e andavano indietro di 90 anni e così via, ma io sono riuscito a dimostrare che le 10 principali case farmaceutiche sono crimine organizzato.

Questi esempi in realtà non sono vecchi, vanno indietro di 10-15 anni al massimo, i crimini sono aumentati, perché è così che funziona il crimine, più si guadagna e più crimine aumenta, è così che funziona il capitalismo.
https://telegra.ph/Farmaci-mortali-e-crimine-organizzato-e-di-come-Big-Pharma-ha-corrotto-il-sistema-della-salute-pubblica-10-23


Big Pharma, FINANZIA le varie associazioni dei medici pediatri, fondazioni politiche....! - vedi il video....
http://www.infovax.it/news/i-soldi-delle-case-farmaceutiche-a-chi-decide-sui-vaccini/
e le UNIVERSITA':
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1211856718867508&id=100001295757504
By Laura Dana Popescu ha aggiunto 32 nuove foto — con Paolo Colpani e altre 41 persone - 4 febbraio 2017

L'azienda Farmaceutica Glaxo Smith Kline, leader mondiale nella distribuzione di vaccini! Ho fatto un piccolo reportage per capire come mai le istituzioni mediche ci spingono cosi ferocemente a vaccinarci! Questo mostro farmaceutico sponsorizza Associazioni, Federazioni, Fondazioni nazionali, europee e globali! Incentiva i medici e gli ospedali a scopo di produrre sempre più soldi con i vaccini. Guardate le Federazioni Globali delle malattie rare, autoimmune, HIV / AIDS, tumori, anziani, sclerosi multipla parkinson etc hanno tutte ricevuto finanziamenti!!! Noi diventiamo i loro pazienti a vita! ( L'articolo è stato creato dalla sottoscritta Laura Dana Popescu e le slide provengono dai siti ufficiali della Glaxo Smith Kline)

Italia:
Telethon
Dynamo Camp
Save the Children
Leggere per Crescere
AIPI Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus
AMIP Associazione Malati di Ipertensione Polmonare Onlus
A.N.I.Ma.S.S. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sj¿ogren Onlus
Federanziani Senior Italia FederAnziani
Federasma e Allergie Onlus Federazione Italiana Pazienti
Gruppo LES Gruppo Italiano per la lotta contro il LES Onlus
UNIAMO Federazione Italiana Malattie Rare Onlus

Pan European:
Alzheimer Europe (AE)
Associazione Immunodeficienze Primitive (AIP)
European Federation of Allergy and Airways Disease Patients Association
European Institute of Womens Health
European Multiple Sclerosis Platform
European Organisation for Rare Diseases
European Parkinsons Disease Association
European Patients Forum
Global Alliance of Mental Illness Adocacy Networks
International Diabetes Federation
LUPUS EUROPE
Pulmonary Hypertension Association Europe

National European Groups:
Countries with websites:
Austria
Belgium
Bulgaria
Czech Republic
Denmark
Estonia
Finland
France
Germany
Greece
Ireland
Italy
Latvia
Lithuania
Netherlands
Norway
Poland
Portugal
Romania
Serbia
Slovak Republic
Slovenia
Spain
Sweden
Switzerland
Countries without websites:
Israel
Cyprus
Hungary
Malta
Portugal

UK
Asthma UK
British Lung Foundation
Bloodwise
Eczema Outreach Scotland
Epilepsy Scotland
Genetic Alliance UK
Herts Aid
Jo’s Cervical Cancer Trust
Melanoma UK
Meningitis Now
Meningitis Research Foundation
Parkinsons UK
Pulmonary Hypertension Association UK
Target Ovarian Cancer
WellChild

Emerging Markets and Australasia:
Agentina:
- Alua - Systemic Lupus Erythematosus (SLE) and supports SLE's
- Casa Angelman - Angelman disease
- FundEPOC - respiratory problems (COPD).
Australia:
- ViiV Healthcare - HIV Company
- Stiefel dermatology - global leader in the field of dermatology
Brazile Website
Canada Website
Cile: Chilean Association of Pulmonary Arterial Hypertension (HAPCHI)
Ecuoador: Ecuadorian association in favour of cancer Patients “Esperanza y Vida”
Hong Kong: The Hong Kong Asthma Society – Hong Kong
Korea:
- Korean Lupus Support Group
- Pulmonary Hypertension Association Korea (PYEISA)
Malaysia Website
Mexico:
- Programa Compañeros, A.C. – HIV / AIDS
- Ministerios de Amor, A.C.
New Zealand:
- ASTHMA NEW ZEALAND
- BODY POSITIVE NEW ZEALAND – HIV/ AIDS
- POSITIVE WOMEN – HIV/AIDS
Philippines: Bravehearts Coalition of the Philippines, Inc. (“Bravehearts”)
Russia: New Zealan Website
Taiwan: Russian Website
Thailand: The Foundation for the Deaf Under The Royal Patronage of Her Majesty The Queen
Turkey: Turkey Website
Ukraine: Down Syndrome Charitable Foundation

Global:
Confederation of Meningitis Organisations (CoMO)
International Alliance of Patient Organisations (IAPO)
International Brain Tumour Alliance (IBTA)
International Patient Organisation for Primary Immunodeficiencies (IPOPI)

L'immagine può contenere: schermoNessun testo alternativo automatico disponibile.Nessun testo alternativo automatico disponibile.L'immagine può contenere: 1 personaNessun testo alternativo automatico disponibile.

Complaint to the European Medicines Agency (EMA) over maladministration at the EMA
CLASS ACTION  COMPLAINT: VIOLATION OF CIVIL  RIGHTS AND CRIMINAL CONSPIRACY

La frase di Henry W Gadsden, direttore generale della multinazionale farmaceutica Merck tra il 1965 e il 1975 (durante la sua leadership i guadagni della Merck quadruplicarono):
Il nostro sogno è produrre farmaci per le persone sane, questo ci permetterebbe di vendere a chiunque”.
OGNI COMMENTO E’ VERAMENTE SUPERFLUO !

vedi anche: Conflitto di interesse + Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF - 2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1 + CDC - 2  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA

vedi anche:
ISS + Ministero della salute + EMA  + CNR e Corruzione + Consenso Informato
+ Le case farmaceutiche ingannano i medici e questi danneggiano i malati + I medici sono una minaccia

Commento NdR:
Oggi sono ben noti i misfatti dell’industria farmaceutica, e sono solo  la punta dell’iceberg, ma nell’articolo non vengono tenuti in nessuna considerazione i GRAVISSIMI MISFATTI  degli enti governativi  Italiani ed esteri, a “Tutela della Salute”;  dove sono stati, e dove sono ancora oggi questi enti che dovrebbero controllare con i loro laboratori, i farmaci ed anche i vaccini…..forse al bar a prendersi un caffe’….? ..e chiudendo tutti  i due occhi su queste azioni Criminali, cio’ significa che sono collusi con i produttori di farmaci e vaccini, ma significa anche che le case farmaceutiche hanno corrotto e/o immesso nei posti di potere di questi enti, i “loro” uomini affinche’ nascondessero e chiudessero i due occhi su questi CRIMINI contro l’Umanita’ …altro che HITLER….quello ERA un BRAVO RAGAZZO in CONFRONTO a QUESTI CRIMINALI di OGGI !

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>


Ecco chi guida e controlla il mondo:
http://www.incazzaticontrolacasta.com/2016/05/13/la-denuncia-milena-gabanelli-tremare-mezzo-mondo-comanda-veramente-video-report-supercensurato-sbrigatevi-vederlo-ed-condividerlo-sparisca/

Video documentario su chi controlla il mondo

 


Ecco la tabella dei pagamenti di Big Pharma alle industrie, associazioni, universita', centri, ecc.

 

Parlamentari pagati dalle Lobbies ? - Roma Ott. 2013 
L'intervista a un assistente di un Senatore che svelerebbe i traffici illeciti tra parlamentari e Lobbies.
Video dell'intervista: 
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/390060/roma-parlamentari-pagati-dalle-lobbies.html
 

Questa la mail ricevuta da un conoscente, che mi ha chiesto di rimanere anonimo, ma di pubblicare la sua lettera...

Egr. dr.Vanoli,
Grazie della pronta risposta. Ho letto il documento html modificato, ottimo !
In aggiunta a quanto da me precedentemente comunicatoLe ed in rispetto delle norme deontologiche che dovrebbero essere da tanti altri nostri colleghi attuate giornalmente, vale a dire la trasparenza …sottolineo che personalmente ero inserito in alcuni ambienti lobbistici internazionali ove ho potuto constatare di persona (e non per sentito dire)…. quali siano i criminosi intenti che puntualmente sono stati attuati senza la pur minima opposizione reale degli organi di controllo (enti preposti, magistratura e polizia ) dato che fin troppo spesso nelle classiche riunioni (tornate …) si trovano a convivere le persone che durante il giorno giocavano a .."guardie e ladri".

Sia in Europa che negli Usa, questa continua danza di bugie, menzogne, raggiri, truffe legalizzate dallo stato, si perpetuano quotidianamente a causa di una incredibile ignoranza dilagante delle masse che oramai totalmente imbonite da pubblicita’ parassite, televisione, film ed intrattenimenti vari, sono ridotti a singole formiche indebitate fino al collo, per potere vivere con un tenore di vita superiore alle proprie possibilita’, dimenticando totalmente l´uso del buon senso.
Non ci rimane che cercare di testimoniare e documentare a chi ancora usa la ragione ed il buon senso per scegliere cio´ che è giusto dal resto ...ma tutto questo risulta difficile perche’ nella attuale situazione internazionale e dato il caos informativo (voluto), in pochi hanno a disposizione il tempo necessario per leggere e riflettere con attenzione.
Sono dispiaciuto di leggere, a riguardo del Suo sito, le solite denigrazioni che tipicamente vengono diffuse al fine di creare confusione e mi meraviglio che vi siano persone che hanno il tempo da dedicare a tali azioni.
Personalmente continuero’ nella direzione della libera diffusione di notizie scientifiche validate, al di fuori di qualsiasi logica di profitto e/o speculazione .
Tutti siamo di passaggio
Saluti (segue firma)

CONFESSIONI di un ex Dirigente di BIG PHARMA
 

Confessioni di un Informatore farmaceutico
....dal marketing, unica regola regina nella distribuzione dei farmaci e/o Vaccini, agli accordi tra governi e multinazionali per la “gestione” delle malattie, dalle confessioni di anonimi informatori farmaceutici, allo strano ruolo chiave dei medici di base: cosa si nasconde dietro un farmaco e cosa ci viene prescritto realmente ? - video da vedere: http://vimeo.com/52822936#at=0

CORRUZIONE nella sanita': http://www.vacciniinforma.it/?p=3312

Un esempio di come gli "enti a tutela della salute", FALSIFICANO la verita' sui vaccini

Tratto da: https://fraser.stlouisfed.org/docs/publications/histstatus/hstat1970_cen_1975_v1.pdf

L'Istituto Superiore di Sanità (ISS) sul suo sito istituzionale, evidenzia un grafico che....inizia dal 1980 e non dal citato 1920...il solito trucco per prendere i dati che interessano....e falsificare la verità ! Come potete osservare la difterite era già in calo vertiginoso prima della introduzione del vaccino....
Ecco come si falsificano le verita' sui vaccini.....per i Conflitti di interesse (se non addirittura di Corruzione) dei dirigenti degli enti a tutela della salute...si ma di quella dei fatturati di Big Pharma.
vedi: Esposto presentato alla Procura della Repubblica nel Febb. 2015 contro i dirigenti degli "enti a tutela della salute"

By KAREEM PIASER PAOLO - 25/05/17
Giusta riflessione di un padre sui obbligo della vaccinazione:
"Non ci entro nemmeno nella questione se 12 vaccini siano pochi, tanti, siano indispensabili o superflui, assolutamente sicuri o inaccettabilmente rischiosi - mi basta e avanza un aspetto che viene prima:
Lo Stato mi dice che sono io responsabile per la salute di mio figlio. Però mi dice che sono obbligato a fargli fare 12 vaccini.
Per farglieli, essendo io responsabile della sua salute, mi viene chiesto di firmare le autorizzazioni.
 Nessuno però firma per me assicurazioni che non ci siano conseguenze negative per la salute di mio figlio. Ricapitolando, sarei "obbligato a dare il permesso".
Come dire: nessuno tranne te può decidere che questo avvenga, ma ti obblighiamo a decidere come vogliamo noi. In pratica, lo Stato obbliga "me" ad assumere la responsabilità per una decisione che mi impone ? No, no, proprio non ci siamo.
Puoi minacciarmi, puoi colpirmi, puoi mettermi in galera ma non puoi farmi assumere responsabilità per le *tue* decisioni – men che meno sulla pelle di mio figlio.
Caro Stato : messe così le cose, anche avessi la certezza matematica che quei vaccini siano indispensabili, puoi infilarteli dove sappiamo tutti, bene arrotolati nel foglio di autorizzazione".

Stefano Re invia questo messaggio:
[23/5, 11:49] KAREEM PIASER PAOLO
VACCINI. L’ALLARME ERA NOTO AL GOVERNO USA DA ANNI - DATI UFFICIALI TERRIFICANTI !

Nel Giornalismo, per smentire, fare a pezzi il Promotore di una pratica che si ritiene pericolosa, socialmente nociva, l’unica cosa da fare è scavare nella pancia di quel Promotore e scovare le prove che lui stesso sapeva alla perfezione che ciò che oggi promuove (o impone) è pericoloso e socialmente nocivo. Se ci riesci, il Promotore è finito.

Oggi il maggior Promotore delle vaccinazioni al mondo sono gli Stati Uniti d’America, che impongono ai propri bambini 26 dosi-vaccini. Attenti: dose può significare un’iniezione con dentro tre vaccini, quindi immaginate.
Ed io sono andato nella sua pancia, al top, come sempre si deve fare: The National Institutes of Health, del governo USA, e specificamente il National Center for Biotechnology Information. E ho trovato la prova che il Grande Promotore delle vaccinazioni sapeva da anni a livelli di altissima ricerca governativa che esistono pericoli MORTALI, e ignorati, sui vaccini, con prove terrificanti.

Questo è un articolo, non un Medical Paper, per cui devo molto riassumere.
Nel settembre 2011, The National Institutes of Healths, National Center for Biotechnology Information – la pancia del Promotore mondiale dei vaccini – pubblicava uno studio dal titolo “Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?”, dei ricercatori Neil Z Miller e Gary S Goldman.
Lo studio prende in considerazione la INFANT MORTALITY RATE (IMR = tasso mortalità infantile) e anche il fenomeno della SUDDEN INFANT DEATH SYNDROME (SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile), in particolare in 34 nazioni ricche, ma anche nel Terzo Mondo.
(Avviso: DURANTE LA LETTURA RICORDATE IL SIGNIFICATO DELLE SIGLE IMR = tasso mortalità infantile – SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile - morte nella culla).
Già le prime parole dello studio fanno sorgere dubbi: “Il programma USA di immunizzazione infantile specifica 26 dosi-vaccini per gli infanti di età inferiore a 1 anno – il maggior numero al mondo – eppure 33 nazioni ricche hanno un tasso di IMR inferiore”. Poi la cosa si fa seria.
Ecco un altro passaggio:
“L’analisi della regressione lineare della IMR media, ha mostrato un’alta correlazione statistica significativa fra l’aumento del numero delle dosi-vaccini e l’aumento dei tassi di mortalità infantile”.
E gli autori già all’inizio raccomandano che “E’ essenziale che si faccia uno scrutinio urgente della correlazione fra le dosi-vaccini, la loro tossicità biochimica o sinergistica, e il Tasso di Mortalità Infantile, IMR”.

Prima di continuare, lo studio fa a pezzi Bill Gates, infatti ci dice chiaro che se pensiamo ai bambini del Terzo Mondo, di gran lunga la maggior causa di IMR non ha nulla a che vedere con le classiche malattie dell’infanzia, ma con la malnutrizione.
Li ammazza la fame.
E qui viene una clamorosa smentita al Teorema Bill Gates che proclama le vaccinazioni di massa nei Paesi Poveri come via di salvezza dei bimbi.
Leggete:
“E’ istruttivo notare che le vaccinazioni sono diffusissime nei Paesi Poveri, con tassi di vaccinazioni di oltre il 90% dei bambini presenti… eppure hanno lo stesso una IMR tragica.
Per dare un termine di paragone, la IMR degli USA è 6,2 morti su 1000 parti; il Gambia obbliga i bambini a 22 dosi di vaccini, ma la IMR è di 68,8. La Mongolia somministra lo stesso numero di dosi vaccini, con IMR di 39,9. Questo prova che la IMR in molto del Terzo Mondo ha assai più a che fare con la malnutrizione, acqua infetta, e sistemi sanitari carenti. Non l’assenza di vaccini”.
Ma peggio:
“Abbiamo scoperto che anche nei Paesi in via di Sviluppo esiste una relazione contro-senso fra il numero dei vaccini somministrati e la IMR: le nazioni con la peggiore IMR sono quelle che somministrano ai bambini il maggior numero di vaccini”.
Lo studio torna all’Occidente ricco:
“Gli USA hanno visto pochissimi progressi nella IMR dall’anno 2000, e le tradizionali cause di IMR (da parto ecc.) non spiegano questo fenomeno… Si noti che nel 2009, cinque delle 34 nazioni con il miglior tasso di IMR richiedevano solo 12 dosi-vaccini, il numero minore, mentre gli Stati Uniti ne richiedeva 26, il maggior numero al mondo”.

Ora attenti a questa frase, di nuovo (ignorate la parte tecnica in inglese, metto la conclusione in italiano grassetto):
“A scatter plot of each of the 30 nation’s IMR versus vaccine doses yielded a linear relationship with a correlation coefficient of 0.70 (95% CI, 0.46–0.85) and p < 0.0001, fornendoci la prova di una correlazione positiva: IMR e dosi-vaccini tendono a crescere assieme”. Bimbi morti e vaccini vanno di pari passo. Mica nulla.
E un passaggio lapidario:
“Fra le 34 nazioni ricche analizzate, quelle che richiedono il più alto numero di vaccini, tendono ad avere la peggior IMR”.

Ricordo ai lettori che si parla di bimbi vaccinati che crepano, IMR significa MORTE del FIGLIO, peggio che l’autismo, molto peggio.
Gli studiosi del The National Institutes of Healths, National Center for Biotechnology ora rivolgono la loro attenzione alla SUDDEN INFANT DEATH SYNDROME (SIDS = sindrome del decesso improvviso infantile).

E anche qui l’incipit è tragico: “Prima dei programmi di vaccinazione, la SIDS era così rara che neppure veniva citata nelle statistiche della IMR”. La tempistica è altrettanto allarmante: “Negli USA le campagne di immunizzazione nazionali iniziarono nel 1960, e per la prima volta nella Storia i nostri bambini furono inoculati contro difterite pertosse tetano, polio, morbillo, orecchioni e rosolia. Improvvisamente nel 1967 la clinica medica coniò una nuova forma di mortalità infantile, la SIDS.
E dal 1980, la SIDS è divenuta la maggior causa di mortalità post neonatale in America ”.
Continuano:
“Uno studio di Torch scoprì che 2/3 degli infanti morti di SIDS erano stati vaccinati contro la difteria pertosse tetano appena prima di morire”. Altri ricercatori citati, Fine & Chen, dissero: “I bambini muoiono di SIDS a un tasso quasi 8 volte superiore alla norma entro 3 giorni dall’inoculazione contro difterite pertosse tetano, ”. E ancora, con un finale essenziale: “Uno studio di Ottaviani et al. ha documentato il caso di un infante di 3 mesi morto di SIDS dopo una inoculazione di 6 vaccini contemporaneamente… Ottaviani et al scrissero: ‘Questo caso ci offre un allarme unico nel capire il possibile ruolo di queste vaccinazioni nel causare morti improvvise in bambini vulnerabili… Senza studi anatomopatologici su larga scala di questi decessi infantili, alcuni casi chiaramente correlati alle vaccinazioni verranno ignorati’ ”.

Ok, torno a voi lettori e lettrici.
Ciò che avete letto è documentazione scientifica ufficiale al più alto livello sanitario tecnologico del mondo, gli USA, e soprattutto è stata partorita all’INTERNO del GOVERNO degli STATI UNITI a’AMERICA, ol PROMOTORE MONDIALE dei VACCINI.
LORO SAPEVANO CHE I VACCINI POSSONO UCCIDERE.
Credo che quanto sopra dovrebbe oggi diventare uno degli articoli più letti d’Italia da sempre, e non perché lo firma Barnard, ma perché proprio provenendo dalle viscere del Grande Promotore, delle sue multinazionali e della Ministra Beatrice Lorenzin, questo studio li fa letteralmente a pezzi.
Datevi da fare.
Lo studio “Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity?”, dei ricercatori Neil Z Miller e Gary S Goldman, già nel 2011 si concludeva così:
Nations that require more vaccine doses tend to have higher infant mortality rates.”
Cadaveri di bambini, mica nulla. E allora sulla base di quanto sopra, un genitore italiano oggi può pretendere la libertà terapeutica per i suoi bimbi.

IL DIBATTITO  SUI  VACCINI  VA  RI-A-PER-TO.
I vaccini possono ammazzare, lo dice il Grande Promotore. Cara Ministra B. Lorenzin, siete all’angolo. (By Paolo Barnard)
... in questo caso mi sembra che non faccia una piega l'informazione pubblicata da Paolo Barnard.
 Tutto chiaro e alla luce del sole https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

Estratto
Il tasso di mortalità infantile (IMR) è uno dei più importanti indicatori di benessere e di salute pubblica condizioni socio-economiche di un paese. Il programma di immunizzazione infantile US specifica 26 dosi di vaccino per i bambini di età inferiore ad 1 anno, la maggior parte nel mondo, eppure 33 nazioni hanno IMRs inferiori. 
Utilizzando la regressione lineare, il programma di vaccinazione di queste 34 nazioni sono stati esaminati e un coefficiente di correlazione r = 0,70 ( p stato trovato <0.0001) tra IMRs e il numero di dosi di vaccino di routine data ai bambini. 
le Nazioni sono state raggruppate in cinque diversi intervalli di dose di vaccino: 12-14, 15-17, 18-20, 21-23, e 24-26. 
I IMRs medi di tutte le nazioni all'interno di ogni gruppo sono stati quindi calcolati. 
L'analisi di regressione lineare di IMRs medi ponderati ha mostrato un'alta correlazione statisticamente significativa tra crescente numero di dosi di vaccino e l'aumento dei tassi di mortalità infantile, con r = 0,992 ( p = 0,0009). 
Utilizzando il test di Tukey-Kramer, differenze statisticamente significative nel IMRs medi sono stati trovati tra le nazioni che danno 12-14 dosi di vaccino e quelli che danno 21-23, e 24-26 dosi. Un esame più attento delle correlazioni tra le dosi di vaccino, tossicità biochimica o sinergica e IMRs è essenziale.
By Fiore Flex Fiorano

REPORT (Rai3) COLPISCE al CUORE, NESSUNO (nemmeno l'ISS) CONTROLLA i PACEMAKERS
La stessa cosa in tutti i settori ed in particolare nel dentale.....

La Marletta (Ministero della "salute") e il marito sono coloro che si occupano dei dispositivi protesici, marchiatura CE e direttiva EU 93/42........quante bustarelle ha preso per far passare, mettere il marchio CE su materiali tossici per dispositivi protesici.....
http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-6eed15c9-3e1e-48a8-b73e-c29565aef84f.html
By Loredana Di Cesare - Tratto da mentiinformatiche.com
In Italia ci sono 700 mila portatori di pacemaker. Ogni anno altri 60 mila nuovi pazienti si sottopongono...05/10/2014
Questioni di cuore.
E non soltanto per i pacemaker impiantati senza i necessari test di sicurezza.
Nell’inchiesta di Sigfrido Ranucci per Repor t – in onda questa sera su Rai 3 – si scopre che controllato e controllore sono addirittura marito e moglie.
Report rivela che il laboratorio in cui devono svolgersi i controlli sui pacemaker, prima di immetterli sul mercato è, di fatto, chiuso dal 2010.
A certificare la sicurezza è l’Istituto Superiore di Sanità, ente riconosciuto dall’Europa, l’unico in possesso di strumenti di collaudo.
A vigilare sull’ISS – e sui certificati per i dispositivi – ci pensa invece il Ministero della Salute, nella persona di Marcella Marletta, direttore generale del ministero della Salute.
E quindi proprio a lei spetta di controllare l’ufficio diretto dal marito, Carmine Guarino, che si occupa della sicurezza dei dispositivi medicali.
MARLETTA VIGILA anche sull’ufficio di Pietro Bartolini, che rilascia i certificati di conformità per i pacemaker, che possono essere siglati solo dopo aver svolto i test nel laboratorio risultato inattivo.
Il centro in questione dovrebbe collaudare i pacemaker: resistenza a temperatura, urti, ultrasuoni, interferenze con campi elettromagnetici.
Test effettuati soltanto sulla carta: lebandono e le tecnologie sono obsolete e danneggiate. Eppure i pacemaker continuano a essere messi in circolazione con dei certificati – sostiene Report – sostanzialmente falsi.
Intervistata da Ranucci, la responsabile del Ministero per la sorveglianza dei dispositivi medici, Rosaria Boldrini, assicura di aver eseguito tutte le ispezioni.
Tutto funziona alla perfezione, secondo la sua versione, e afferma che, se i test non fossero svolti, si tratterebbe di truffa.
L’Iss, come dimostra l’inchiesta, è a conoscenza dello stato in cui versa il laboratorio. In una lettera del 2010, s’informa il direttore del dipartimento Tecnologie dell’impossibilità di effettuare i test, poiché il laboratorio non esiste. Dettaglio che invece, al ministero della Salute, non risulta.
I pacemaker, inoltre, devono essere sottoposti a verifiche anche dopo l’immissione sul mercato.
Per questo compito è stata formata una task force di esperti qualificati che, al suo interno, può vantare laureati in storia, scienze delle comunicazioni, farmacia, giurisprudenza e scienze politiche.
REPORT RICOSTRUISCE il caso di un paziente morto dopo che, nel suo cuore, erano state impiantate valvole dal funzionamento “anomalo” di fabbricazione brasiliana.
Cinzia Barbetta racconta che pochi giorni prima che suo padre morisse, accasciandosi sul volante del suo camion, la sua famiglia era stata invitata a contattare urgentemente il centro Gallucci, per fissare un colloquio col professor Dino Casarotto.
Il motivo: “Erano state riscontrate delle anomalie nel funzionamento delle valvole impiantate”. Valvole che erano state considerate sicure da certificato europeo.
Casarotto – ricostruisce Ranucci – proprio in quei giorni stava facendo acquistare dall’ospedale altre 350 valvole brasiliane e fu accusato – imputazione mai accertata – di aver incassato delle tangenti per ogni valvola.
Secondo la procura, comunque, non c’era alcun nesso tra l’episodio di corruzione e un eventuale reato di omicidio colposo. E i costruttori brasiliani – conclude Report – non hanno mai risarcito la famiglia Barbetta: “I brasiliani Rubens De Sousa e Sergio Casagrande, condannati a 2 anni e 6 mesi per omicidio e lesioni colpose, non hanno fatto un giorno di galera”.
Il laboratorio – come mostrano le immagini di Report – versa in uno stato di abbandono.


RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.

Informatore dei CDC CONFESSA la FRODE e le FALSIFICAZIONI sugli studi della correlazione VACCINO=AUTISMO

Vaccini falsi e debiti milionari - Così crolla l’Istituto di sanità - 03/08/2014
 Il dossier di commissariamento: soldi in progetti inutili, nessun controllo
 Negli anni ’70 da quel palazzone romano dell’epoca fascista, sede storica dell’Istituto superiore di sanità, uscivano studi che suscitavano ammirazione nei laboratori di ricerca di mezzo mondo. Ed i pareri dell’Iss, come lo abbreviano gli addetti ai lavori, erano legge per istituzioni e governi. Oggi quello che fu il fiore all’occhiello della ricerca italiana è commissariato. Un’altra macchia, dopo Stamina, all’immagine scientifica internazionale del nostro Paese.
 
 Giugno 2014 – Procura della Repubblica di Roma: indagati 40 dirigenti del Ministero della “salute”, ISS, ed Aifa per  Conflitti di Interesse su Vaccini e farmaci…. barra alla dritta…. avanti tutta,… vento in poppa….

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Moda, cosmesi e alimentazione: il ruolo dei metalli nelle allergie cutanee - Istituto Superiore di Sanita'  
A cura di Beatrice Bocca, Francesco Petrucci e Giovanni Forte
2009, iv, 92 p. Rapporti ISTISAN 09/12

Le allergie della pelle indotte da metalli colpiscono moltissime persone in tutto il mondo. L'allergia al Ni colpisce il 15% della popolazione generale europea, mentre il Co e il Cr incidono rispettivamente per l'8% e il 4%. Anche metalli come Al, Au, Be, Cu, Hg, Pd, Pt, Rh e Ti stanno divenendo frequenti cause di allergie.
L'aumento della prevalenza delle allergie cutanee e' dovuta al fatto che i metalli sono contenuti nel cibo e in molti prodotti e oggetti con cui veniamo a contatto quotidianamente. Considerando che i segni clinici sono alterazioni ben visibili della pelle, le allergie da contatto possono influire profondamente sulla qualita' di vita del paziente ed essere causa piuttosto comune di problemi sul lavoro. Questo rapporto offre una visione sulla prevalenza del problema e presenta un approccio quantitativo sui prodotti venduti sul mercato italiano (leghe per bigiotteria e piercing, colori per tatuaggi, creme idratanti) e mostra altri scenari di rischio quali le protesi dentali e l'alimentazione. Inoltre, vengono esplorati gli attuali percorsi per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione del problema.
Parole chiave: Allergie, Metalli, Piercing, Bigiotteria, Creme idratanti, Tatuaggi, Protesi dentali, Dieta

Abstract: Fashion, cosmetics and diet: the role of metals in skin allergies. Edited by Beatrice Bocca, Francesco Petrucci and Giovanni Forte
2009, iv, 92 p. Rapporti ISTISAN 09/12 
Skin allergies caused by metals affect many people around the world. Allergy to Ni affects the 15% of the general European population, while Co and Cr the 8% and the 4%, respectively. Also metals as Al, Au, Be, Cu, Hg, Pd, Pt, Rh and Ti are becoming common causes of allergies. The high prevalence of skin allergies is because metals are contained in food and in many products and items with which we come into daily contact. Considering that the clinical signs are clearly visible alterations of the skin, contact allergies can profoundly affect the quality of patientís life and be quite common impediments at work. This report provides a view on the prevalence of the problem and presents a quantitative approach on products sold on the Italian market (alloys for jewellery and piercing, colors for tattoos and moisturizing creams) and shows other risk scenarios such as dental implants and diet. Furthermore, we explore the current paths for the diagnosis, treatment and prevention of the problem.
Key words: Allergies, Metals, Piercing, Cheap jewellery, Moisturizing creams, Tattoos, Dental prosthesis, Diet
Per informazioni su questo documento scrivere a: beatrice.bocca@iss.it  -
Il rapporto e' accessibile online dal sito di questo
Istituto: www.iss.it.

Commento NdR: Finalmente qualcosa si muove...??
Leggete qui sotto in tutta la pagina
.....per capire come fra il dire ed il fare... vi e' un IMMENSO mare....

Video, parla una biologa:
 

Proposta per una seria Riforma sanitaria in Italia ed estero, soprattutto in tema di "Trasparenza" migliore:
Tutti i soggetti che intendano lavorare per la Sanita' e/o all'interno di essa, specie se come Dirigenti di un qualsiasi settore di essa, debbono presentare nel loro curriculum personale, la dichiarazione completa dei
Conflitti di Interesse o meno, passati e presenti, pena l'impossibilita' a lavorare in essa.
Questo vale anche per gli attuali Dirigenti in essere nella Sanita', che debbono obbligatoriamente adeguarvisi, pena il licenziamento, anche nel caso di falsa dichiarazione.
Naturalmente le opposizioni e le resistenze saranno NOTEVOLI....per l'influenza e/o collusioni ormai accertate, che l'industria farmaceutica ha nella burocrazia, dirigenza e politica in Italia ed estero....

In funzione delle nuove disposizioni sulla Legge della Trasparenza, ho reinviato anche all'ISS le stesse identiche domande formulate anni fa, ed alle quali da allora NON ho ricevuto esaustive e chiare risposte, salvo un piccolo tentativo di risposta ad UNA sola domanda /che trovate in questa pagina), quindi ho ripostato a tutti gli Enti la STESSA mail con le stesse domande precedenti, ma con una aggiunta:
"CMQ se non otterro’ risposta entro 30 gg da questa mail, Vi informo che presentero’ un’Esposto alla magistratura per segnalare questo comportamenti illegittimi affiche’ indaghi non solo sui comportamenti degli Enti ma anche sui personaggi interpellati (dirigenti) dei vari enti e sui loro possibili o meno Conflitti di interesse".
vedi QUI per i testi delle lettere inviate a TUTTI gli enti il:
Sent: Saturday, June 29, 2013 12:14 PM

Ecco la qualifica scientifica dei personaggi che lavorano all'ISS, che affermano cose diverse dai CDC degli US:
 

Lo ISS nel suo sito parla di Virus "vivi", che in certi vaccini vengono "uccisi", ma come e' noto, i virus sono sostanze lipidiche complesse contenenti DNA e quindi NON sono microorganismi.....ecco come si evidenzia la "preparazione, competenza e la scientificita' " di questi loro dirigenti....!

ALTRA posizione VERGOGNOSA !
AUTISMO e VACCINI
E cosa affermavano questi nel 2001 (dopo la presentazione degli esposti alla Procura della Repubblica, da parte di Vaccinetwork - sito chiuso, chissa perche' ? -  ed il coinvolgimento della stampa nazionale)  


Sindrome 
infiammatoria
 chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf 
Tratto da:  
http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf 
... ed e' noto che... le 
infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....

vedi anche: PDF dichiarazioni dell'ISS + Ministero della sanita' informato sui danni dei vaccini
+  BIG PHARMA + Pericolo farmaci  + Falsita' della medicina ufficiale


Continua QUI: ISS - 2 (E.mail inviate all'ISS, visto che non rispondono dal 2012....)
 

HOME